Home Curiosita Animali domestici robot: tutti i pro e i contro di questa nuova...

Animali domestici robot: tutti i pro e i contro di questa nuova tendenza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:02
CONDIVIDI

Non tutti i cuccioli hanno bisogno di mangiare e uscire fuori a giocare. Recentemente si è diffusa la moda di avere animali domestici robot per amici.

Animali domestici robot
Animali domestici robot: nuova tendenza di questo millennio (Foto Unsplash)

In realtà esiste già da molto tempo, ma negli ultimi anni la tendenza di comprare animali domestici robot, piuttosto che adottare quelli veri, ha iniziato a prendere il sopravvento. Strano ma vero, alcune persone preferiscono l’assistenza di queste creature elettroniche alla calorosa compagnia di un gatto e un cane in carne e ossa. Non sono diventati tutti pazzi, delle motivazioni esistono e in questo articolo leggerai quali sono.

In questo pezzo analizzeremo quali sono tutti i pro e i contro di avere un Fido o un micio robotico: per quale motivo questi aggeggi sono stati inventati, come funzionano e quali effetti producono sulle perone. Inoltre, dopo aver elencato i vantaggi obiettivi di possederne uno, elencheremo gli handicap di questo strumento e tutte le nostre considerazioni negative (se ce ne saranno).

Il cucciolo robot non è altro che una macchina con intelligenza artificiale costruita con sembianze animali e che, in genere, si fa muovere e comportare come un animale vero e proprio. I cani robotici abbaiano e scodinzolano; i gatti robotici miagolano e fanno le fusa. Ovviamente, dal punto di vista visivo, tutti si accorgono immediatamente della differenza; eppure la stessa cosa non vale se parliamo di sensazioni emotive.

Gli animali domestici robot sono stati inventati e realizzati, inizialmente, per far giocare e divertire i bambini. Averne uno a casa voleva dire darlo subito in mano al figlio piccolo perché egli ne disponesse come meglio desiderava. Eppure la scienza è andata avanti, ha fatto dei notevoli progressi, come anche la tecnologia che sviluppato degli animali robot sempre più avveniristici ed evoluti. Alcuni di questi oggi costano davvero troppo per donarli a un bambino come se fosse semplicemente un giocattolo.

Le case che producono queste macchine avanzate realizzano ogni tipo di animale: dai cani e i gatti, a ogni specie di uccello, orsacchiotti, conigli, tartarughe, ma anche dinosauri e animali preistorici.

Animali domestici robot: tutti i vantaggi e i benefici che portano a coloro che li acquistano

Animali domestici robot
Animali domestici robot: queste macchine zoomorfe portano enormi benefici (Foto Unsplash)

Potrebbe sembrare assurdo nella testa di alcuni amanti degli animali, ma è così: se gli animali domestici robot vengono sviluppati e venduti (e sono moltissime le persone che li acquistano ogni anno), vuol dire che dei benefici li portano. Che poi possiamo non condividerli ci sta pienamente. Ciascuno ha il diritto di pensarla come vuole. Bisogna, però, avere la mente aperta, quando si legge di determinati argomenti, per poterci meglio mettere nei panni di chi vive particolari situazioni e in condizioni diverse dalle nostre, per poter comprendere e giudicare in maniera obiettiva la realtà dei fatti.

La realtà dei fatti è che gli animali domestici robot si sono rivelati molto utili negli ultimi anni e, a volte, arrivano lì dove un animale (non per colpa sua, ci mancherebbe) non potrebbe mai arrivare. Se parliamo di un luogo all’aperto o nella casa in cui vivono persone che non hanno alcun tipo di problema, allora non vi è motivo per cui la presenza di un cucciolo vero dovrebbe essere negata. Se al contrario parliamo di residence, asili, ospedali, case di riposo, case famiglia e altri luoghi del genere, allora la questione cambia del tutto. Gli animali, ancora, per questioni igieniche e di salute, non possono entrare dappertutto; i robot sì.

I vantaggi e i benefici che i cani o i gatti (o qualsiasi altro animale da compagnia) robotici possono portare alle persone si possono racchiudere in due macro-aree di competenza: servizio con i bambini e assistenza agli anziani. Analizziamo insieme quello che succede all’interno di questi due insiemi.

Servizio con i bambini

Animali domestici robot
Animali domestici robot: i bambini ci giocano con piacere (Screenshot Instagram)

Come tutti noi sappiamo, quando un bambino cresce in compagnia di un animale, vive più serenamente, matura più velocemente un’intelligenza di tipo emotivo, impara a essere una persona responsabile, perché sa cosa vuol dire prendersi cura degli altri. In questo caso, certamente, stiamo parlando di macchine, che i bambini vedranno non tanto diversamente da dai giocattoli all’avanguardia, che non hanno bisogno di ricevere affetto né attenzioni particolari. Sono robot, motivo per il quale non provano sentimenti che possono essere feriti né un cuore che può essere spezzato.

D’altra parte, se riflettiamo bene, queste non sono cose del tutto negative. I robot sono appunto macchine, oggetti; gli animali veri sono come persone, esseri senzienti, non tanto diversi dall’uomo dal punto di vista emotivo. Non ragionano come noi, ma sentono le stesse cose: percepiscono dolore e quindi provano tristezza; percepiscono il piacere e quindi provano cos’è la gioia. Possono essere feriti anche, e soprattutto, fisicamente. Gli animali domestici, in particolare quelli molto piccoli come i gatti o i cani di piccola taglia, hanno un corpo delicato, che anche al contatto con un bambino piccolo si potrebbe “rompere”. Ora, se lasciamo che il cane e il bambino (si attraggono in maniera del tutto naturale) giochino liberamente, rischiamo di vedere uno delle due creature alle quali teniamo di più al mondo capitombolare. Piuttosto, se lasciamo il cane robot alla mercé del bambino, sappiamo due cose:

  • il robot non farà mai del male al bambino
  • il bambino sicuramente danneggerà il robot, ma non importa, perché è soltanto un oggetto (al massimo ci avremo speso dei soldi, ma sicuramente non avremo messo a rischio la vita del nostro prezioso cane)

Per questi due motivi, gli animali domestici robot rappresentano un ottimo metodo per la formazione dei bambini negli asili nido e nella scuola materna. A contatto con animali, seppure “finti”, i bambini devono provare a giocare responsabilmente: hanno la gioia di entrare a contatto con una macchina, che per quanto elettronica, è zoomorfa e possiede un’intelligenza artificiale. Se la rompono, vengono ripresi, sanno che la prossima volta dovranno stare più attenti. Imparano che non si distruggono le cose, tantomeno le persone, sperimentano la socialità con il “diverso da sé”; e tutto questo senza fare davvero del male a nessun essere vivente.

Assistenza agli anziani

Animali domestici robot
Animali domestici robot: la loro compagnia per gli anziani è un beneficio (Screenshot Instagram)

Una serie di piccoli studi ha esplorato come i robot potrebbero portare benefici agli anziani. I ricercatori dell’Università di Auckland in Nuova Zelanda hanno scoperto che un compagno robot può offrire notevoli vantaggi alle persone che hanno un’età avanzata: i benefici sono simili a quelli ottenuti vivendo con un animale vivente.

Lo studio ha preso in analisi quaranta residenti in una casa di riposo ad Auckland, i quali sono stati divisi in due gruppi da venti. A un gruppo è stato assegnato di interagire con un animale robotico da compagnia per due pomeriggi nei giorni feriali, durante un periodo di dodici settimane. Nel frattempo, all’altro gruppo sono state assegnate altre attività, come fare gite in città e partecipare ad attività artistiche, artigianale e al bingo. Prima e dopo il periodo di dodici settimane, i partecipanti di entrambi i gruppi hanno completato i test volti a misurare il livello della loro solitudine, della depressione e della qualità della vita.

Dopo aver confrontato il punteggio ottenuto da ciascun gruppo nei test prima e dopo l’esperimento, i ricercatori hanno scoperto che i punteggi di solitudine erano diminuiti nel gruppo al quale era stato affidato il robot; al contrario, erano aumentati nel gruppo delle gite e del bingo. I residenti in compagnia del cucciolo meccanico hanno socializzato di più tra loro; mentre quelli che hanno svolto altre attività sono rimasti, paradossalmente, più isolati.

Inoltre, nella casa di riposo, un coordinatore delle attività portava spesso il suo Terrier Jack Russell nelle strutture per interagire con i residenti. I ricercatori hanno notato che i residenti hanno toccato e interagito con l’animale robotico più di quanto abbiano fatto con il piccolo Jack Russell.

I risultati di tanti studi simili sono stati pubblicati e il tema “Anziani e Robot” è tra quelli più affrontati nell’ambito delle cure terapeutiche, tanto che pure nella Pet Therapy ufficiale molti esperti hanno cominciato ad alternare l’utilizzo dei cuccioli reali con quello dei cuccioli elettronici. Questo succede per tre motivi principali:

  • gli animali domestici robot non hanno bisogno di troppa cura, anzi sono programmati appositamente per accudire i loro padroni (non devono essere portati a spasso, a meno che non si voglia; non sono pesanti; non possono fare del male)
  • gli animali domestici robot costano molto all’acquisto, ma nel lungo tempo sono un vero e proprio risparmio (cosa fondamentale se li si vuole impiegare per dei lavori, come quello della compagnia)
  • gli animali domestici robot sono i più affidabili, nonostante non abbiano bisogno di alcun addestramento

Animali domestici robot: tutte le (giuste) opposizioni a questa tendenza sempre più in crescita

Animali domestici robot
Animali domestici robot: pro e contro di questo strumento (Screenshot Instagram)

Abbiamo chiarito che, sotto molti punti di vista, un cucciolo robot può effettivamente essere una spesa intelligente da fare. Ci sono però tante altre cose da considerare e che hanno a che fare con il principio generatore del bisogno di adottare un animale: la necessità impellente, emotiva ma anche in parte biologica, di ricevere amore e donarlo a nostra volta. La lista delle cose che un cane e un gatto veri possono darci, mentre i loro corrispettivi in plastica no, è lunga, quasi interminabile. Ogni proprietario di animali potrebbe fare un excursus esponendo le proprie argomentazioni al riguardo.

Ecco quali sono le cose importantissime che rendono l’adozione di un animale vivente un vantaggio rispetto all’acquisto di un animale robotico.

I bambini crescono meglio

Nonostante tutti i problemi che possono causare (non gli animali, ma i bambini), questi nostri adorati cuccioli non diventeranno persone mature giocando con dei robot. Impareranno sì a non rompere gli oggetti, ad aver cura delle cose, ma non proveranno empatia nei confronti di un altro essere vivente. L’empatia è una cosa che si può provare soltanto nei confronti di qualcuno che prova dei sentimenti e delle emozioni. Persino le piane sono in grado di percepire qualcosa. Le macchine no (o almeno non ancora).

Gli anziani restano attivi

Sebbene alcune persone siano purtroppo l’una e l’altra cosa, il termine “anziano” non è sinonimo di “invalido”. Gli uomini e le donne possono raggiungere una certa età e comunque restare in salute. Magari non proprio in forma, ma a questo ci può pensare appunto un cane. Gli animali spingono le persone fuori di casa, all’aria aperta; danno gioia e provocano tanta allegria; si mettono a giocare e ci coinvolgono nelle loro attività; si prendono cura di chi non sta bene e vegliano al suo fianco finché non si rimette.

Le persone, al fianco dei cani e dei gatti, invecchiano più lentamente, poiché oltre all’attività fisica, svolgono moltissima attività mentale per stare dietro ai loro bisogni e a tutto quello che bisogna fare per il loro bene.

Insegnano la genitorialità

Se un cucciolo ci deve soltanto essere utile, allora sì: acquistare un animale domestico robot è più che sufficiente, anzi potrebbe essere addirittura la scelta più conveniente da prendere. Se, invece, desideriamo prenderci cura di qualcuno, trasmettere amore (una macchina non percepisce i sentimenti, semplicemente non gli importa) e sentire che dall’altra parte l’affetto è pienamente ricambiato, allora adottare è l’unica cosa che rimane da fare.

Adottare un cucciolo è un passo molto importante per la vita di ogni singola persona, ma ancor di più di una coppia. Questo perché prendersi cura da soli di una vita è una cosa che si fa seguendo le proprie regole, il proprio giudizio critico, le proprie necessità, i ritmi personali e anche gli impegni. Prendersi cura di una vita in due vuol dire creare un ambiente famigliare, nel quale un paio di individui riescono a stabilire un legame indissolubile per il beneficio della creatura sotto la loro responsabilità. Così nascono le famiglie e in questo senso si dice che i figli aiutano a unire. Non tutti ci riescono ovviamente, ma il principio sarebbe quello appena descritto.

I genitori, inoltre, mettono da parte loro stessi, perché il bene del figlio viene prima, e questo insegna agli umani a essere meno egoisti e, soprattutto, molto meno egocentrici.

Stringono legami veri e appaganti

I cuccioli provano emozioni e sentimenti uguali ai nostri, e in più pensano: magari non elaborano pensieri come i nostri, ma hanno una mente e la usano pienamente per quello che possono. Loro ci guardano e percepiscono qualcosa, desiderano comunicare con noi. I robot non sono in grado di desiderare niente, poiché non hanno bisogni da soddisfare. Le macchine informano, non comunicano: consegnano un messaggio, alcune volte lo ricevono, ma non possono davvero imparare nulla da quello che acquisiscono.

Gli animali in carne e ossa stringono dei legami con noi: un rapporto di reciprocità, nel quale si dà e si prende, non sempre con la stessa intensità, ma sicuramente con le stesse intenzioni. Se vogliamo amare qualsiasi cosa, possiamo anche concentrarci sui giocattoli; se vogliamo essere amati a nostra volta, solamente gli esseri viventi sono in grado di riempirci il cuore.

Allargano la famiglia

Non c’è molto da dire al riguardo. Gli oggetti non possono essere considerati membri di una famiglia; e i robot sono oggetti. Gli animali si adottano e questo comporta che entrano a far parte di un nucleo famigliare, abitano in casa con noi, diventano una nostra responsabilità, mentre noi ci impegniamo a farli crescere il più serenamente possibile. Gli animali domestici robot sono dei sistemi meccanici che si comprano in negozio e quando li facciamo entrare in casa, loro stanno lì, non vi abitano.

Animali domestici robot: i benefici delle scienza e il rapporto vantaggioso tra animali e macchine

 

Visualizza questo post su Instagram

 

If you can dream it, you can do it ❤️ . Don’t forget to like comment and follow @doggies_universal ➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖ credit: @fairytrails 📷 double tap the picture to show your love to Sammy & Yuna by liking 💖 the post want to see more great posts, head to @fairytrails profile and start following ➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖ ⭐ To feature your dog ⭐ Press 👆 the link in the bio and invite me to ☕. we share every post submitted ❣️ ➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖ . . . . . . . . . . . . . . . #handicapable #handicappedpets #dogprosthesis #rescuedog #doggies_universal #prouddogmom #dogist #dogsofflorida #dogmommy #pup #dogsofinstagram #dog #dogsonadventures #dogs_of_instagram #dogcommunity #bestwoof #dailybarker #buzzfeedanimals #pawstruck #barkhappy #goodpupsonly #dailyfluff #pawstagram #puppydogeyes #pupstagram #instadog #dogphotography #funnydog #dogsofbark #dogsinclothes

Un post condiviso da @ doggies_universal in data:

Esiste un caso in cui ricreare componenti meccaniche ultra tecnologiche e dall’aspetto zoomorfo risulta sempre vantaggioso, persino agli occhi degli animalisti più agguerriti.

La Scienza, come abbiamo visto, sta facendo passi da gigante nel settore della robotica e questo include anche la realizzazione di impianti e protesi all’avanguardia per persone invalide. La stessa cosa può essere fatta (e già si sta facendo) per gli animali.

Sicuramente un braccio perso, in questo caso una zampa, non è facilmente sostituibile dal punto di vista emotivo, ma in pratica oggi questo è possibile proprio grazie a quegli ingegneri che hanno dedicato tutto il loro impegno, e addirittura la loro stessa vita, allo sviluppo della robotica e dell’intelligenza artificiale. Alcune protesi, infatti, funzionano grazie a interfacce che legano i movimenti meccanici ai pensieri del cucciolo. In questa maniera, le loro zampe continueranno a portarli in giro, seppure meccaniche; le loro code continueranno a scodinzolare, anche se sono fatte di carbonio.

Nonostante tutte le remore del caso, e seppure guardando le foto dei piccoli animali meccanici ci sentiamo sempre più all’interno della trama di un film fantascientifico distopico, sappiamo che questo tipo di scoperte e invenzioni impiegate a beneficio della medicina possono sempre essere considerate un passo avanti, mai uno indietro, verso un futuro pieno di speranza e ottimismo.

Potrebbe interessarti leggere anche:

Simona Strani