Home Cronaca Nel bus senza museruola: sotto accusa la proprietaria di un cane

Nel bus senza museruola: sotto accusa la proprietaria di un cane

CONDIVIDI
(Pixabay)

Non tutti sono disposti a convivere con animali che vengono portati su mezzi di trasporto pubblici, bus o treni che siano, soprattutto se poi questi si rivelano particolarmente aggressivi. C’e da dire che spesso questi atteggiamenti derivano dai propri proprietari. La testimonianza sembra essere quanto accaduto sul bus numero 30 a Firenze e riportato dai quotidiani locali.

Un cane, privo di protezioni, di grossa taglia e di una razza potenzialmente aggressiva, è stato infatti il terrore di alcuni passeggeri, tant’è che la conducente del bus ha dovuto fermare il mezzo. Gran parte dei presenti nel bus, spaventati dal cane, che non aveva neanche la museruola, sono scesi dal mezzo. Hanno così aspettato un altro bus per proseguire il viaggio. Nel frattempo, è arrivata la polizia che ha denunciato la proprietaria del cane. Il fatto è avvenuto in via Pratese, all’altezza di via Primo Settembre.

La donna, una 50enne originaria della Sicilia, deve ora rispondere del grave reato di interruzione di pubblico servizio. Più volte, sarebbe stata richiamata dalla conducente del bus, che le metteva davanti il regolamento per spiegarle che quel cane non poteva viaggiare senza museruola. La donna avrebbe anche affrontato passeggeri e conducente dell’autobus e ci avrebbe litigato. Solo l’intervento delle forze dell’ordine ha riportato la calma, ma l’episodio ha creato strascichi polemici e in molti sono tornati a mettere sotto accusa la sicurezza sui mezzi pubblici.

Il cane abbandonato nel bus

Una vicenda totalmente opposta invece quella avvenuta a Genova, nei pressi di Brignole, e che è stata raccontata dal portale Genova Today. Un povero cane è stato trovato a bordo di un autobus, abbandonato da chissà chi, e di lui si sono presi cura alcuni passeggeri e il conducente. L’episodio si è verificato la mattina del 2 agosto. Su un mezzo in servizio sulla linea 45, appena partito, un passeggero ha notato il cane. Questi era senza collare e medaglietta.

Nessuno dei presenti è il proprietario del cane e così Marco, così si chiama il passeggero, ha avvisato il conducente. Era a quel punto evidente che il cane fosse abbandonato. Quando l’autista è tornato al capolinea di Brignole ha avvisato i colleghi dell’accaduto, cercando di trovare con loro una soluzione. Nel frattempo i passeggeri trattenevano l’animale, che cercava di scappare ogni volta che l’autobus si fermava. Si tratta di un cane di taglia medio-piccola, che ora è stato affidato alle cure del soccorso animali.

GM