Home Cronaca “Una volpe per amica”, la storia di Luca Chiarini – VIDEO

“Una volpe per amica”, la storia di Luca Chiarini – VIDEO

CONDIVIDI
(screenshot Youtube)

E’ una storia di amicizia davvero speciale quella tra una volpe e Luca Chiarini, il “Bura” per chi lo conosce come atleta disabile della Federazione Italiana Tennis Tavolo. Il ragazzo si trova a Sondalo, in ospedale, per “adattare la sedia a rotelle, su cui mi trovo dal 2002 a causa di un incidente, alla pratica del ping-pong che inizierò seriamente il 10 dicembre”. 15 anni fa, il drammatico incidente in cui Luca Chiarini, 37 anni, restò coinvolto. Lui e la volpe si incontrano ogni sera e la nutre con pane e prosciutto.

La storia della loro amicizia è diventata un video, pubblicato su Youtube, che testimonia come la volpe, seppur timorosa, si avvicina al giovane, anzi “dalla mano si prende tutto il braccio”. Luca Chiarini spiega: “È quasi una volpe terapista anche per i ragazzi del Morelli. Tanti pazienti le lasciano del cibo e lei è sempre meno diffidente nei confronti delle persone”. Non passa sera in cui i due non si incontrino davanti alla porta dell’ospedale. Il giovane, peraltro, ha colto l’occasione “per ringraziare per la professionalità e la bravura di tutti gli infermieri, gli operatori sanitari, i medici e i terapisti dell’ospedale Morelli. Sono come una famiglia”.

GUARDA VIDEO

A contatto con gli esseri umani

Sono diverse le situazioni in cui, in un modo o nell’altro, le volpi entrano in contatto con gli umani. Qualche tempo fa, vi avevamo raccontato di una volpe, che messa da parte la naturale diffidenza nei confronti dell’uomo, è solita presentarsi in una casa dove riceve del cibo. Con questo sfama lei e i suoi cuccioli. La vicenda che vi raccontiamo arriva da Socchieve, comune italiano di 904 abitanti della provincia di Udine.

Successivamente è emersa la vicenda di una 61enne di Galluccio, nel casertano. La donna è stata denunciata dai Carabinieri della Stazione di Mignano Montelungo unitamente ai colleghi della Stazione Carabinieri Forestali di Roccamonfina. L’accusa nei suoi confronti è di detenzione di animali selvatici e di razza protetta. In sostanza, la protagonista di questa vicenda aveva deciso di “adottare” una volpe come animale domestico. Ovviamente, la volpe le è stata tolta ed è stata reimmessa in libertà.

GM