Home Cronaca Pitbull sbrana padrona all’improvviso: “C’era sangue ovunque”

Pitbull sbrana padrona all’improvviso: “C’era sangue ovunque”

CONDIVIDI

Un dramma è accaduto in Australia e ha visto protagonista in negativo un cane. Si tratta di un Pitbull per la precisione, che durante la notte è letteralmente impazzito e ha aggredito la propria padrona. La vittima si chiamava Tania Klemke e sembra che lei stessa avesse notato un improvviso cambiamento nel comportamento del suo quattrozampe, di nome Simba. Il tutto era dovuto ad una rapina in casa subita non molto tempo fa, che lo stesso cane aveva sventato. Per lui Tania si era beccata anche una pallottola allo scopo di difenderlo. E non voleva separarsi dall’animale per nessun motivo al mondo, nonostante fosse evidente la pericolosità nel tenerlo in casa. Ed infatti si è consumato questo dramma.

Tania è stata trovata a terra riversa nel suo stesso sangue, ormai priva di vita. Il pavimento era completamente diventato rosso. Il Pitbull ha colpito di notte, durante un raptus improvviso, sfogandosi sulla donna. Ad assistere alla scena c’era anche il fidanzato della vittima, che ha allertato i soccorsi. Gli agenti intervenuti sono stati costretti a sparare al cane. Questi si era scagliato anche contro di loro, rendendo necessario l’utilizzo della forza bruta.

Cane sbrana padrona, è possibile individuare il motivo

L’uomo che ha visto tutto afferma che l’accaduto è nato all’improvviso e senza alcun apparente motivo. Il primo ad essere stato attaccato era stato proprio lui. Tania era subito intervenuta per difenderlo ma a quel punto Simba si è scagliato con tutta la sua ira istintiva contro la propria padrona. Per i medici accorsi sul luogo dove è avvenuto il dramma non è stato possibile fare niente se non riscontrare la morte di Tania, alla quale sono state fatali diverse lesioni provocate dal suo cane. Il fidanzato è stato condotto in codice rosso all’ospedale, ma non è in pericolo di vita. Di solito, quando avviene una circostanza del genere, il motivo di fondo è da ricercare in un qualche disagio vissuto dal cane. Un discorso simile era già stato fatto nelle scorse settimane qui da noi in Italia. La vicenda della bambina sbranata nel Bresciano dai Pitbull di famiglia aveva innescato proprio questo dibattito.