Home Cronaca Una vita in canile: il cucciolo “cresciuto” che nessuno vuole

Una vita in canile: il cucciolo “cresciuto” che nessuno vuole

CONDIVIDI

francesco

Un video diffuso sui social e un messaggio di adozione che di certo non lasciano indifferenti. E’ la storia di Francesco, un cane di taglia media, arrivato in canile quando era appena un cucciolo. Ma questo bellissimo meticcio, probabilmente incrociatocon un labrador, da quella gabbia non è più uscito, arrivando a due anni e mezzo.

Un cane adulto che ha solo conosciuto l’affetto delle volontarie della  ACL – Associazione Canili Lazio Onlus che purtroppo non possono dare tutte le attenzioni ad ogni esemplare ospitato nel rifugio. Nel messaggio viene ricordato che Francesco era “un cucciolotto allegro e pieno di speranze” che non capiva perché anziché scorrazzare all’aperto dovesse invece stare dietro le sbarre di una gabbia. Dopo mesi, la vita di Francesco stava cambiando ogni giorno e nessuno ha  mai incrociato il suo sguardo per portarlo via dal canile. E così, questo tenero esemplare è diventato un adulto che non riesce più a sopportare la vita in canile: “Si mangia le zampe e si procura ferite al muso mettendolo sempre tra le sbarre”, scrivono le volontarie in un disperato appello, sottolineando che “fa molta tenerezza, i suoi occhi sono spaventati ma è un cagnolino dolce e affettuoso e ha un disperato bisogno di contatto umano”.

Molti cani possono passare la loro vita in canile senza che nessuno mai si accorga di loro. Nessun cane merita un destino senza dignità e affetto. Ecco perché vogliamo condividere questo appello affinché questo cucciolo adulto possa finalmente trovare pace e tranquillità al fianco di una persona che saprà amarlo.

Secondo la descrizione, Francesco pesacirca 20 kg, è compatibile con le femmine ed è vaccinato, microchippato sterilizzato e negativo alla leishmania.

Si trova vicino Roma ma le volontarie sono disposte a portarlo in tutto il centro e nord Italia, previo disponibilità a controlli pre e post affido.

Per informazioni contattare l’associazione:

Cristina 339 4843325 (se non risponde mandare un sms) [email protected]
Francesca 3406705818 (se non risponde mandare un sms) [email protected]

 

FRANCESCO: SEGNI SUL CORPO E NELL’ANIMA DI UNA VITA FATTA SOLO DI PAURA E SOFFERENZAEro un cucciolotto allegro e pieno…

Pubblicato da ACL – Associazione Canili Lazio Onlus su Lunedì 8 febbraio 2016