Home Cronaca L’Amstaff aggredisce i proprietari: sono in gravi condizioni

L’Amstaff aggredisce i proprietari: sono in gravi condizioni

CONDIVIDI
(Pixabay)

Un American Staffordshire Terrier si è reso protagonista di una brutale aggressione ai suoi proprietari. È successo in una villetta di Crevalcore. L’aggressione, avvenuta domenica pomeriggio, si sarebbe consumata mentre i due proprietari stavano litigando. Quando sul posto sono giunti i soccorritori, la scena era particolarmente cruenta. L’Amstaff aveva azzannato il padrone, che aveva entrambe le braccia sbranate e la sua compagna, anche essa gravemente ferita.

Da quando si è potuto appurare, l’Amstaff si sarebbe messo in mezzo alla lite e la sua prima vittima sarebbe stata la donna. Questa è stata salvata da un vicino di casa, il quale è riuscito a portarla via. In seguito, il molossoide si è avventato sul suo padrone, una guardia giurata di 51 anni. Proprio quest’ultimo ha avuto la peggio, perché il cane lo ha sbranato in più punti sulle braccia, facendogli perdere molto sangue. L’uomo è riuscito per fortuna a scappare, chiudendosi dietro il cancello.

Quando sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 in elicottero, la guardia giurata era priva di sensi. Sia lui che la moglie sono stati quindi trasportati all’ospedale Maggiore, dove restano ricoverati. Il 51enne si trova ricoverato in condizioni gravissime nel reparto di Rianimazione. Sua moglie, anche se le condizioni sono comunque serie, non desta particolari preoccupazioni. Sembra che l’Amstaff avesse già aggredito il suo padrone un mese fa. In quell’occasione, la guardia giurata era rimasta ferita a un braccio. Stavolta è andata molto peggio. Sul posto sono giunti anche i militari dell’Arma dei carabinieri e polizia con gli operatori specializzati per il soccorso animali. A quel punto, il cane è stato sedato. Ora si trova in un canile della provincia di Bologna.

Di solito non è un cane aggressivo

L’American Staffordshire Terrier (Amstaff), è una razza canina di tipo bull, gamba lunga, riconosciuto dalla FCI nella sezione 3 gruppo 3 (terrier). Si cominciò a selezionare negli Stati Uniti d’America e in Canada intorno al 1885. I suoi progenitori sono i Bull and terrier (cani da combattimento nati dall’incrocio tra gli antichi Bulldog e i Terrier a gambe lunghe) e una razza oggi estinta: il Blue Paul terrier, che inizialmente veniva allevata a Glasgow. Al contrario del suo “parente”, l’American pit bull terrier, con aggressività più spiccata e presa mascellare più forte, viene tendenzialmente considerato un cane dolcissimo, che adora la famiglia e ama i bambini.

GM