Home Cronaca Rottweiler aggrediscono cane e padrone: panico a Prato

Rottweiler aggrediscono cane e padrone: panico a Prato

CONDIVIDI

Sono sfuggiti al controllo del padrone che li stava tenendo al guinzaglio e si sono letteralmente accaniti su un cagnolino di piccola taglia e sul padrone che cercava di difendere il suo cane.

E’ il tragico episodio di cronaca registrato in un quartiere di Prato nel primo pomeriggio dello scorso 22 febbraio. I due cani di grossa taglia, di razza rottweiler, stavano passeggiando al guinzaglio quando alla vista di un altro cane hanno strattonato il padrone, facendolo cadere a terra e trascinandolo via, per scaraventarsi sul cagnolino.

L’esemplare di piccola taglia ha riportato diverse ferite e sta lottando per la vita, tra cui delle fratture alle due zampe anteriori e una profonda ferita all’addome. Anche il padrone del cane vittima dell’aggressione, nel tentativo di difendere il cane ha avuto delle ferite ad una gamba e ad un braccio. Nella concitazione generale, sul posto era presente anche la moglie della vittima che è svenuta per lo choc assistendo alla scena.

Immediato l’intervento della Polizia municipale che è riuscita a bloccare i due rottweiler e ad allertare il 118 per trasferire i due coniugi al pronto soccorso.

Ancora una volta, un caso di aggressione con protagoniste razze pericolose che riporta in primo piano il tema riguardante un percorso di formazione previsto tra l’altro anche dal Ministero della Salute per i proprietari di cani appartenenti a quelle razze. Purtroppo, si tratta di animali, la cui forza viene sottostimata, detenuti da persone a volte alla prima esperienza. Non tutte le razze sono adatte ad uno stile di vita particolare e per questo la scelta del cane è importante ponderarla per evitare pericoli di questo tipo e tragedie come quella che si è consumata in Provincia di Caserta con due dogo argentini che hanno sbranato un bambino di 18 mesi, tra le braccia della madre.

Addestramenti di un certo tipo, la poca socializzazione dell’animale, traumi o uno stile di vita troppo sedentario, magari reclusi in un box, possono portare i cane ad essere imprevedibili e aggressivi, ad avere una condizioni mentale stressata che può sfociare in comportamenti sbagliati.