Home Cronaca Passa su un tombino: cane muore sul colpo folgorato

Passa su un tombino: cane muore sul colpo folgorato

CONDIVIDI
(screenshot Youtube)

Un dramma assurdo si è consumato la sera di Ferragosto, sul lungomare di Pescara, nel pieno centro della città. Vittime un cane e un 34enne. Ad avere la peggio è stato l’animale, morto folgorato. Grave anche il giovane rimasto ferito, ma se la caverà. Il ragazzo stava passando sul lungomare, nella zona di Villa De Riseis, quando improvvisamente è caduto facendo un salto in avanti. Poco dopo, un cane è praticamente morto sul colpo, folgorato.

Entrambi erano passati su un pozzetto elettrico andato in tilt, forse per un corto circuito. Sul luogo della tragedia, Polizia municipale, Vigili del Fuoco, Polizia, tecnici e veterinario della Asl. Il giovane coinvolto ne avrà per venti giorni. Da quanto risulta, il pozzetto era chiuso, ma bagnato esternamente a causa del sistema di irrigazione con il quale vengono innaffiate le aiuole sul lungomare. Il cane morto era un meticcio di proprietà di una coppia di turisti.

L’animale è morto praticamente all’istante. Ma se il vostro amico a quattro zampe, cane o gatto che sia, dovesse essere colpito da una scarica elettrica voi potete fare ben poco. Per questo occorre ricorrere alle cure del veterinario.

La denuncia del vicesindaco

Il vicesindaco Antonio Blasioli ha spiegato: “Da una prima ricognizione è emerso che c’è stata una serie di coincidenze difficilmente ripetibili. Sconvolge che non abbia funzionato il differenziale che avrebbe messo in sicurezza da perdite di tensione. È capitato infatti che il cavo avesse la muffola leggermente rovinata e che lo stesso cavo toccasse il pozzetto; ma soprattutto è capitato che, per cause da accertare, non è scattato il differenziale che avrebbe isolato la zona, con gli effetti che sono purtroppo diventati cronaca. Da questa mattina alle 8 è stata ripristinata integralmente la muffola, per cui tutto ora è in sicurezza”.

Secondo l’amministratore locale, “l’incidente è inspiegabile, soprattutto alla luce dell’appalto affidato da Pescara Energia ad Enel Sole per la gestione, la manutenzione e la riqualificazione della pubblica illuminazione con impianti a led”. Prosegue il vicesindaco: “Siamo allibiti e costernati per quello che è capitato prima ad un passante e poi al cagnolino che hanno avuto la sventura di imbattersi in quel pozzetto dell’illuminazione pubblica. E aggiunge: “Siamo solidali e vicini a tutti coloro che sono rimasti coinvolti nell’incidente”.

“La cosa che ci preme in assoluto ora è evitare che si possa ripetere una situazione grave e rischiosa come quella che si è manifestata ieri, alla fine di un Ferragosto che è passato tranquillo per tutta la gioranta, senza manifestare nessuna particolare criticità”, conclude la nota del vice sindaco Blasioli.