Home Cronaca Punto da un’ape, muore l’imprenditore agricolo Rino Arisi

Punto da un’ape, muore l’imprenditore agricolo Rino Arisi

CONDIVIDI
Rino Arisi

Non c’è stato nulla da fare per Rino Arisi, 65 anni, agricoltore molto noto nella comunità di Persichello, frazione di Persico Dosimo, in provincia di Cremona. Secondo quanto appurato, a uccidere il povero agricoltore è stata la puntura di un’ape. Rino Arisi, infatti, si trovava nei campi a bordo del suo trattore. Appena gli altri presenti si sono accorti che stava male, hanno allertato automedica e ambulanza del 118.

All’arrivo dei soccorsi sul posto, Rino Arisi era però già privo di vita e hanno potuto solo constatare che il dramma si era ormai consumato. Sul posto sono giunti anche i militari dell’Arma dei carabinieri, ma non sembrano esserci dubbi che l’agricoltore sia andato in choc anafilattico a causa della puntura di insetto.

L’imprenditore agricolo era molto conosciuto nella zona di Dosimo e dintorni, dove si è consumato il dramma, e secondo quanto appurato sapeva di essere allergico al veleno delle api, tant’è che è stato egli stesso ad avvertire immediatamente la moglie di quanto gli era accaduto prima di perdere i sensi.

Le punture di api possono avere delle conseguenze devastanti anche per gli animali: particolarmente scioccante è la vicenda di un pit bull di nome Stinger, che è nato sordo a causa di una malformazione e per questo un giorno, nel mese di settembre 2016, quando è rimasto solo in giardino non si è accorto che si stava avvicinando uno sciame di api che si sono letteralmente scaraventate su di lui e a migliaia lo hanno punto su tutto il corpo, riducendolo in fin di vita.

Stinger è riuscito a trascinarsi fino alla porta di casa, svenendo dal dolore fino a quando non è stato ritrovato dai proprietari che lo hanno preso e portato dal veterinario. Purtroppo come spesso accade le spese per i trattamenti erano troppe elevate e i padroni hanno preferito dileguarsi, senza farsi scrupoli lasciando dietro di sé il loro amico che stava sdraiato inerme sul lettino dell’ambulatorio e che li ha visti allontanarsi senza fare più ritorno.

Il pitbull è stato poi preso in consegna da alcuni volontari, quindi ha iniziato a guarire e ogni giorno le sue condizioni miglioravano, lasciando comparire il cigno. Infatti, Stinger si è rivelato non solo un bellissimo esemplare di razza ma anche un cane meraviglioso, innamorato delle persone, con un carattere dolce e divertente.

Nei mesi scorsi, l’entomologo Justin Schmidt ha stilato una particolare graduatoria dei dieci insetti le cui punture risultano essere le più dolorose in assoluto. Si tratta di insetti ‘esotici’ e la classifica è “dominata” dalla Vespa Guerriera del centro e sud America, la cui puntura è come quella della Formica proiettile solamente dieci volte peggio.