Home Cronaca Lancia i cani al di là della recinzione del canile: video riprende...

Lancia i cani al di là della recinzione del canile: video riprende tutta la scena

CONDIVIDI

Un gesto irresponsabile che solo una persona senza scrupoli può compiere. E’ quanto emerge da un video condiviso sui social, diventato virale, riguardo all’abbandono di due cani al Canile di Lucera, in provincia di Foggia in Puglia.

Le telecamere di videosorveglianza hanno ripreso tutta la scena e mostrano un uomo che si avvicina alla recinzione del canile con due cagnolini di taglia media al guinzaglio, guardandosi attorno. L’uomo viene poi ripreso mentre lancia, in modo piuttosto violento, i due esemplari, al di là della rete, nel cortile del Canile in dove vi erano altri cani.

Un abbandono classico che ancora una volta ha sollevato lo sdegno per la modalità e il pericolo al quale sono stati esposti i due cani. Non solo uno dei due esemplari ha riportato delle lesioni provocate dalla ricaduto, ma gli altri cani presenti nel canile potevano spaventarsi e reagire, magari aggredendo i due cagnolini. Fortunatamente questo non è accaduto, sottolineano i volontari.

Unanime la condanna in rete, l’indignazione nei riguardi di quella persona che si è sbarazzata dei cani “lanciandoli come sacchi della spazzatura”, viene commentato. C’è chi ha evidenziato che il malintenzionato poteva lasciarli legati all’esterno. Ma la domanda è sempre la stessa: perché farlo di nascosto?

Purtroppo, il giudizio grava come un macigno e alcuni individui evidentemente non hanno il coraggio di assumersi le proprie responsabilità, ripulendosi la coscienza agli occhi della comunità, pensando di “non essere stati visti”.

Un caso molto simile ad altre vicende registrate con le stesse modalità che ci porta a pensare al fatto che vi sono realmente degli “stereotipi sociali” difficili da sradicare. Resta l’amara consolazione, espressa da alcuni utenti che hanno commentato il gesto: “Almeno non gli ha gettati nel fiume”. Ma non è di certo giustificando alcune azioni che una comunità riesce a crescere: non era più semplice recarsi al canile di giorno per lasciare i cani ai volontari? Questo avrebbe comportato un’assunzione delle proprie responsabilità e un esporsi al giudizio altrui, dimenticandosi che non è il giudizio degli altri che importa bensì la propria coscienza.