Home Cronaca Li hanno avvelenati per una ripicca: denunciate due persone

Li hanno avvelenati per una ripicca: denunciate due persone

CONDIVIDI

Nuovi sviluppi sul caso di tre cani avvelenati nel giardino della loro abitazione a Monteforte Irpino, in provincia di Avellino. Il caso era rimbalzato sulle pagine della cronaca locale per cui fin dall’inizio era trapelata l’ipotesi che i cani fossero stati vittime di una ripicca, “una piccola vendetta”, da parte di alcuni vicini ai quali avrebbero ucciso una gallina.

Due cani sono morti dopo atroci sofferenze, mentre un terzo esemplare si sarebbe salvato. In base alla ricostruzione dei fatti due persone avrebbero lanciato nel giardino dell’abitazione del proprietario degli animali delle polpette avvelenate con il preciso intento di uccidere i cani.

Dopo un’indagine condotta dai Carabinieri della Compagnia di Baiano e della Stazione di Monteforte Irpino a seguito della segnalazione presentata dai proprietari dei cani, sono state denunciate due persone,di 35 e 45 anni, ritenute responsabili dell’avvelenamento.

I Carabinieri hanno riferito che “sarebbero due individui che, qualche giorno prima, per futili motivi, avevano avuto un diverbio con il padrone dei cani”. I due presunti responsabili pensavano di averla fatta franca, agendo in modo che non potessero essere visti. Adesso invece,  dovranno rispondere all’accusa di uccisione e maltrattamento di animali (artt. 544 bis e 544 ter del codice penale). Per fortuna a differenza di molte vicende, per una volta c’è un responsabile. Sperando che la giustizia faccia il suo decorso e punisca nel modo più giusto questi due individui.