Home Curiosita Cimice dei letti: come proteggersi da questo terribile nemico

Cimice dei letti: come proteggersi da questo terribile nemico

Uno dei rischi più pericolosi che possiamo affrontare nelle nostre case è la presenza della cimice dei letti, un insetto assai insidioso per la salute.

Cimice dei letti
Cimice dei letti: l’insetto che si nutre di noi mentre dormiamo (Screenshot Instagram)

Sono una vera e propria piaga biblica, non c’è che dire. Sebbene non siano così pericolose, si diffondono quasi alla stessa velocità di un virus e viaggiano da un materasso all’altro per morderci e succhiare il nostro sangue. Il loro sviluppo è parassitario, vivono soltanto grazie ai nostri corpi indifesi e la loro presenza, oltre a essere il sintomo di una mancanza grave di igiene, è anche fonte di un notevole disturbo. Stiamo parlando della temibile cimice dei letti, uno degli insetti più fastidiosi che esistano al mondo.

La cimice dei letti, che sembra un esserino microscopico anche abbastanza innocuo, rappresenta una delle peggiori calamità, tra le più diffuse lì dove le condizioni igieniche scarseggiano, ma la popolazione, ossia il principale nutrimento di questi infidi parassiti, è abbondante. Ne troviamo sempre nei dormitori degli studenti, soprattutto nelle stanze dei ragazzi che non si lavano di frequente. Questo vuol dire anche che pure le persone più pulite, se si appoggiano su un materasso infestato, rischiano di essere morse dalle cimici.

Ovviamente tutto questo non va affatto bene. In Italia, negli ultimi anni, sono aumentate a dismisura le chiamate ai professionisti per la disinfestazione dei locali. Questo vuol dire che la fauna sta allargando le sue proporzioni, prolificandosi ogni giorno sempre di più, e tutto questo perché non abbiamo ancora imparato ad adottare le corrette misure preventive, che sono anche la base di un buon comportamento igienico.

Siamo alle soglie di una delle più grandi crisi al mondo, per colpa di un virus che sta sterminando la popolazione umana e che potrebbe essere, se non bloccato, quantomeno rallentato se solo noi imparassimo tutti a essere più puliti. Se abbiamo sul nostro materasso anche semplicemente una cimice dei letti, vuol dire che abbiamo ancora tanto da imparare sulla pulizia domestica e personale.

Ecco perché abbiamo deciso di scrivere questo articolo, elencando tutti i passaggi da compiere nel caso avessimo questa grana da pelare.

Cimice dei letti: quando e dove compare questo insetto malefico

Cimice dei letti
Cimice dei letti: ci morde e si nutre del nostro sangue durante la notte (Screenshot Instagram)

La cimice dei letti è un esserino piccolo, ovale, un insetto brunastro che vive del sangue di animali o umani. Le cimici dei letti adulte hanno corpi piatti delle dimensioni di un seme di mela. Dopo l’alimentazione, tuttavia, i loro corpi si gonfiano e hanno un colore rossastro.

Le cimici non volano, ma possono spostarsi rapidamente su pavimenti, pareti e soffitti. Le cimici dei letti femmine possono deporre centinaia di uova, ognuna delle quali ha le dimensioni di un granello di polvere, ma quando si schiudono crescono assai in fretta.

Le cimici più piccole, chiamate ninfe, scambiano la loro pelle più e più volte prima di raggiungere la maturità e richiedono un pasto di sangue prima di ogni muta. In condizioni favorevoli gli insetti possono svilupparsi pienamente in appena un mese e produrre tre o più generazioni all’anno.

Sebbene siano fastidiosi, fortunatamente non si ritiene che trasmettano malattie (almeno questo).

Dove si trova

Cimice dei letti
Cimice dei letti: vive sui tessuti fino a un anno senza nutrirsi (Screenshot Instagram)

Le cimici dei letti possono entrare in casa senza essere individuate attraverso bagagli, vestiti, letti e divani usati e altri oggetti: in pratica, si posizionano sui tessuti e restano lì con facilità e a lungo, se le superfici non vengono igienizzate. I loro corpi appiattiti consentono loro di inserirsi in piccoli spazi, circa la larghezza di una carta di credito. Le cimici non hanno nidi come le formiche o le api, ma tendono a vivere in gruppi in nascondigli. I loro rifugi iniziali sono in genere i materassi, le molle, i letti e le testate dove possono accedere facilmente al loro pasto preferito, le persone, mordendole di notte.

Nel tempo, tuttavia, possono disperdersi nella camera da letto, spostandosi in qualsiasi fessura o posizione protetta. Possono anche diffondersi in stanze o appartamenti vicini.

Poiché le cimici vivono solamente grazie al nostro sangue, averle in casa non è sempre un segno di sporcizia evidente. È probabile trovarle persino lì dove si pulisce assiduamente, ma non si lava tutto con estrema cura. O magari è anche probabile che si siano trasportate in luoghi pulitissimi, per il semplice contatto con persone e cose che non lo erano.

Quando si manifesta

Cimice dei letti
Cimice dei letti: non sempre la sua presenza è sinonimo di sporcizia (Screenshot Instagram)

Le cimici sono attive principalmente di notte e di solito mordono le persone mentre dormono. Si nutrono perforando la pelle e prelevando il sangue attraverso un becco allungato. Gli insetti ci mettono dai tre ai dieci minuti per saziarsi pienamente e quindi strisciare via inosservati.

La maggior parte dei morsi delle cimici sono inizialmente indolori, ma in seguito si trasformano in lividi pruriginosi. A differenza dei morsi delle pulci, che si trovano principalmente intorno alle caviglie, i morsi delle cimici sono su qualsiasi area della pelle esposta durante il sonno. Inoltre, i morsi non hanno una macchia rossa al centro come i morsi delle pulci.

Le persone che non si rendono conto di avere un’infestazione da cimice possono attribuire il prurito e i lividi ad altre cause, come le zanzare. Per confermare che i morsi provengono dalle cimici, è necessario trovare e identificare gli stessi insetti.

Segnali di infestazione

Cimice dei letti
Cimice dei letti: si manifestano soprattutto con morsi e prurito (Screenshot Instagram)

Se ti svegli con aree pruriginose che non avevi quando sei andato a dormire, potresti avere le cimici, in particolare se ti sei appoggiato su un letto usato o altri mobili usati un momento prima di sentire il fastidio dei morsi sulla tua pelle. Altri segnali della presenza della cimice dei letti nella tua casa possono essere:

  • Macchie di sangue su lenzuola o federe
  • Macchie scure o raggrumate di escrementi di cimici su lenzuola e materassi, biancheria da letto e pareti
  • Macchie fecali di cimici, gusci d’uovo o pelli sparse nelle aree in cui si nascondono le cimici
  • Un odore offensivo e di muffa, proveniente dalle ghiandole profumate degli insetti

Se si sospetta un’infestazione, rimuovere tutta la biancheria dal letto e osservarla attentamente per rilevare eventuali segni di cimici o escrementi. Rimuovere la fodera anti-polvere che copre generalmente il tuo materasso ed esaminare le cuciture nell’intelaiatura del legno della struttura del letto. Staccare il tessuto, ovunque ve ne sia, per esaminarlo con cura e provvedere alla disinfestazione.

Inoltre, controlla l’area intorno al letto, compresi l’interno dei libri, i telefoni o la radio, il bordo del tappeto e persino nelle prese elettriche. Controlla il tuo armadio, perché le cimici possono attaccarsi ai vestiti. Se non sei sicuro dei segnali che trovi in giro, chiama un disinfestatore, che saprà cosa cercare.

Se trovi segni di infestazione, inizia i passaggi per eliminare questi insetti e prevenirne il ritorno.

Cimice dei letti: tutti i trattamenti e i sistemi per debellare questo pericolo

Cimice dei letti
Cimice dei letti: è incredibilmente fastidiosa (Screenshot Instagram)

per sbarazzarci delle cimici, dobbiamo iniziare con la pulizia dei luoghi in cui vivono di solito. Ciò dovrebbe includere quanto segue:

  • Pulire la biancheria da letto, le lenzuola, le tende e gli indumenti in acqua calda e asciugarli nell’asciugatrice, mettendo il calore al massimo della potenza. Metti animali di peluche, scarpe e altri oggetti che non possono essere lavati in lavatrice e riscaldali per circa trenta minuti
  • Usa una spazzola rigida per strofinare le cuciture del materasso, affinché tu riesca a rimuovere le cimici e le loro uova prima di passare l’aspirapolvere
  • Aspirare frequentemente il letto e l’area circostante. Dopo aver passato l’aspirapolvere, posizionare immediatamente il sacchetto dell’aspirapolvere in una busta di plastica e gettarla immediatamente nel bidone della spazzatura all’aperto
  • Racchiudi il materasso e le molle con una fodera chiusa con cerniera per impedire alle cimici di entrare o fuggire. Le cimici possono vivere fino a un anno senza nutrirsi, quindi tieni la fodera sul materasso per almeno un anno per assicurarti che tutte le cimici lì dentro siano morte
  • Ripara le crepe nell’intonaco e incolla la carta da parati scrostata per eliminare i punti in cui le cimici possono nascondersi
  • Sbarazzati del disordine intorno al letto
  • Se il tuo materasso è infestato, potresti voler sbarazzartene e prenderne uno nuovo, ma fai attenzione a liberare il resto della tua casa dalle cimici o infesteranno il tuo nuovo materasso

Mentre ripulire le aree infestate sarà utile per controllare la diffusione delle cimici, liberarsene di solito richiede trattamenti chimici. Poiché il trattamento del letto e della camera da letto con insetticidi può essere dannoso, è importante utilizzare prodotti che possono essere utilizzati in sicurezza nelle camere da letto. Non trattare materassi e biancheria da letto con alcun prodotto particolare, a meno che l’etichetta non indichi specificamente che è possibile utilizzarli sulla biancheria intima da notte.

Generalmente è più sicuro ed efficace assumere un professionista esperto nel controllo dei parassiti, per lo sterminio della cimice dei letti.

Potrebbe interessarti anche:

Simona Strani