Home Cronaca Salvato un cane lasciato su un terrazzo sotto il sole rovente

Salvato un cane lasciato su un terrazzo sotto il sole rovente

CONDIVIDI

Rischiava di morire lì, sul terrazzo condominiale, senza acqua né riparo dal sole, un giovane meticcio, simile a un labrador, abbandonato dal padrone a Pero, nel milanese. Provvidenziale è stata la segnalazione di una vicina di casa, che abita nel palazzo di fronte e ha notato quel povero cane dimenarsi e cercare di arrampicarsi su uno dei parapetti del terrazzo, rischiando di cadere nel vuoto.

Alla fine, il povero cane è stato salvato dall’intervento dei militari dell’Arma dei Carabinieri e dai soccorritori dell’Ente nazionale protezione animali di Milano, mentre il suo proprietario si è beccato una denuncia per maltrattamento di animali.

Ermanno Giudici, presidente di ENPA Milano, mette in evidenza: “Ancora una volta, nonostante siano passati solo pochi giorni da un altro episodio simile, dove un cane si è lanciato nel vuoto per l’eccessiva permanenza su un balcone sotto il sole, è capitato un episodio analogo, non sfociato in una disgrazia solo per presenza di spirito di un cittadino”. Quindi lancia l’accusa a polizia locale e polizia di Stato per non essere prontamente intervenute.

L’Enpa ha inoltre aggiunto che “è fondamentale che tutti i cittadini sappiano che alle segnalazioni di presunto maltrattamento di animali, le forze dell’ordine sono obbligate ad uscire per legge perché il maltrattamento sia interrotto e vengano presi tutti i provvedimenti necessari per la salvaguardia dell’animale e per la denuncia di chi commette il reato”.

Nei giorni scorsi, vi avevamo parlato del caso di una cagnolina meticcia che è morta di stenti dopo essere stata lasciata da sola in casa dal suo padrone in un appartamento di Cesano Maderno, in provincia di Monza. Dalle indagini è risultato che l’uomo, un 56enne del luogo, ha smesso di pagare l’affitto circa tre mesi fa, quindi è sparito senza lasciare traccia.

A Monza, un povero cane è stato lasciato da solo in casa per circa un mese dal suo proprietario, un 39enne originario dello Sri Lanka, partito a inizio maggio per un viaggio nel suo paese. A lanciare l’allarme sono stati alcuni vicini di casa, che sentivano i latrati dell’animale.

In precedenza, vi abbiamo parlato di una drammatica vicenda di abbandono di cani, avvenuta a Santa Maria di Sala, in provincia di Venezia, dove cinque cuccioli appena nati sono stati trovati rinchiusi in un sacchetto. I piccolini sarebbero morti nel giro di poco tempo se non fosse stato per una donna che, passando nel luogo dell’abbandono, li ha notati all’interno di una busta di carta di quelle utilizzate solitamente per avvolgere il pane.

Aveva anche fatto discutere quanto accaduto a Casale Monferrato, dove una donna ha parcheggiato l’auto in piazza Castello lasciando all’interno il suo cane. La vicenda, che testimonia quanto a volte vi sia da parte dei proprietari di animali incuria piuttosto che spirito di protezione, si è risolta fortunatamente nel migliore dei modi.