Home Cronaca Cane veglia per ore il padrone che rischia di morire dissanguato

Cane veglia per ore il padrone che rischia di morire dissanguato

CONDIVIDI
(foto pubblico dominio)

I cani sono dotati di una grande sensibilità e non riescono ad abbandonare i proprietari nelle situazioni di difficoltà. Lo testimoniano recenti episodi, accaduti in Italia e dei quali vi abbiamo dato notizia. Decisamente una triste storia quella che giunge da Grosseto, dove in una abitazione della città toscana è stato rinvenuto il corpo di una donna. Accanto a lei c’era per l’appunto il suo fedele quattrozampe, che è rimasto accanto a questa persona ormai priva di vita, senza lasciarla per un istante.

Altrettanto triste l’epilogo di una vicenda accaduta in provincia di Lecco, sull’Alpe di Paglio, in Valsassina. La vittima è un cinquantaduenne originario di Peschiera Borromeo, comune che sorge alle porte di Milano. L’uomo, circa un mese fa, si è concesso una escursione in alta montagna, ma è stato coinvolto in uno sfortunato quanto tragico incidente, subendo una caduta da una altezza considerevole.

Alla fine gli è stato fatale un volo di circa 200 metri, che si è concluso con lo schianto all’interno di un canalone. Con lui c’era anche il suo cane, che non lo ha mai abbandonato, anche se il proprietario era ormai privo di vita. Lo ha vegliato per ore, finché i soccorritori non li hanno rintracciato.

Vittima di un incidente domestico

L’ultimo episodio in ordine di tempo arriva dallo spezzino: qui è stato provvidenziale l’intervento dei carabinieri di Sarzana. Il loro arrivo ha salvato la vita a un 50enne di Ameglia, vittima di un incidente domestico.  L’uomo però non era solo. Affianco a lui un cane, che gli è rimasto accanto tutto il tempo. L’animale è stato momentaneamente affidato a un veterinario, in attesa che il proprietario si ristabilisca.

In base a quanto ricostruito, il 50enne ha rischiato di morire dissanguato dopo essersi procurato una ferita profonda a un braccio. Il tutto per colpa di una banale caduta in casa: l’uomo ha abbattuto una vetrata e le schegge lo hanno ferito. L’allarme è stato lanciato dall’anziana madre, preoccupata dal fatto che il figlio non rispondesse più al telefono.

Così, i militari dell’Arma, una volta recuperata una copia delle chiavi di casa dall’anziana, si sono recati a casa del figlio. Con loro, sul posto, è giunta anche un’ambulanza con gli uomini del Suem 118. Il 50enne è stato trovato quasi dissanguato, con affianco il suo cane a fare la veglia. Messo in sicurezza, è stato portato all’ospedale Sant’Andrea della Spezia.

GM