Home Cronaca Scimmia detenuta in un garage ad Andria: svolta nel caso

Scimmia detenuta in un garage ad Andria: svolta nel caso

CONDIVIDI

La vicenda della scimmia detenuta in un garage ad Andria, denunciata da ‘Striscia la notizia’: nelle scorse ore, è arrivata una svolta nel caso.

scimmia detenuta
(screenshot video)

Non è raro trovarsi di fronte a casi di maltrattamenti di animali non propriamente domestici. Se infatti, quelli a cani e gatti sono all’ordine del giorno, ancora più terribile è quanto può accadere a un animale selvatico. A dicembre scorso, il tg satirico di Canale 5 ‘Striscia la notizia’ si è occupato di un grave episodio avvenuto ad Andria, che riguardava una bertuccia detenuta in maniera illegale. La scimmietta si trovava in un garage per mezzi pesanti, chiusa dietro delle sbarre, con pochissima libertà di movimento.

Leggi anche –> Scimmia drogata dal suo proprietario: indignazione sulla Rete – VIDEO

La svolta nella vicenda della scimmia detenuta ad Andria

La svolta nella vicenda della scimmia detenuta ad Andria

La scimmia era detenuta al buio e questo – denunciava l’inviato Edoardo Stoppa, molto attivo per la difesa dei diritti degli animali – ne avrebbe fatto sicuramente un animale pericoloso, aggressivo. La bertuccia si trova in quel posto da molti anni e nelle scorse ore si è arrivati a una svolta: infatti si è ottenuto il trasferimento dell’animale, un’operazione che sicuramente non è per nulla semplice. Infatti, il primo passo è quello di sedare l’animale e per questo sul posto si è portato un veterinario. La bertuccia è in cattività e quindi si deve ricorrere a una cerbottana per colpirla col sedativo.

Questione di qualche minuto e l’animale inizia ad addormentarsi: a quel punto, c’è un altro rischio, ovvero che la scimmia possa cadere dall’impalcatura dove si trova. Non ne vuole sapere di scendere e allora occorre aspettare il momento esatto in cui il sedativo fa il suo effetto. Una volta sedata, la scimmia di Andria viene visitata e ci si sincera delle reali condizioni di salute, quindi viene messa in una gabbia apposita. La bertuccia viene affidata alla LAV, che si occuperà di lei da oggi e le farà ricevere tutte le cure necessarie. Sarà necessario un periodo di quarantena, ma poi potrà iniziare un percorso di recupero e la scimmietta potrà iniziare a stare con gli altri animali. Ribattezzata Lucy, la bertuccia sarà inserita nel programma ‘Born to be wild‘ per il recupero degli animali selvatici maltrattati.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI