Home Cronaca Seminava polpette avvelenate per cani: preso in flagrante

Seminava polpette avvelenate per cani: preso in flagrante

CONDIVIDI

Aveva seminato polpette avvelenate, carabinieri lo trovano in flagranza di reato

polpette avvelenate
Carabinieri forestali durante le indagini

“Vogliamo nome e cognome”, “Le dovrebbe mangiare lui ora a colazione”. Sono alcuni dei commenti lasciati dagli utenti in risposta alla notizia pubblicata dal quotidiano locale, La Nazione.

Nei giorni scorsi a Vernio, in provincia di Prato, un cane era stato trovato morto dopo aver ingerito polpette avvelenate.

Leggi–> Come intervenire in caso di avvelenamento del vostro cane

Immediata la denuncia alle forze dell’ordine che hanno subito avviato un’indagine. Grazie ad alcune informazioni i Carabinieri Forestali sono riusciti a risalire all’autore del gesto.

Durante dei controlli, con appostamenti, i carabinieri della forestale hanno preso l’autore delle polpette avvelenate in flagranza di reato. Ovvero, i militari, dopo qualche giorno dalla morte del cane, hanno trovato il sospetto mentre depositava a terra altre esche avvelenate.

Secondo quanto riferito dai media locali, le polpette erano composte di mangime umido per cani in scatola, mescolato con veleno per topi, conservate in delle bustine, per essere poi gettate a terra.

Le forze dell’ordine si sono recate presso l’abitazione dell’uomo, un podere situato nelle campagne di Vernio, dove sono state trovate scatole di veleno in un annesso agricolo di proprietà dell’uomo. Un veleno simile a quello individuato nel sangue del cane morte e una scatola di veleno per topi, ormai vuota, con tracce di polvere blu che testimoniavano il fatto che l’uomo l’avesse usata di recente.

L’uomo è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Prato per i reati di uccisione di animali, maltrattamento animali e getto pericoloso di cose.

Inoltre, il Comune di Vernio e la polizia provinciale di Prato sono stati invitati come da procedura in questi casi, a bonificare l’area al fin di rimuovere qualsiasi pericolo anche per la salute pubblica. A distanza di poche ore dalla notizie, il Sindaco di Vernio ha confermato che “gli uffici si sono già attivati per procedere subito alla bonifica della zona”.

Ti potrebbe anche interessare–> Sostanze tossiche e velenose diffuse nelle nostre case letali per il cane

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI