Home Cronaca Legato a catena, al sole e alle intemperie: era solo un cucciolo

Legato a catena, al sole e alle intemperie: era solo un cucciolo

CONDIVIDI

Terrorizzata e legata a catena giorno e notte

Aveva paura non appena vedeva il padrone. Viveva giorno e notte, legata ad una corda di circa due metri, collegata ad un container in una discarica abusiva, tra la spazzatura, vetri rotti e cavi, pericolosi e la sua urina.

Non aveva modo di raggiungere la cuccia per cui era sempre esposta al sole e alle intemperie. Quando sono arrivate le Guardie Zoofile di Oipa Milano, la cagnolina non aveva né acqua né cibo a disposizione.

La giovane meticcia di nome Kira aveva solo sei mesi. Un adorabile incrocio con border collie priva di microchip e libretto sanitario.

L’intervento è stato condotto con la collaborazione della Polizia di Stato dopo una segnalazione.

Il cane era sotto peso, aveva le unghie lunghe, che segnalavano l’assenza di attività motoria.

“Dalle nostre indagini era emerso che il cane viveva costantemente legato per evitare che scappasse da un cancello non in sicurezza, ma la cosa più preoccupante è che mostrava paura e timore nei confronti delle persone con cui viveva, tanto da nascondersi non appena li vedeva. Oltre alle pessime condizioni di detenzione, proprio il suo atteggiamento di paura, tipico dei cani che hanno subito maltrattamenti fisici, ci ha spinto a liberarlo immediatamente e a procedere con il sequestro”. Ha dichiarato Emma D’Angelo, coordinatore delle guardie zoofile dell’OIPA di Milano.

Il cane è stato sequestrato e trasferito presso il canile comunale dove sarà curato e seguito anche in un recupero psicologico, con la speranza di un’adozione.

Il padrone del cane è stato invece denunciato per il reato di detenzione di animali in condizioni incompatibili con la propria natura e produttiva di grave sofferenze.

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.