Home Cronaca Maltrattamento a Palermo: cane con bruciature di sigaretta

Maltrattamento a Palermo: cane con bruciature di sigaretta

CONDIVIDI

randagiopixabay

Nuovo caso di maltrattamento a Palermo, emblematico di una cultura nella quale è assente il rispetto per gli animali. La sede dell’Enpa di Carini ha riferito di un intervento di Paride Martorana, responsabile della Protezione Animali locale dopo la segnalazione di un cane in difficoltà, avvistato nella piazza principale del paese.

Secondo quanto riporta Geapress, il cane era noto, regolarmente microchippato e veniva accudito dai cittadini. Il cane di taglia media è stato però notato da alcuni residenti in quanto deambulava male, forse dopo essere rimasto vittima di un incidente di macchina.

Sul posto sono intervenuti i volontari che, avvicinando il cane, hanno constatato che sul collo aveva il segno di una bruciatura di sigaretta: ovvero, secondo le ipotesi, qualcuno, gli aveva spento una sigaretta sul collo.

Un’azione di crudeltà, una mancanza di rispetto per questi piccoli pelosi e un caso di maltrattamento preoccupante, tanto che il canile sanitario Vaglica di via Gorizia con un intervento congiunto con la Polizia Municipale ha deciso di ospitare e curare il cane per poi darlo in adozione.

L’Enpa ha però fatto sapere di voler chiarire la vicenda:  “Chi ha sbagliato deve pagare. Chiederemo quanto prima la possibilità di un controllo delle telecamere in zona alle autorità”, ha affermato Martorana.