Home Cronaca Morto in canile di Rieti dopo poche ore dal suo ricovero: nessuno...

Morto in canile di Rieti dopo poche ore dal suo ricovero: nessuno lo aveva curato

CONDIVIDI

Un video piuttosto sconfortante di un cane, agonizzante, ricoverato al canile di Rieti la mattina del 22 aprile scorso e che in tarda serata è deceduto, senza che nessuno abbia prestato soccorso al povero animale.
L’associazione italiana difesa animali e ambiente (AIDAA) ha ricevuto subito la segnalazione da parte di alcuni volontari che hanno filmato l’agonia del povero cane, lasciato in un box. L’associazione si è pertanto immediatamente interessata al caso, inviando una segnalazione a poche ore di distanza dal ritrovamento del cane alla polizia municipale di Rieti. Lo stesso presidente Aidaa, Lorenzo Croce ha tenuto a sottolineare che “i vigili di Rieti erano a conoscenza del fatto”. Come evidenziato dal video e ricordato da Aidaa in un posto, il povero animale era in gravi condizioni ma “pare che non sia stato curato a dovere o comunque non in tempo”.
L’associazione animalista ha poi spiegato di aver appreso solo dopo varie sollecitazioni che il cane era deceduto.
Per questo, il presidente ha deciso di presentare esposto alla Procura di Rieti per chiedere chiarimenti e d’indagare sul caso e verificare se non vi siano state delle omissioni e sulle responsabilità nella morte del cane.

Lo stesso Croce, in una nota, ha poi chiesto di essere sentito dai carabinieri per fornire le notizie di reato, di cui potrebbe venire a conoscenza nei prossimi giorni: “Tengo a precisare che non rispondo a nessuna polemica, noi stiamo ai fatti e i fatti come a nostra conoscenza ci fanno chiedere alla magistratura indagini approfondite sulla morte di quel cane, abbiamo dei sospetti che comunque non riveleremo ne qui ne in altre sedi se non quelle giudiziarie”, ha commentato Croce, precisando di non voler incolpare nessuno e di aver una documentazioni sul caso, al riguardi di chi era già intervenuto.

Interpellato telefonicamente, Croce ha ribadito l’impegno di Aidaa nell’andare a fondo a diverse questioni troppe volte lasciate in sospeso. Tra i vari casi che Aidaa ha denunciato, presentando degli esposti alle Procure, vi sono quelle del cane bastonato a Valdossola, quella di Rieti o il caso della multa al proprietario di un cane che ha urinato per strada a Torri del Benaco.

In realtà, questo caso, l’ennesimo di una lunga lista, riporta in primo piano la situazione di continua emergenza in cui vertono le istituzioni e le priorità di una strategia pianificata e di organizzazione nell’offrire un servizio efficiente.