Home Cronaca La volpe supera la diffidenza: ora è ospite fissa di una famiglia

La volpe supera la diffidenza: ora è ospite fissa di una famiglia

CONDIVIDI
La volpe in casa

Una volpe, messa da parte la naturale diffidenza nei confronti dell’uomo, è solita presentarsi in una casa dove riceve del cibo. Con questo sfama lei e i suoi cuccioli. La vicenda che vi raccontiamo arriva da Socchieve, comune italiano di 904 abitanti della provincia di Udine. A documentarla sono alcune immagini che Albino Toson, veterinario del posto, ha inviato al ‘Messaggero Veneto’.

Nella Carnia, non è di certo raro vedere gli animali fidarsi sempre di più dell’uomo e decidere di farsi in qualche modo coccolare. La vicenda di questa famiglia della frazione di Caprizi, verso il Passo Rest, e della loro amica volpe non fa eccezione. L’animale, da circa un paio di anni, si aggira fuori da alcune abitazioni e cerca qualcosa da mangiare. Così facendo, ha conquistato una famiglia, che ha deciso di prendersi cura di lei. Col passare del tempo, dopo aver partorito una nidiata di cuccioli, la volpe ha iniziato ad avvicinarsi in maniera sempre più frequente  a quelle case della piccola frazione.

Spiega Albino Toson: “Un tempo, le volpi razziavano le galline nei pollai, per cui l’uomo le cacciava, o piazzava le trappole per catturarle. Ora la situazioni è cambiata e non vi è più accanimento verso la selvaggina. La volpe, animale furbo, che conserva memoria di quanto accade, è opportunista, non solo istintiva, e ha imparato a non avere paura dell’uomo, quindi si lascia avvicinare”.

Ovviamente, è sempre la volpe che vuole farsi avvicinare e l’uomo può solo stare a guardare. Infatti, accetta il cibo, ma “quando si cerca anche solo di sfiorarla si defila e scappa. Non ha mai dimostrato un atteggiamento aggressivo, quanto di difesa”. Il veterinario osserva: “Afferra tutto quanto le si offre, tanto che, mentre stavo per fotografarla con il cellulare ha cercato di prendermi l’apparecchio”.

La volpe salvata ai Castelli Romani

Un incredibile salvataggio è andato in scena nelle scorse settimane ai Castelli Romani. I guardiaparco della riserva regionale che sorge in zona hanno infatti recuperato un piccolo di volpe di soli due mesi, che era stato avvistato in prossimità di un supermarket a Monte Compatri.

Con tutta probabilità il piccolo si era smarrito ed era alla ricerca di cibo, finendo nei pressi dell’esercizio commerciale. Con cautela e senza comunque alcuna difficoltà, l’animale è stato raccolto e portato al Centro di Recupero della Fauna Selvatica ‘Il Nostro Regno degli Animali’. Il piccolo di volpe mostrava dei segni di denutrizione, pur presentando un quadro clinico generale buono nel complesso.

GM