Home Cronaca Victoria Cabello: “Ho sofferto molto dopo una puntura di zecca”

Victoria Cabello: “Ho sofferto molto dopo una puntura di zecca”

CONDIVIDI
Victoria Cabello
Victoria Cabello (Fabio IonÃ/Getty Images)

Uno dei parassiti ematofagi più comuni nel cane e in altri animali, è la zecca.. Si tratta di insetti minuscoli che portano molte malattie, come la piroplasmosi, la rickettsiosi e la meningoencefalite (nell’uomo). Tra le patologie trasmesse nell’uomo c’è anche la malattia di Lyme, in Italia ancora poco conosciuta. Ne sa qualcosa la conduttrice televisiva Victoria Cabello, 42 anni, londinese.

Per tre anni, infatti, Victoria Cabello ne ha sofferto, come lei stessa ha spiegato: “All’inizio mi sentivo tremendamente stanca, poi la cosa è andata peggiorando, ma non si arrivava a una diagnosi. Del resto sono sempre stata un po’ avanti: anche in questo caso sono il primo personaggio pubblico in Italia ad aver sofferto di questa malattia. Resto una trend setter”. La conduttrice televisiva scherza, spiegando che dopo quanto le è capitato è divenuta ipocondriaca: “Sono diventata la Carlo Verdone dei parassiti: so tutto. Una sera, ubriaca, ho anche comprato un dominio: The Health Pusher. E ora sogno un programma di medicina con Luciano Onder”.

Cos’è la malattia di Lyme?

Ma esattamente, in cosa consiste questa patologia che ha colpito Victoria Cabello? La Malattia o Morbo di Lyme o Borreliosi è un’infezione veicolata dalle zecche che colpisce soprattutto la pelle, le articolazioni, gli organi interni. Può però anche intaccare il sistema nervoso. Negli anni, ha fatto vittime illustri, come ad esempio la famosa modella statunitense Bella Hadid e sua madre Yolanda Foster. Queste ultime hanno voluto raccontare la loro esperienza con la patologia in un libro.

La malattia il nome dall’omonima cittadina americana in cui fu descritto il primo caso nel 1975 ed è davvero molto comune, essendo quella maggiormente trasmessa dalle zecche. E’ una patologia facente parte delle antropozoonosi, cioè quelle malattie che possono essere trasmesse dagli animali vertebrati all’essere umano. Le zecche possono infestare in qualsiasi periodo dell’anno, anche se dalla primavera all’autunno, col caldo e con l’umido sono sicuramente più pericolose.

La malattia di Lyme è causata principalmente dal batterio Borrelia burgdorferi sensu striato, che è presente in Europa ed è l’unico agente di infezione nel Nord America. Altri batteri simili si trovano però in Europa, in Asia e in Africa. Può essere veicolata oltre che dai cani anche da animali selvatici come roditori, caprioli, cervi, volpi o lepri. Peraltro, il morso delle zecche è indolore e viene riconosciuto anche dopo diverso tempo. Per tale ragione, il consiglio è quello di prevenire per tempo, facendo attenzione soprattutto durante le escursioni montane. Se si ha il sospetto di essere stati morsi, si consiglia un immediato controllo medico. Per curare le punture da zecca, la terapia d’eccellenza è costituita da antibiotici, il cui trattamento va generalmente proseguito per tre settimane, accompagnato nelle forme più aggressive dall’uso di corticosteroidi.

GM