Home Cronaca Mandato di arresto per un cane fuggitivo

Mandato di arresto per un cane fuggitivo

CONDIVIDI
cani pericolosi
Cane in arresto

Cane dichiarato “fuggitivo” dalla giustizia. Ricercato dalle forze dell’ordine perché considerato pericoloso

Sarebbe una minaccia alla sicurezza fisica delle persone. Per questo, il giudice ha rilasciato un mandato di arresto per un cane che al momento risulta

Il fatto sta scuotendo l’animo della città di Wanda, in Argentina, dividendo l’opinione pubblica. L’esemplare in questione, considerato un cane randagio, avrebbe attaccato diverse persone per strada e alcuni cittadini hanno presentato una denuncia alle autorità.

Tuttavia, il cane in questione ha un nome, Pufi e una proprietaria. A distanza di un mese dalla sentenza, il giudicie ha emesso un nuovo ordine di cattura, dichiarando il cane un “fuggitivo”, sollecitando le autorità locali, Comune e Polizia, a catturare l’animale quanto prima per trasferirlo presso il canile.

Sul caso si è esposta la proprietaria di Pufi, Eliana Dalila che, in un’intervista al quotidiano La Jornada, ha assicurato che il suo cane non aggressivo. La donna ha poi spiegato come le denunce siano state in realtà presentate da un vicino di casa, con il quale avrebbe avuto dei diverbi. Il vicino per vendicarsi avrebbe cercato di colpire la donna, prendendosela con il suo cane. Dalila ha dichiarato quanto le accuse siano infondate.

Cane fuggitivo ricercato dalla polizia

Il caso ovviamente sta imbarazzando le autorità municipali. Il sindaco di Wanda sembra essere stato messo alle strette. Infatti, il primo cittadino è stato raggiunto dalla lettera del giudice che lo incita a ritrovare l’animale per chuiderlo dietro le sbarre del canile. Tuttavia, nella sentenza il cane era stato considerato un randagio. Il fatto che abbia una proprietaria sta ora capovolgendo la situazione. La stessa polizia locale ha sostenuto di essersi recata in ben due circostanza presso l’abitazione della proprietaria e di non aver trovato l’esemplare in questione.

Un mandato di arresto considerato anomalo da parte dei media locali che evidenziano l’assurdità del caso. Molti cittadini stanno aspramente criticando le autorità, evidenziando che ci sarebbero cose più importanti alle quali dovrebbero dedicarsi le istituzioni.

Al momento Puffi resta un fuggitivo per la legge.

C.D.