Home Cronaca Rapito dal giardino, lo ritrovano per strada dopo due settimane. Gep torna...

Rapito dal giardino, lo ritrovano per strada dopo due settimane. Gep torna a casa

CONDIVIDI

 

Era nel giardino di casa, quando è stato portato via. Un esemplare di bulldog francese di nome Gep era scomparso lo scorso 22 aprile dall’abitazione dei suoi proprietari, a Verciano in provincia di Lucca. I padroni hanno lanciato l’allarme quando non lo hanno più visto in giardino.

Secondo le indiscrezioni, il cane sarebbe stato portato via da un malvivente quando i proprietari erano assenti. Un vicino di casa si era accorto di un individuo che aveva scavalcato il cancello e che si era poi allontanato con un’auto. Il vicino ha tentato di inseguirlo ma si è dovuto arrendere e ha così segnalato tutto quanto ai proprietari che hanno presentato una denuncia ai Carabinieri. A distanza di quasi due settimane, dopo un’incredibile mobilitazione in rete, con al creazione di una pagina intitolata “Ritrovare Gep“, una donna di Ponte Buggianese, in provincia di Pistoia, si è messa in contatto con i proprietari di Gep segnalando di aver notato il cane, molto probabilmente abbandonato dai malviventi.

Gep è tornato tra le braccia dei suoi proprietari che hanno condiviso la loro gioia, ringraziando tutte le persone che li hanno aiutati in questa brutta avventura e la donna che ha recuperato il loro cane: “Colgo l’occasione per ringraziare la Sig.ra M.D che vedendo Gep vagare per strada ha fermato il traffico mettendo in salvo il nostro musino nero, ringrazio anche Sig.ra Simona Campioni che grazie alle vostre condivisioni ha riconosciuto Gep intrattenendosi con noi nonostante i suoi impegni”, scrive la padrona di Gep, concludendo che “da tutta questa storia abbiamo imparato a valutare il “cattivo” dell’essere umano, ma ci siamo anche resi conto che a tanto male corrisponde tanto bene.Le persone con il cuore grande esistono”.

Un bellissimo messaggio di speranza e un’esperienz che di certo non può essere dimentica. Sul caso stanno ancora indagando le forze dell’ordine.
Appello

Post aggiornamento