Home Cronaca La storia di Napoleone, abbandonato con un buco in testa – VIDEO

La storia di Napoleone, abbandonato con un buco in testa – VIDEO

CONDIVIDI
Napoleone
(Facebook)

La storia terribile di Napoleone, un povero pitbull abbandonato con un buco in testa: corsa contro il tempo per salvare l’animale.

Ancora una brutta vicenda che arriva da Agrigento e provincia: di questo lembo di terra siciliana, negli ultimi mesi, vi abbiamo parlato purtroppo diverse volte e sempre in maniera spiacevole. Abbiamo denunciato casi di cani avvelenati, impiccati, uccisi in maniera orribile, o anche “solo” vittima di violenze terribili. L’ultimo caso in ordine di tempo viene denunciato dall’Oipa di Agrigento e il protagonista è un cane che è stato ribattezzato Napoleone. Denuncia l’Oipa via Facebook: “Accasciato a terra sul ciglio di una strada, annichilito dal dolore causato da un’orribile ferita al cranio, infestata da larve: la ferita di Napoleone, giovane pitbull di un anno, è stata causata da un colpo violentissimo ed inferto volontariamente, la cui intensità fa sospettare che sia un colpo assestato per aizzarlo nei combattimenti”.

Leggi anche –> Cane gettato da 10 metri di altezza e abbandonato con arti fratturati

La corsa contro il tempo per salvare la vita di Napoleone

(Facebook)

La scelta di chiamarlo Napoleone al termine di un sondaggio online: “Mi aiutate?! Sono due giorni che ci penso ma non riesco a decidermi sul nome”, ha chiesto Laura, una volontaria. La stessa volontaria che ha spiegato: “Era pieno di larve che hanno divorato parte della testa, per fortuna non sono arrivate al cervello. È stata asportata la pelle morta e messo sotto fluidi, ha la febbre alta dovuta all’infezione”.

Quella del povero Napoleone è una brutta vicenda che testimonia la barbarie umana e che l’Oipa racconta con queste parole: “Ricoverato in clinica, Napoleone ora sta un po’ meglio, anche se è ancora molto debole per via del grave stato di anemia in cui versa, causato dalle tantissime zecche che ricoprivano il suo corpo. Medicato più volte al giorno, questo giovane cane sta lottando con tutte le sue forze per reagire e noi facciamo il tifo per lui”. Ora Laura lancia un appello: “Chissà se da qualche parte ci sia già qualcuno disposto ad aspettare che si riprenda per dargli una famiglia”. La speranza è che questo povero pitbull possa avere presto la serenità che forse gli è sempre mancata.

Potrebbe anche interessarti –> Agrigento, cane ucciso in maniera orribile: qualcuno lo ha impiccato