Home Cronaca Scappato per i botti, ritrovato da metronotte e dai carabinieri

Scappato per i botti, ritrovato da metronotte e dai carabinieri

CONDIVIDI

All’indomani della notte di Capodanno, come ogni anno si fanno i conti con gli incidenti provocati dai festeggiamenti, soprattutto dai tradizionali “botti” che vengono sparati allo scoccare della mezzanotte per accogliere il nuovo anno. Un momento fatidico per molti animali terrorizzati dai rumori forti. Non a caso, prima della fine dell’anno, le associazioni promuovono campagne di sensibilizzazione mirate alla tutela dei nostri compagni a 4zampe la sera della fine dell’anno.

Tra le tante tragedie che si sono registrate la notte del 31 dicembre, un pastore tedesco a Piacenza se l’è vista brutta. Il povero animale, nel mezzo dei festeggiamenti, si è spaventato, scappando dalla sua abitazione e ritrovandosi a vagare lungo la carreggiata di una strada piuttosto pericolosa.

Nei pressi di un cavalcavia, il pastore tedesco probabilmente disorientato si era seduto nel mezzo della carreggiata, provocando la brutta frenata di una pattuglia di Metronotte Piacenza che è riuscita ad evitare l’esemplare, con una brusca manovra. I due addetti alla sicurezza notturna hanno cercato di far salire il cane in auto e di allontanarlo da quel punto pericoloso della strada. Ma il cane, come riporta ilpiacenza.it, era evidentemente troppo impaurito e non si faceva avvicinare. Ecco perché è stato necessario l’intervento di una pattuglia dei carabinieri della stazione di Pontenure che dopo un’ora di tentativi sono riusciti a recuperare l’animale.

Un lieto fine per quell’esemplare di nome Yuki che, al termine dell’avventura, è stato riconsegnato ai suoi proprietari.

Sono numerosi gli esemplari smarriti a causa dei botti e in rete circolano già gli appelli. Nel caso di cani smarriti ci sono delle piccole procedure da avviare per ritrovarli. Sicuramente nell’era digitale e di internet, suggeriamo ai proprietari in ricerca dei loro cani di consultare le pagine facebook dedicate agli appelli della propria zona sia per verificare se non sia stato ritrovato il proprio cane sia per pubblicare un appello di smarrimento. Rivolgersi anche ai carabinieri, asl veterinaria, denunciando la scomparsa del cane e ai canili municipali o rifugi presenti nel territorio.