Home Cronaca Storia di Stellina, la cagnolina che ha adottato tre mici – VIDEO

Storia di Stellina, la cagnolina che ha adottato tre mici – VIDEO

CONDIVIDI

Romeo, Matisse e Bizet, tre cuccioli di gatto nati da pochi giorni, erano stati abbandonati tra i rifiuti dove Stellina li ha trovati mentre era in compagnia della sua proprietaria, Giusy. La vicenda, che ha avuto un bel lieto fine, è accaduta a Tivoli, cittadina laziale non lontana da Roma, verso est. La padrona della cagnetta “ha scelto di non restare indifferente e di prendere con sè i gatti e di portarli a casa, con Stellina”.

La bella storia viene raccontata dall’Enpa (Ente Nazionale protezione animali – Onlus): l’associazione, che ha messo in rete un video ha spiegato come Stellina, una volta a casa, “ha preso i cuccioli per la collottola e li ha portati in una grande bacinella azzurra, da lei ritenuta il luogo più accogliente e sicuro dell’abitazione, il posto ideale per allattarli, leccarli e coccolarli proprio come farebbe la loro mamma naturale”.

I gattini appena nati, anche se perdono la mamma, possono essere adottati e allattati, anche da un cane, mentre se ad accudirli è una donna le possibilità di sopravvivenza sono davvero scarse. E’ davvero difficile pensare che Romeo, Matisse e Bizet sarebbero resistiti a lungo se non fossero stati trovati da Giusy e Stellina. Forse sarebbero morti di stenti oppure sarebbero stati prelevati dal camion dei rifiuti.

La cagnolina, spiegano i veterinari, ha sempre avuto un forte desiderio di maternità, tanto da avere avuto a che fare con quella che viene definita “gravidanza isterica”. Proprio questo impulso l’ha spinta, una volta avvertita la presenza dei gattini, a guaire e a raspare lungo i bordi di quella busta di plastica grigia con la zampetta.

In questa storia è importante anche il ruolo di Giusy: la proprietaria di Stellina, infatti, non è riuscita a restare indifferente di fronti a quei micini e se li è portati a casa, dove poi la cagnolina ha deciso di accudirli, mettendoli in quella grande bacinella, di quelle solitamente utilizzate per il bucato.

Finalmente, dunque, i piccoli Romeo, Matisse e Bizet sono finalmente al riparo da ogni pericolo anche perché sono costantemente seguiti dai veterinari dell’Enpa di Roma. Appena nati, i micini si sono dovuti immediatamente confrontare con quello che di peggio c’è nel mondo, vivendo l’abbandono, e con il meglio, rappresentato da un lieto fine da favola.