Home Cronaca Senzatetto sfugge ad incendio grazie al suo cane

Senzatetto sfugge ad incendio grazie al suo cane

CONDIVIDI

Cane randagio ©Getty Cane randagio ©Getty

Stolin Tomasek, un 33enne di nazionalità ceca senza fissa dimora e che da molto tempo si trova in Italia, ha raccontato al giornale ‘Il Resto del Carlino’ di essersela vista brutta. La sua roulette è stata divorata dalle fiamme nella notte tra venerdì e sabato scorsi, ma lui è riuscito a sopravvivere grazie ad Orso, il cane che gli tiene compagnia e ne condivide le sorti: “Ha iniziato ad abbaiare in maniera molto forte mentre io dormivo. I suoi latrati sono cominciati appena si è accorto che la roulotte stava andando a fuoco”.

Stolin prosegue: “Ho tentato di scappare via dalla porta, che però era bloccata. Alla vista di ciò ero davvero disperato, ho provato perciò a ricavare una via di fuga da un foro che c’era nel telaio, e finalmente ce l’ho fatta. Trenta secondi dopo essere riuscito a scampare al fuoco è crollato il tettucco. Se avessi fatto appena un pò più tardi non sarei qui a raccontare la mia terribile esperienza. E non ce l’avrei fatta neanche se non ci fosse stato il mio fido Orso”.

L’incendio è avvenuto a Santa Cristina, nel Riminese, e precisamente in via Grottazza. I residenti lamentano che si tratta del sesto caso del genere nell’ultimo anno e mezzo e che anche stavolta è opera di un piromane che sta agendo indisturbato. Stolin Tomasek racconta di avere anche altri cani ma che quella notte li aveva lasciati fuori. La sua abitazione di fortuna era composta di legno sottile e di polistirolo, tutti materiali facilmente infiammabili. Lui se l’è cavata con qualche scottatura, ma è stato condotto comunque al pronto soccorso per essere dimesso poco dopo. Dei suoi pochi averi però non è rimasto niente.

“I miei documenti, qualche vestito e pochissimi soldi che avevo sono bruciati. Il giorno dopo non avevo scarpe, ma i miei vicini me ne hanno regalato un paio. Questa è opera di un piromane, un paio di ore prima aveva provato ad appiccare il fuoco ad un campo qui vicino. Forse era arrabbiato per aver fallito. E penso di sapere chi possa essere stato, già una volta ho provato ad inseguirlo”. Purtroppo non c’è stato un lieto fine invece tra un altro cane e la sua padrona.