Home Cronaca Pitbull contro una cagnolina. L’assicurazione: “Non paghiamo, giocavano”

Pitbull contro una cagnolina. L’assicurazione: “Non paghiamo, giocavano”

CONDIVIDI
Pitbull (Pixabay)

Stavano giocando tra loro quando è successo il fattaccio: per questo l’assicurazione non risarcirà il proprietario di una bassottina, aggredita da un pitbull. La vicenda risale al 6 marzo 2016 ed è ricostruita da ‘Il Gazzettino’. Il tutto è avvenuto all’interno dell’abitazione di un 61enne di Camponogara, che aveva un giovane pitbull. Un giorno arriva a casa un’amica del figlio, portandosi dietro la propria bassottina. I due cani hanno giocato senza alcun problema in cortile.

A un certo punto, però, il pitbull morde la cagnolina, che sembra riportare solo una lacerazione esterna. Successivi esami mostrano invece che Nina – così si chiama la bassotta – ha delle preoccupanti lesioni interne. Per tale ragione, viene sottoposta a un intervento chirurgico molto delicato. La cagnolina si riprende, ma tra esami e radiografie, operazione, giorni di degenza, medicinali e terapia, il conto è davvero salato: duemila euro. Soldi che l’assicurazione si rifiuta di risarcire, sostenendo che comunque i due cani giocavano, col consenso della proprietaria.

Aggredita coi suoi due bassotti

Proprio ieri vi avevamo parlato della disavventura capitata a una donna, aggredita assieme ai suoi bassotti da due meticci di grossa taglia lasciati liberi. Il proprietario dei cani è andato via, senza prestare aiuto. Ora uno dei due bassotti, Melody, undici anni, è  in gravi condizioni a causa delle ferite riportate, in una clinica veterinaria. L’episodio ha avuto luogo a Montorfano, nel comasco, scatenando polemiche.

Ha denunciato la donna al quotidiano ‘La Provincia di Como’: “È successo verso le 9. Avevo appena appoggiato il mio zaino a terra per dare dei biscotti a miei due bassotti, Melody e Poppy, quando all’improvviso ho visto arrivare di corsa verso di me due cani”. Si sarebbe trattato di due incroci con rottweiler, di proprietà di un uomo “penso un cacciatore”. Questi rassicura la donna, dicendole che i suoi cani non mordevano: “Ho fatto appena in tempo a sollevare da terra Poppy quando i due si sono avventati su Melody, riducendola in fin di vita”. Il proprietario dei cani aggressivi è andato poi via.

L’aggressione di Forlì

Un episodio del genere è avvenuto anche a Forlì. Drammatica infatti la situazione di un povero cane che è stato gravemente ferito da un pitbull, che lo ha lasciato con profonde lesioni. L’animale, tra le le altre cose, ha riportato la perforazione di un polmone e diverse costole rotte. Operato d’urgenza, è salvo grazie a un intervento chirurgico d’urgenza, ma viste le gravissime ferite che ha riportato, ora dovrà affrontare una una lunga degenza. L’aggressione è costata cara anche a un giovane di 17 anni ferito nel tentativo di dividere i cani. Anch’egli è stato infatti morso dal pitbull, ma al momento da parte sua non è arrivata alcuna denuncia.

GM