Home Cronaca Palermo: furgone con un migliaio di animali morti

Palermo: furgone con un migliaio di animali morti

CONDIVIDI

Macabra scoperta al porto di Palermo dove le autorità hanno scoperto un furgone contenente centinaia di animali di diverse specie di cui molti erano morti.
I finanzieri hanno fatto un controllo di routine ad un furgone Fiat Ducato che proveniva dalla Campania. All’interno del furgone, senza ventilazione, vi erano un migliaio di esemplari tra uccelli e pappagalli di varie specie, criceti, ma anche tartarughe, rospi, scoiattoli, iguana, pitoni e camaleonti, in pessime condizioni, cinquecento dei quali deceduti.

Gli altri animali ancora in vita, molti dei quali agonizzanti sono stati messi in salvo.  Gli animali erano destinati all vendita e dovevano essere distribuiti a diversi negozi della provincia di Palermo.

Il conducente, Sabato Polito è stato accusato di maltrattamento di animali.

Purtroppo questo fenomeno è ricorrente e nonostante le normative per assicurare le condizioni migliori per gli animali durante i trasporti, c’è ancora chi viola la legge a scapito della vita dei 4zampe che sono considerati semplice merce.

Non a caso, le associazioni animaliste si battono per la tutela degli animali che siano destinati alla vendita come nel caso del traffico dei cuccioli o di altre specie sia nel caso degli animali destinati al macello. Spesso si sentono notizie su sequestri avvenuti in occasione delle festività periodo in cui migliaia di agnelli o altri animali destinati alla macellazione vengono trattati in condizioni disumane e periscono o si feriscono durante il trasporto. Animali la cui condizione di salute passa in secondo piano in quanto in ogni modo sono destinati al macello.