Home Cronaca Maltrattamenti su animali: l’indagato è un soggetto già noto

Maltrattamenti su animali: l’indagato è un soggetto già noto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:08
CONDIVIDI

Maltrattamenti su animali: indagato un uomo quello che hanno trovato gli agenti sul luogo è choccante, lui non si presenta all’interrogatorio.

maltrattamenti su animali
Nuovo caso di maltrattamenti su animali (Foto Pixnio)

Il pubblico ministero di Zofingen-Kulm, in Svizzera, ha avviato un procedimento contro il custode degli animali che è stato arrestato martedì a Oftringen, per crudeltà multipla nei confronti degli animali.

Martedì scorso la polizia cantonale di Argovia ha arrestato un guardiano di animali in collaborazione con la procura di Zofingen-Kulm ad Oftringen. Alcuni animali morti, di diverse specie, erano stati precedentemente trovati sulla sua proprietà e gli agenti sono stati costretti a rimuoverne le carcasse. Altri erano in pessime condizioni. Anche i cani della polizia coinvolti nell’azione sono apparsi turbati dalle condizioni in cui versavano i loro fratelli.

L’accusato è già stato convocato in relazione a una denuncia relativa a violazioni della legge sul benessere degli animali. Tuttavia, lunedì non si è presentato all’interrogatorio della polizia cantonale. Pertanto, il pubblico ministero ha emesso un ordine di comparizione.

Maltrattamenti su animali: indagato un uomo di 57 anni con precedenti, lui si giustifica

maltrattamenti animali
L’uomo indagato per maltrattamenti su animali ha dei precedenti (Foto Pexels)

La procura di Zofingen-Kulm ha aperto un procedimento contro l’uomo svizzero di 57 anni per crudeltà multipla nei confronti degli animali. Si applica la presunzione di innocenza. L’accusato afferma di essere stato incapace di occuparsi correttamente degli animali a causa delle cure intensive e di lunga durata della sua anziana madre e della sua recente morte.

Il pubblico ministero si è presentato ieri in tribunale e ha richiesto che sia vietato all’uomo accusato di possedere animali. L’accusato avendo precedentemente violato la legge sul benessere degli animali è quindi soggetto alle misure previste per chi ha precedenti penali: a luglio 2019 la procura di Zofingen-Kulm lo ha condannato a una sanzione condizionale e a una sanzione. Nel novembre 2019, è stato emesso un altro ordine punitivo, che ha sollevato un’obiezione.

Il pubblico ministero comunicherà il completamento del procedimento al momento opportuno.

Potrebbero interessarti anche >>> 

T.F.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI