Home Cronaca Violenta il cane di famiglia davanti al figlio! Choc nel nord Italia!

Violenta il cane di famiglia davanti al figlio! Choc nel nord Italia!

CONDIVIDI

Choc nel nord Italia

Un incubo infinito, uno choc profondo, dal quale ci vorrà molto tempo per riprendersi. Così un uomo di 37 anni, appena uscito dal carcere per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, ha martoriato il figlioletto per mesi. Il bambino, stanco dei soprusi a cui era costretto ad assistere, ha trovato il coraggio di denunciare tutto alla sua professoressa. Da quel momento la donna ha aiutato il bambino a liberarsi di questo peso insopportabile, raccontando tutto alle forze dell’ordine.

Costretto ad assistere ad una indicibile violenza

Ma in quel momento sono uscite delle verità becere, che hanno raccontato un quadro ben più grave di quello che si potesse inizialmente immaginare. Come riportato da Milanotoday, il ragazzino ha raccontato di essere stato costretto ad assistere alle scene in cui il padre abusava sessualmente del loro cane di famiglia, ma non solo. Sembrerebbe che a subire violenze e soprusi sia stato anche il bambino stesso, costretto periodicamente a subire violenza.

La madre sapeva tutto ma non ha mai denunciato

In tutto questo è rimasta coinvolta anche la mamma, che era al corrente di tutto, ma che non ha mai denunciato l’orco che aveva in casa, non si sa se per complicità o per paura di ulteriori ritorsioni nei confronti di suo figlio. Fatto sta che una volta denunciato il tutto per l’uomo si sono di nuovo aperte le porte del carcere, visto che era stato già condannato a 3 anni di reclusione, ed era appena posto agli arresti domiciliari. Una volta fuori l’uomo avrà l’obbligo per 2 anni di non avvicinarsi al figlio per una distanza minima di mille metri, oltre a iniziare obbligatoriamente un percorso terapeutico con un criminologo. In caso di inosservanza, le porte del carcere si spalancheranno di nuovo di fronte ai suoi occhi e alla sua vita.