Home Cronaca Pordenone, morta gattina colpita da fucilata: è caccia al colpevole

Pordenone, morta gattina colpita da fucilata: è caccia al colpevole

CONDIVIDI
FOTO – Screenshot YouTube

Ha avuto un triste epilogo la brutta vicenda andata in scena a Porcia, comune in provincia di Pordenone, dove ieri mattina una povera gattina di 3 anni è morta per le gravissime ferite ricevute dopo essere stata colpita con un fucile ad aria compressa. Le lesioni riscontrate dai medici veterinari sono state troppo gravi da poter curare purtroppo. Il fatto si era svolto alcuni giorni fa, quando il gatto ed un cane, un bel Labrador, erano diventati i malcapitati bersagli della furia di una persona. Entrambi gli animali appartenevano ad una donna, professionista molto stimata a Porcia, e non avevano mai dato fastidio a nessuno né creato problemi di sorta. La Polizia che ha svolto una rapida indagine su quanto successo è giunta infine al sequestro di una carabina modello Diana 4.5 appartenente ad un uomo anziano, vicino di casa della padrona dei due poveri animali.

Nei confronti del pensionato è già stato notificato un provvedimento di denuncia per maltrattamento ed uccisione di animali, stando a quanto stabilito dall’articolo 544 bis del codice penale. Ma questi nega qualsiasi implicazione ed aggiunge inoltre che l’arma in suo possesso era regolarmente detenuta. I due animali erano stati colpiti in due distinti episodi: prima era toccato al cane circa una decina di giorni fa, poi mercoledì scorso è toccato alla gattina venire impallinata. E tutti e due sono stati sottoposti ad un intervento chirurgico, che per il cane è risultato provvidenziale e ha portato all’estrazione di un pallino nel torace, mentre non è servito a niente nel caso della micetta.

Le indagini comunque non hanno ancora un colpevole, nonostante il sequestro dell’arma dell’anziano: ci sono diversi aspetti da approfondire, come stabilire la distanza dalla quale sono stati esplosi i colpi, anche se nei casi di coinvolgimento di armi ad aria compressa la balistica risulta non essere sempre affidabile, a causa della canna liscia della stessa arma utilizzata. Manca poi un movente: l’anziano non ha mai denotato segni di insofferenza versi gli animali sia della donna in questione che in generale, in più non ci sono mai state discussioni tra i due, stando a quanto emerso. Ed a Porcia intanto si continua a parlare di questo brutto fatto. Un altro episodio shock era avvenuto nel Livornese, dove i proprietari di un cane hanno effettuato una scoperta incredibile in un modo ancora più da non credere.