Home Cronaca Vegas, la mascotte della spiaggia, è stato rinchiuso in un canile

Vegas, la mascotte della spiaggia, è stato rinchiuso in un canile

CONDIVIDI
(foto pubblico dominio)

Non è raro trovare in spiaggia dei randagi che cercano solo di giocare un po’ con i bambini o anche solo refrigerio. Vegas è uno di loro, ma ha commesso l’errore di scegliere il telo sbagliato dove avvicinarsi. Infatti, alla ricerca di refrigerio, coccole e magari un po’ di cibo, Vegas si è avvicinato a un turista. Questi non ha trovato di meglio da fare che chiamare la polizia municipale. La vicenda del povero randagio, avvenuta su una spiaggia pugliese, è stata raccontata dalla pagina gattomiaoecanebau, che ha raccolto la denuncia di altri bagnanti. Infatti, i vigili urbani sono intervenuti. Vegas, che fino a quel momento era una sorta di mascotte per i tanti turisti accorsi in quella spiaggia, è stato rinchiuso in un canile.

La vicenda non è però passata inosservata e in tanti volontari si sono mossi in una piccola gara di solidarietà, per cercare una famiglia a Vegas. Subito online è stato inserito un annuncio in cui si chiede a qualche persona che ha bisogno di un bel cagnolone del quale prendersi cura di pensare al povero randagio. Vegas, infatti, ha bisogno di affetto, ma anche di sole e della vicinanza dei bambini. Si trova in Puglia, ma può viaggiare in tutta Italia. Il cane è giovane, pesa più o meno 26 chilogrammi ed è in salute.

Le più note spiagge per cani

Va ricordato che d’estate i cani soffrono molto il caldo. Per questo ci sono sempre delle precauzioni da prendere al loro riguardo in città così come nei luoghi di villeggiatura. Al di là del caso specifico denunciato da Tommaso, ci sono un pò dovunque in Italia per fortuna delle spiagge dedicate ai nostri amici a quattro zampe. Partendo da Nord, a Grado, c’è  la ‘Spiaggia di Snoopy’, poi ancora abbiamo ‘La Spiaggia di Pluto’ a San Michele al Tagliamento (Venezia).

Spostandoci verso ovest, sulla riviera ligure, molto noto è il Bau Bau Village di Albisola Marina. A Cesano di Senigallia, in provincia di Ancona, ecco la ‘Baia Canaria’. Poi abbiamo ancora il Dog Beach, a Botro ai Marmi, San Vincenzo (Livorno), il ‘Bau Beach VIllage’ di Maccarese e andando a Sud la ‘Taverna di Santos’ a Torre Canne, presso Fasano (Brindisi).

In ogni caso, l’Enpa ha ribadito le “regole” sulle spiagge libere quando non ci sono apposite segnalazioni tramite cartelli ed altri avvisi. In sostanza, se mancano questi messaggi, nessuno ha il diritto di chiedere o di pretendere l’allontanamento di Fido da quel posto. Vi sono infine delle regole da seguire per una convivenza con gli altri villeggianti che non per forza hanno animali a seguito, nel rispetto di tutti.

GM