Home Cronaca Trovano Giada mentre sono in vacanza e decidono di non lasciarla morire

Trovano Giada mentre sono in vacanza e decidono di non lasciarla morire

CONDIVIDI
(Pixabay)

Qualche settimana fa vi avevano raccontato di Morrie e della sua proprietaria Rachel. La donna aveva confessato di aver versato al veterinario una intera sua mensilità pur di salvare il micetto, dopo aver trovato smarrito. Un bel gesto è stato compiuto anche da due volontari dell’Apaca di Belluno. In vacanza ad Atene, si sono imbattuti in Giada, una gattina con l’encefalite. Alessandra Lentini e Mitia Quagliano, questo il nome dei volontari, la portano da un veterinario in Grecia. Questi spiega però che può tenerla solo tre giorni. Così si attivano per cercare un riferimento tra i volontari locali e contattano Eleni Kefalopoulou.

Questa si rende disponibile ad attivarsi e a fare tutto il possibile per Giada, i due volontari intanto erano tornati in Italia. Ma garantiscono che avrebbero coperto le spese dei vaccini, dei microchip e dell’antirabbica. Poi – attraverso un annuncio pubblicato da Alitalia – trovano una donna greca sposata con un italiano, Elena Botini. Questa accetta di aggiungere ai suoi bagagli il trasportino con dentro la micia. Venerdì scorso i due volontari dell’Apaca Belluno hanno riabbracciato così Giada.

Alessandra Lentini ha raccontato al Corriere del Veneto l’emozione di vivere questa ‘avventura’: “La cosa che più mi ha colpita sono stati gli aiuti che, mano a mano, abbiamo ricevuto. L’Apaca e l’Enpa ci hanno aiutato soprattutto a trovare qualcuno disponibile a farsi carico di Giada durante il volo aereo. Oltre una cinquantina avrebbero aderito. Quest’aspetto ha controbilanciato l’indifferenza e il menefreghismo trovato ad Atene, dovuti probabilmente ed una cultura diversa e ad un momento storico particolare”.

La storia del gatto Twerk

Nei giorni scorsi, vi avevano parlato di un altro micio molto particolare e bisognoso di cure. Lo hanno ribattezzato Twerk, per la sua involontaria capacità di ballare il twerking, ma la sua è una vicenda davvero dolorosa, con un lieto fine. Il gattino, infatti, è stato portato all’Humane Animal Rescue di East End, a Pittsburgh, negli Stati Uniti, nei primi giorni di luglio. Il suo proprietario era preoccupato perché il gatto non riusciva a muoversi come i suoi fratelli gattini.

Aveva infatti dei movimenti del tutto scoordinati e i volontari del rifugio di animali l’hanno fatto visitare da u veterinario. E’ emerso che Twerk era affetto da una ipoplasia cerebrale che gli impedisce di muoversi in modo volontario. Un video mostra come il gattino si muova come se fosse un ballerino di twerking. Purtroppo è qualcosa di involontario, ma le immagini sono divenute virali in Rete.

Qualcuno ha così deciso di adottare il micio, che rischiava di essere soppresso. Lo ha infatti preso con sé Sara Garbin, che – dopo aver visto il video – ha contattato il gruppo di volontari. Quindi lo ha portato a casa insieme ai suoi altri tre gatti. Lo ha salvato così da un tragico destino.

GM