Home Cronaca Traffico illecito di cuccioli in Ciociaria

Traffico illecito di cuccioli in Ciociaria

CONDIVIDI

cuccioli

Natale è alle porte e si moltiplicano gli interventi della Guardia di Finanza per contenere il fenomeno del traffico illecito di cuccioli dall’Europa dell’Est: sono stati effettuati con esito positivo due controlli in Friuli Venezia Giulia (clicca qui) e in Veneto.

In ultimo, al termine di un’indagine condotta dalla Finanza di Frosinone è stato denunciato un ragazzo di 30 anni originario della Campagna, trasferitosi da tempo in Ciociaria. I militari stavano indagando su dei movimenti sospetti e hanno individuato un locale privo di insegne, adibito a garage a Frosinone, dove venivano stoccati dei cuccioli importati illegalmente dai paesi dell’Est per poi essere commercializzati o smistati ai negozi.

Sul posto è intervenuto anche il servizio veterinario della ASL di Frosinone, che ha verificato le condizioni di salute dei cuccioli, in buono stato, ma privi di microchip e di una documentazione idonea per legittimare la provenienza. La Asl ha inoltre accertato che, all’interno del locale, non vi era un adeguato piano di profilassi sanitaria. I cuccioli,in totale 8 piccole bestiole, sono stati pertanto sequestrati e affidati ad un`associazione di volontariato di Arce.

Il giovane è ora accusa d’aver importato illecitamente dall`Est Europa cuccioli di cane di razze pregiate, privi della profilassi sanitaria e della documentazione. I cuccioli erano poi venduti completamente “in nero” in Ciociaria.