Home Curiosita Antiparassitario sul gatto: come si applica? Tutto quel che c’è da sapere

Antiparassitario sul gatto: come si applica? Tutto quel che c’è da sapere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:07
CONDIVIDI

Purtroppo, con l’arrivo dell’estate, non spunta soltanto il sole, ma anche i problemi che possono (forse?) essere risolti con l’antiparassitario sul gatto.

Antiparassitario sul gatto
Antiparassitario sul gatto: dobbiamo prevenire questo grave problema (Foto Unsplash)

I parassiti, come quelli intestinali, o le zecche e le pulci, che si attaccano agli animali domestici (prevalentemente), soprattutto nel periodo estivo, sono altamente pericolosi per la salute dei cuccioli e persino degli esseri umani che entrano in contatto con loro. Il morso di uno di questi esseri o la presenza di vermi nell’intestino può causare l’insorgere di problematiche davvero molto serie e che non sempre sono curabili. Nel peggiore dei casi potremmo addirittura rischiare di perdere il nostro caro, che sia un micio o un figlio. Quindi, è fondamentale che tu apra gli occhi e ti informi riguardo a questo argomento, per riuscire a prevenire tutte le casistiche che possano mettere a repentaglio il tuo benessere e quello delle persone alle quali vuoi più bene. Come fare a prevenire l’infestazione?

Bisogna semplicemente capire che utilizzo fare dell’antiparassitario sul gatto e come somministrarlo nella maniera più corretta, in maniera tale da prevenire ogni disastro e proteggere la vita di micio.

Potrebbe interessarti anche: Antiparassitario sul cane: come si applica? Tutto ciò che bisogna sapere

Antiparassitario sul gatto: la prevenzione è la migliore difesa e anche la migliore arma contro il nemico

Antiparassitario sul gatto
Antiparassitario sul gatto: prima di tutto dobbiamo conoscere cosa stiamo affrontando (Foto Unsplash)

L’estate è arrivata in tutto il suo splendore … ma anche i parassiti. Mentre la maggior parte dei proprietari di gatti sa che i gatti all’aperto sono a rischio di infezioni parassitarie, molti non si rendono conto che anche i gatti indoor possono beneficiare del controllo dei parassiti.

Esistono molti prodotti sicuri e altamente efficaci per la prevenzione dei parassiti sul mercato. Le due regole principali da ricordare quando si utilizza un prodotto sul gatto sono:

  • Non utilizzare MAI un prodotto contenente permetrina. Questo ingrediente è altamente tossico e può causare tremori muscolari, convulsioni e persino la morte nei gatti.
  • Non applicare MAI un prodotto etichettato per cani sul tuo gatto. Il tuo gatto avrà una dose troppo alta del principio attivo o più spesso conterrà una specie di permetrina.

Se hai cani e gatti nella stessa famiglia, chiedi al veterinario di famiglia le opzioni preventive più sicure per una famiglia con più animali domestici.

Quindi, di quali parassiti devono preoccuparsi i proprietari di gatti? Ecco i tre principali.

Gli Ectoparassiti

Antiparassitario sul gatto
Antiparassitario sul gatto: una salvezza contro gli ectoparassiti (Foto Unsplash)

Gli ectoparassiti vivono all’esterno del loro ospite. Pulci e zecche sono gli ectoparassiti più comuni e preoccupanti. Oltre al disagio causato da prurito e graffi, pulci e zecche possono causare molti altri gravi problemi:

Le pulci possono trasmettere malattie al gatto come il Mycoplasma haemofelis. Questo è un parassita trasportato dalle pulci che può causare anemia potenzialmente letale. Le zecche, più famose nel Minnesota per il trasporto della malattia di Lyme, possono chiedere un passaggio all’interno del gatto, staccarsi e quindi nutrirsi di una persona, trasmettendo così la malattia.

Le infestazioni da pulci e zecche sono generalmente facili da riconoscere perché il parassita è visibile. Tuttavia, le pulci in numero molto basso possono essere molto difficili da trovare o potresti notare solo “sporcizia delle pulci”. Come lo sporco normale, lo sporco delle pulci può apparire come pepe nero spruzzato sulla pelle del tuo animale domestico. Poiché le pulci si nutrono di sangue, passano sangue essiccato come materiale fecale o sporcizia delle pulci. Lo sporco delle pulci può essere differenziato dallo sporco normale posizionandolo su un tovagliolo di carta umido. Poiché è sangue secco, lo sporco delle pulci renderà rosso l’asciugamano. Gli stadi ninfali delle zecche possono anche essere molto difficili da individuare in quanto possono essere piccoli come la testa di uno spillo.

Trattamento: i prodotti per la prevenzione delle pulci e delle zecche vanno dalle polveri ai collari, agli spray o alle gocce topiche e persino ai farmaci per via orale. Ti invitiamo a discutere le molteplici opzioni con il tuo veterinario di famiglia per determinare quale prodotto sarebbe meglio per il tuo animale domestico.

Potrebbe interessarti anche: Antiparassitario su animali domestici: istruzioni per usarlo in sicurezza

La filaria

Quando molti pensano alla filaria, pensano che sia solo un grave problema nei cani. Sebbene sia certamente più comune nei cani, la malattia di filariosi può anche colpire i gatti. Il test per la cardiopatia nei gatti è molto più difficile. Se un gatto viene infestato, un singolo verme adulto può portare a morte improvvisa nel tuo animale domestico.

I sintomi della malattia del verme cardiaco nei gatti includono: battito cardiaco accelerato, difficoltà respiratorie o respiro rapido, vomito, diarrea, svenimento, tosse (talvolta tosse con sangue), letargia, perdita di peso o intolleranza all’esercizio. La maggior parte delle volte, non ci sono segni clinici. La diagnosi viene effettuata tramite una combinazione di risultati dell’esame fisico, radiografie, analisi del sangue e talvolta un ecocardiogramma.

Trattamento: non esiste un trattamento sicuro per i gatti infetti. I veterinari possono fornire cure di supporto solo nel tentativo di trattare i sintomi. Per questi motivi, raccomandiamo vivamente che tutti i gatti, sia interni che esterni, siano protetti contro le malattie da filaria. Esistono diverse opzioni per la prevenzione della filaria, alcune addirittura prevengono o trattano altre infezioni parassitarie contemporaneamente. Parla con il veterinario di famiglia per scoprire quale è l’opzione migliore per il tuo gatto.

Vermi intestinali

Quando molte persone pensano ai parassiti, evocano pensieri di vermi intestinali. Parassiti come nematodi, lombrichi o anchilostomi possono causare sintomi gastrointestinali nei gatti come riluttanza a mangiare, vomito o diarrea. La parte preoccupante è che alcuni parassiti intestinali, come nematodi e anchilostomi, sono zoonotici. Ciò significa che le persone possono essere infettate dall’ingestione di contaminazione fecale. Questi vermi possono quindi provocare il caos nel corpo umano.

Trattamento: i parassiti intestinali sono generalmente facili da rilevare attraverso un test di galleggiamento fecale che il veterinario può eseguire. Sono anche molto facili da trattare con uno dei tanti prodotti di “sverminazione” disponibili. La buona notizia è che molti di questi prodotti sono combinati con preventivi per filaria, pulci e zecche.

Stabilire un buon programma di controllo dei parassiti è importante tanto per i gatti indoor quanto per i gatti outdoor. Per favore, discutete di eventuali domande o dubbi che potreste avere con il vostro veterinario di famiglia per aiutare a mantenere il vostro caro gatto, così come la vostra famiglia, al riparo dai parassiti.

Potrebbe interessarti anche: Perché adottare un Pastore tedesco: 10 motivi per desiderarlo e amarlo

Antiparassitario sul gatto FAQ: rispondiamo a tutti i tuoi dubbi e le tue domande

Antiparassitario sul gatto
Antiparassitario sul gatto: bisogna chiedere consiglio a un esperto (Foto Unsplash)

Le pulci e le zecche sul mio animale domestico rappresentano un rischio per la salute della mia famiglia?

Sì. Le pulci possono trasportare e trasmettere diverse potenziali malattie all’uomo, tra cui la rickettsiosi (infezione da Rickettsia) e la bartonellosi (infezione da Bartonella). Inoltre, le pulci servono come host intermedio per la tenia, che può infettare sia l’animale domestico che l’uomo.

Le zecche trasmettono un gran numero di malattie nel Nord America. Queste malattie includono la malattia di Lyme, la febbre maculata delle Montagne Rocciose, la febbre recidivante, l’ehrlichiosi, la tularemia e la paralisi delle zecche. È importante per la salute del tuo animale domestico, nonché per la sicurezza della tua famiglia, includere le zecche nel programma di controllo dei parassiti del tuo animale domestico per tutto l’anno.

È possibile ridurre il rischio di infezione parassitaria eliminando i parassiti dagli animali domestici; limitare l’accesso alle aree contaminate, come i sandbox, le “aree pedonali” per animali domestici e altre aree ad alto traffico e praticare una buona igiene personale. Lo smaltimento di feci di animali domestici su base regolare può aiutare a rimuovere le uova di vermi potenzialmente infettive prima che vengano distribuite nell’ambiente e vengano raccolte o ingerite da animali domestici o umani.

Che tipo di parassiti o vermi interni può infettare il mio gatto?

Esistono numerosi vermi intestinali che possono infettare cani e gatti e variano a seconda della specie. In generale, questi includono tenie, nematodi, anchilostomi e lombrichi, e sono molto prolifici. In effetti, un verme può produrre più di centomila uova al giorno, che vengono poi passate nelle feci dell’animale e diffuse in tutta l’area in cui vaga l’animale. Una volta nell’ambiente, queste uova possono rimanere infettive e presentare per anni un rischio per la salute del tuo animale domestico e dell’uomo.

I cani e i gatti sono più comunemente infettati quando ingeriscono (mangiano) uova di verme intestinali che sono state passate attraverso le feci di un cane o di un gatto infetto. Le tenie possono essere trasmesse agli animali domestici che ingeriscono pulci o altri ospiti intermedi, come piccoli roditori, che trasportano larve di tenia. Alcune specie di vermi possono essere trasmesse a cuccioli e gattini attraverso la placenta e il latte della madre.

La maggior parte dei parassiti intestinali può essere diagnosticata attraverso un esame fisico e l’analisi microscopica delle feci del tuo animale domestico. Il veterinario può condurre l’esame e i test fecali per determinare se l’animale ha i vermi e quindi prescrivere il trattamento adeguato o il programma preventivo.

I filari cardiaci sono un parassita di cui dovrei preoccuparmi per il mio animale domestico?

Antiparassitario sul gatto
Antiparassitario sul gatto: la prevenzione è la cosa più importante (Foto Unsplash)

Sì. I vermi cardiaci possono essere un problema molto serio sia per i cani che per i gatti, specialmente quelli nelle aree infestate dalle zanzare, poiché le zanzare sono un vettore e un ospite intermedio per il parassita. I vermi del cuore possono uccidere o debilitare seriamente gli animali domestici che sono stati infettati da essi. Questo perché i filari vivi nel sangue, nei polmoni e nel cuore degli animali domestici infetti. Il veterinario può eseguire un esame del sangue per determinare se l’animale ha la filaria. Un programma preventivo per tutto l’anno è più efficace per mantenere gli animali domestici liberi da filari.

Raramente i filari infetti infettano gli umani poiché gli umani sono un ospite aberrante. Tuttavia, si sono verificati casi umani di infezione da filaria, causando cisti nei polmoni o negli occhi.

Il mio gatto potrebbe avere la toxoplasmosi ed io sono incinta. Devo sbarazzarmi di lui?

Toxoplasma è un parassita protozoico che provoca toxoplasmosi e si trova comunemente in agnello o manzo crudo o poco cotto. Può danneggiare un feto in via di sviluppo. I gatti possono fungere da ospiti allo stadio terminale del parassita quando mangiano piccoli roditori che trasportano i protozoi e quindi passano nelle loro feci le oocisti infettive del parassita, esponendo così le donne in gravidanza a possibili infezioni. Se sei incinta, non devi liberarti del tuo gatto. Evitare la carne cruda o poco cotta, impedire al tuo gatto di cacciare e far cambiare quotidianamente la lettiera del gatto eliminerà il rischio di possibili infezioni.

Simona Strani