Home Cani Cane maschio o femmina: le 5 principali differenze di genere

Cane maschio o femmina: le 5 principali differenze di genere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:41
CONDIVIDI

Alcune persone si chiedono se sia meglio adottare una cane maschio o femmina. I due generi sono molto diversi caratterialmente e hanno bisogni diversi.

cane maschio o femmina
Cane maschio o femmina: a seconda del genere, alcune cose cambiano (Foto Unsplash)

Uomo o donna? Cane maschio o femmina? La domanda è più o meno la stessa. Nei secoli, anzi millenni, semplicemente per una questione di successione ereditaria basata su meccanismi smaccatamente patriarcali, i genitori hanno sempre prediletto avere bambini di sesso maschile. Anche tra la povera gente si preferiva il bambino alla bambina, poiché si riteneva che una volta divenuto uomo avrebbe saputo come aiutare nelle faccende della casa e nei lavori del campo (le donne non erano altro che delle fabbriche per produrre prole). Quindi, alla domanda “Maschietto o femminuccia?” chiesta all’ostetrica, dopo che il parto si era concluso, bisognava rispondere che era buona la prima, per evitare che qualcuno ci rimanesse molto male.

Sembra una follia ai nostri giorni. Chi è donna si sente contenta di essere nata femmina e, spesso, anche i genitori lo sono (a meno che non sia la quinta di cinque femmine, perché vivere in un harem non deve essere una passeggiata). Adesso se un figlio è maschio, bene; se è femmina, bene. Tutto molto bene. Ma il cane?

Alcune persone, prima di adottare un cucciolo, si domandano seriamente se debbano prendere un cane maschio o femmina. Non è un quesito stupido. Si fa bene a riflettere su questo, sebbene non debba rappresentare il ragionamento principale che spinge il nostro desiderio di prendere in casa un animale domestico. I cani hanno caratteri e, soprattutto, bisogni distinti, in base al sesso, e questo lo dicono in primo luogo gli stessi veterinari.

La stessa cosa vale anche per noi esseri umani: maschi e femmine sono diversi da un punto di vista biologico. E queste differenze si traducono in comportamenti distinti e anche in problemi di salute assai differenti, che infatti richiedono l’intervento di specialisti. Le donne vanno dal ginecologo e non vedranno mai un urologo in tutta la loro vita; idem, ma alla rovescia, per l’uomo. Ora, non esiste un veterinario per il cane maschio e uno diverso per il cane femmina, ma i genitori umani dovrebbero conoscere, prima di adottare, che i due generi della stessa specie, per alcuni aspetti, non si assomigliano affatto.

Cane maschio o femmina: tutto quello che c’è da sapere riguardo i due generi

cane maschio o femmina
Cane maschio o femmina: bisogna conoscere quali sono i rischi per ciascun genere (Foto Unsplash)

Oltre ad avere alcune evidenti differenze fisiche, i cani maschi e femmine non sono poi così distanti. Ma il sesso biologico di un cane, a volte, può spiegare alcuni comportamenti particolari e alcuni problemi di salute specifici, specialmente se l’animale non è castrato (o non sterilizzato).

Abbiamo raccolto i pareri e le indicazioni di veterinari ed esperti di comportamento del cane per capire come il sesso biologico di un cane possa avere un ruolo nel comportamento e nella salute generale del nostro animale domestico.

1. La (non) castrazione ha effetti sul comportamento del cane maschio

cane maschio o femmina
Cane maschio o femmina: la non castrazione ha effetti sul cane (Foto Unsplash)

In alcuni casi, i cani maschi non castrati hanno maggiori probabilità di provare a segnare il loro territorio o a montare le cose, gli animali e le persone.

I cani maschi, castrati o no, tendono ad essere più inclini alla marcatura e al gocciolamento delle urine, ha detto Ashley Valm, responsabile del comportamento dei cani nei rifugi presso Humane Rescue Alliance.

Questa marcatura con le urine è un comportamento naturale ma a volte sgradito, spesso usato dai cani che cercano di contrassegnare uno spazio come proprio.

Anche l’atto di montare è un comportamento naturale e abbastanza normale, sia per i maschi che per le femmine, sebbene spesso si verifichi più frequentemente nei cani maschi non castrati. I cani montano per molte ragioni che non sono sessuali, tra cui stress, eccitazione o per esercitare il controllo sugli altri cani.

2. I cani non castrati potrebbero fuggire

cane maschio o femmina
Cane maschio o femmina: i cani non castrati potrebbero fuggire (Foto Unsplash)

I cani maschi non castrati possono anche essere più inclini al “roaming” rispetto alle femmine.

Valm ha anche aggiunto che i cani maschi senza castrazione possono anche essere più inclini al vagabondaggio: quindi, a scappare o a vagare fuori casa nel tentativo di trovare una compagna. Detto questo, la probabilità che questo comportamento si verifichi si riduce drasticamente, se i proprietari intervengono immediatamente a fare castrare il loro cucciolo.

3. Le femmine potrebbero essere più obbedienti

cane maschio o femmina
Cane maschio o femmina: le femmine potrebbero essere più obbedienti (Foto Unsplash)

Si dice che le femmine siano più facili da addestrare rispetto ai cani maschi.

Molti proprietari di animali domestici riferiscono che le cagnette sono più facili da addestrare e sono più attente ai loro proprietari rispetto ai cani maschi, mentre i cani maschi sono decisamente più inclini a distrarsi, ha detto Johanna Reel, tecnico veterinario registrato per NHV Natural Pet.

E sebbene questa idea sia ampiamente diffusa, è importante notare che non è stata abbastanza studiata e il temperamento e l’attenzione di un cane possono dipendere da una grande varietà di fattori, come la sua razza e l’ambiente in cui esso vive o si trova temporaneamente.

4. Le femmine non sterilizzate entrano in calore due volte all’anno

cane maschio o femmina
Cane maschio o femmina: le cagnette entrano in calore due volte l’anno (Foto Unsplash)

I cani femmina sterilizzati entrano in calore due volte all’anno, mentre per i maschi non è così.

Una femmina matura non sterilizzata in genere subisce l’estro (o “va in calore”) circa due volte l’anno, anche se questo varia da cane a cane e può essere influenzato dalle dimensioni e dalla razza di un animale. Durante questo periodo secerne in genere una secrezione vaginale, che varia in natura da molto sanguinosa e spessa a chiara e acquosa. Questa secrezione segnala ai cani maschi che è fertile. Questo può durare tra le due e le sei settimane per ciclo.

D’altra parte, la maggior parte dei cani maschi non castrati è in grado di riprodursi tutto l’anno, quindi non possono sperimentare questo tipo di condizione.

5. Cane maschio o femmina, anche i problemi di salute cambiano

cane maschio o femmina
Cane maschio o femmina: anche i problemi di salute sono diversi (Foto Unsplash)

I cani maschi e femmine a volte hanno problemi di salute diversi, specifici del sesso biologico.

I problemi di salute negli animali domestici non castrati differiscono tra i sessi. Le femmine possono sviluppare tumori mammari o un problema di utero infetto, mentre nei maschi si verificano non poco di frequente problemi di cancro ai testicoli e alla prostata, ha dichiarato Jessica May, veterinaria capo di FirstVet.

In particolare, castrare e sterilizzare i cani può ridurre molti di questi rischi. May ha anche aggiunto che i tempi di sterilizzazione, sia maschile che femminile, possono influire sul rischio di un cane di sviluppare alcune malattie e problemi di salute.

Secondo l’American Animal Hospital Association, sterilizzare una cagnetta prima del suo primo ciclo di calore riduce notevolmente il rischio di sviluppare tumori mammari. Inoltre, castrare un cane maschio può ridurre il rischio dell’animale di sviluppare il cancro alla prostata ed eliminare virtualmente il rischio di sviluppare il cancro ai testicoli.

Cane maschio o femmina, le conclusioni: tutto è molto relativo e sono altre le cose importanti

cane maschio o femmina
Cane maschio o femmina: in fondo, non sono così diversi (Foto Unsplash)

Nel complesso, il modo in cui tieni allenato, abitui e cresci il tuo cane di solito ha il maggiore impatto su chi egli è, nonostante il sesso biologico che lo caratterizza.

Anche se ci sono alcune differenze comportamentali e fisiologiche stabilite per natura tra maschi e femmine, il genere biologico non gioca un ruolo determinante nella personalità dell’animale nel suo insieme.

Esistono pochissime ricerche scientifiche per stabilire se sia meglio prendere come animale domestico un cane maschio o femmina. Le principali differenze osservate tra i comportamenti che i cani mostrano sono generalmente legate all’addestramento, all’ambiente e all’educazione, ha detto May.

Dopo tutto, come le persone, ogni cane è unico.

Potrebbe interessarti leggere anche:

Simona Strani