Home Cani Dieta Eat Clean per cani: curiosità sulla tendenza salutista del momento

Dieta Eat Clean per cani: curiosità sulla tendenza salutista del momento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:20
CONDIVIDI

Una delle ultimissime tendenze nel campo dell’alimentazione salutista, per umani e animali, c’è questa: parliamo della dieta Eat Clean per cani.

Dieta Eat Clean per cani
Dieta Eat Clean per cani: gli animali hanno bisogno di mangiar sano (Foto Adobe Stock)

Vero è che, ultimamente, se ne stanno sentendo di tutti i colori. Esistono diete di tutti i tipi. Per quanto riguarda questo, sia gli umani che gli animali sono bombardati da ogni genere di moda che abbia a che fare con l’alimentazione. Forse perché noi uomini siamo del tutto ossessionati da ciò che mangiamo e riflettiamo questa nostra ossessione anche sui nostri cari amici a quattro zampe. Ma non è sempre così. Una volta un uomo saggio disse che tutti noi “siamo quello che mangiamo” e da un certo punto di vista è proprio così. In base alle nostre abitudini a tavola, infatti, possiamo essere persone magre o persone grasse; persone malate o persone in salute; persone con intolleranze o persone che non hanno problema a ingerire qualsiasi cosa; persone euforiche o persone depresse. La stessa cosa vale anche per i nostri cani.

Gira la voce che bisogna puntare sul green, e quindi su prodotti più naturali, meno trattati e sicuramente non surgelati, pieni di composti chimici o realizzati tramite tecniche troppo artificiose. Questa è la regola generale: tornare alle nostre origini, tornare la biologico a tutti i costi. Come le cose che mangiavano i nostri nonni, o meglio bisnonni. E cosa mangiavano i bisnonni dei nostri cani? Crocchette? No, affatto. Chi dice che il miglior cibo per cani è la crocchetta non capisce proprio nulla di animali e magari è ignorante pure sul fatto che Fido non sia affatto un animale carnivoro, ma piuttosto è onnivoro come l’uomo e, in quantità e percentuali diverse, può mangiare quasi tutto quello che mangiamo noi. Anzi, che mangiavamo noi. Perché oggi la maggior parte dei prodotti che compriamo al supermercato non sono neppure adatti alla digestione umana, figuriamoci quella animale.

Quindi, cosa fare? Cosa dobbiamo dare da mangiare ai nostri cuccioli per farli crescere sani e belli? Intanto abbiamo deciso di parlare ed esaminare più nel dettaglio quella che oggi chiamano dieta Eat Clean per cani, ossia la dieta del “cibo pulito”. Vediamo cosa significa e in cosa consiste questo nuovo (o vecchio?) regime alimentare.

Dieta Eat Clean per cani: la guida completa per scoprire come funziona e se è utile

Dieta Eat Clean per cani
Dieta Eat Clean per cani: ossia “cibo pulito”, per restare in forma (Foto Adobe Stock)

I contenuti all’interno delle ciotole dei tuoi cani non devono per forza più essere delle noiose crocchette marroni e dell’umidiccio cibo in scatola. Ogni ciotola ora può sfoggiare vari colori, come quelli dell’arcobaleno, come il verde, il rosso, l’arancione e persino il blu (eh sì). Basta semplicemente aggiungere ingredienti come fagiolini, mirtilli, carote tritate e zucca in scatola.

Puoi trattare anche occasionalmente il tuo cucciolo dandogli brodo di ossa, ricco di cartilagine di ossa e di residui proteici di carne. Le loro prelibatezze potrebbero essere proteine ​​single-source liofilizzate, come anatra o coniglio di un paio di rispettate aziende di alimenti per animali domestici. Presta maggiore attenzione al controllo degli ingredienti sulle etichette degli alimenti fatti appositamente per animali domestici.

I giorni in cui scaricavi crocchette insensatamente dentro alle loro ciotole sono finiti. E non sei da solo. Un numero crescente di genitori di animali da compagnia vede l’impatto diretto delle loro scelte alimentari sulla salute dei propri cani. Benvenuti nell’era della preparazione di “cibi puliti” per Fido. Questa tendenza si chiama appunto così: stiamo parlando della famosa dieta Eat Clean per cani.

Sei quello che mangi, e lo stesso vale per il tuo cane, afferma la dottoressa Judy Morgan, veterinaria che gestisce una pratica sanitaria olistica per animali domestici a Woodstown, nel New Jersey, ed è autrice di libri di cucina per animali domestici e terapista veterinaria certificata. I nostri cuccioli meritano di seguire una dieta Eat Clean per cani, e con questo intendo che meritano di mangiare cibo reale, che puoi identificare osservandolo, e non un cibo altamente trasformato pieno di conservanti.

Se sei salito anche tu su questo treno, che è diretto verso una migliore salute fisica di Fido tramite l’alimentazione con “cibo pulito” (o stai pensando di farlo), è molto probabile che tu sia già continuamente bombardato dai consigli dispensati gratuitamente da amici e parenti ben intenzionati sull’argomento. Ci si mettono, inoltre, anche le aziende di alimenti per animali da compagnia e i veterinari. Potresti persino sentirti influenzato dagli slogan che senti o che leggi alla tv e sui giornali.

Il glossario delle parole che ci interessano

Dieta Eat Clean per cani
Dieta Eat Clean per cani: una delle prime parole da imparare è “biologico” (Foto Unsplash)

Potresti sentirti come se stessi imparando una nuova lingua. Esaminiamo alcuni termini alimentari chiave che riguardano la dieta Eat Clean per cani e vediamo cosa significano.

Olistico: può significare che il cibo è meno elaborato, ma non esiste una definizione regolamentata standard nel settore degli alimenti per animali domestici per questo termine. I marchi olistici possono includere probiotici o vitamine o essere composti da crocchette cotte ad aria o essere privi di cereali.

Naturale: gli alimenti per animali domestici con questo termine sulle loro etichette devono essere privi di ingredienti, additivi o conservanti sintetizzati chimicamente, secondo l’Associazione Nazionale tra le Imprese per l’Alimentazione e la Cura degli Animali da Compagnia (ASSALCO).

Biologico: tali alimenti non devono contenere ormoni sintetici, pesticidi, conservanti o antibiotici e devono essere conformi alle normative nazionali per essere certificati e quindi consumati in sicurezza, secondo le normative. Almeno il 95% del contenuto deve essere organico in peso per visualizzare il sigillo organico al 100%.

Dieta cruda: la dieta cruda fatta in casa consiste in carni crude, ossa e, in alcuni casi, uova crude, verdure cotte o cereali. Due forme commerciali offrono questo tipo di alimentazione, ossia il liofilizzato (l’umidità viene rimossa, ma i nutrienti rimangono e vengono attivati ​​aggiungendo acqua) e i prodotti crudi, ossia quelli congelati disponibili nelle sezioni banco frigo dei negozi di alimenti per animali domestici o disponibili per la spedizione direttamente a casa dal produttore.

Non raffinato: ciò significa che il cibo è meno elaborato rispetto agli alimenti preparati attraverso macchine per la lavorazione in grado di estrarre sostanze nutritive.

Dieta integrale: si tratta di cibi veri che si acquistano al supermercato, come pollo cotto, manzo o pesce, oltre a verdure come cavoli o carote e frutta come mirtilli e mele. Gli esperti raccomandano di lavorare con un veterinario esperto in nutrizione per vedere come aggiungere le vitamine o gli integratori necessari per soddisfare le esigenze specifiche del tuo cane, per una dieta equilibrata, se scegli questa opzione.

Diete a base vegetale: questa è una dieta priva di carne che contiene proteine ​​di uova, soia, piselli o patate ed è integrata con vitamine, minerali e aminoacidi.

Controlla le etichette

Dieta Eat Clean per cani
Dieta Eat Clean per cani: è importante controllare le etichette (Foto Unsplash)

Nel cercare informazioni a livello locale, contatta i proprietari di negozi di articoli per animali domestici che lavorano a stretto contatto con i veterinari e trasportano marchi di alimenti per animali domestici naturali da aziende che offrono persino seminari educativi in ​​negozio. Paws on the Avenue store ad esempio è un’azienda di Lake Worth Beach, in Florida (certo, non si trova in Italia, ma è giusto da prendere come modello per cercarne altre simili qui): questa rappresenta un vero e proprio faro per i genitori di animali domestici che cercano informazioni affidabili sulla selezione di cibi sani per i loro animali domestici.

La nutrizione non è un’opzione a sacchetto singolo, afferma la proprietaria del negozio Caroline Clore. Cambia spesso i cibi e offri al tuo cane quelli che sono quanto più freschi possibile. Se vuoi nutrirlo con le crocchette, opta per crocchette cotte ad alte temperature con le vitamine aggiunte in seguito. 

Laura Brown di Alexandria, in Virginia, possiede la compagnia di pet sitter PetsRMe e si definisce orgogliosamente un’alimentatrice crudista fai-da-te. Ha smesso di alimentare la sua adorabile cagnolina di razza chihuahua, Lola, con le semplici crocchette ormai da anni e ora prepara pasti fatti in casa con carne di manzo e altri buonissimi ingredienti biologici che acquista direttamente dalle piccole fattorie in cui vengono allevati animali alimentati con erba fresca e non trattata e dai mercati degli agricoltori nella sua zona.

Il mio veterinario è stupito dalla salute di Lola, dice Laura. È una chihuahua di quindici anni senza artrite che ha molta energia tanto da fare invidia a un cucciolo.

La dottoressa Morgan ti incoraggia a leggere attentamente l’etichetta della confezione. Qualsiasi ingrediente elencato che puoi leggere dopo la voce “sale” o altre spezie non ha un vero valore nutrizionale.

Tutto sotto sale è inferiore allo 0,5% del contenuto, afferma. Quindi, se i cibi sani come i mirtilli sono elencati dopo il sale, probabilmente non ce ne sono molti, anzi forse non se ne trova neppure uno intero. Assicurati che i primi cinque ingredienti sull’etichetta che puoi leggere e riconoscere siano ingredienti con forte valore nutrizionale, come il salmone o il petto di pollo. Stai lontano dai sottoprodotti della carne o da quelli che elencano cose come il mais nei primi ingredienti. 

Un’altra grande sfida nella tua decisione di alimentare Fido con la dieta Eat Clean per cani è il denaro. Preparare pasti fatti in casa con ingredienti freschi, fare la spesa per acquistare cibi crudi, liofilizzati, oppure surgelati, o ancora ordinare pasti da aziende di alimenti per animali domestici completamente naturali può mettere seriamente a dura, durissima prova il budget famigliare.

Prendi in considerazione di farcire i croccantini con questi ingredienti

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Today’s meal: Rare steak and diced veggies over brown rice #labradorretriever #cleaneatingfordogs

Un post condiviso da Ageless Lab Louis (@louis.ageless.dog) in data:

Mirtilli e mirtilli rossi: entrambi sono carichi di antiossidanti e aiutano nella salute della vescica. Entrambi contengono anche meno zucchero rispetto ad altri frutti.

Cavolfiore: Affinché il tuo animale domestico riesca ad estrarre il nutrimento dal cavolo, fallo passare attraverso un robot da cucina o tritalo e poi saltalo in olio d’oliva o olio di cocco, afferma la dottoressa Morgan.

Sardine in acqua oppure un’oncia o due di salmone: Entrambi i pesci sono ricchi di acidi grassi omega-3 che sono ottimi per la salute delle articolazioni, del cuore e del cervello, afferma.

Funghi shiitake: Scegli questo fungo esotico, non i cosiddetti champignon o le versioni portabello, afferma. Il fungo shiitake è un’ottima fonte di fibre e ha dimostrato di essere un alleatop efficace per combattere il cancro. Prova a farlo saltare in olio di oliva o di cocco. 

Verdure colorate, come carote, zucca, zucchine, peperoni gialli e barbabietole: Tutti questi sono buone fonti di vitamina A, afferma. Aggiungili alla ciotola del tuo cane e vedrai i colori dell’arcobaleno della salute.

La linea di principio è che il nuovo movimento che invita i proprietari di animali domestici ad adottare la dieta Eat Clean per cani è un nuovo passo avanti nella nutrizione di tutti gli esseri viventi (farebbe bene anche a noi), afferma Ernie Ward, uno dei principali veterinari esperto della nutrizione degli animali domestici. Poiché il cibo è il fondamento della salute, alimenti per animali domestici “clean” con ingredienti riconoscibili, carboidrati complessi e fonti proteiche di alta qualità possono aiutarti a prendere decisioni che si adattano alle esigenze e allo stile di vita del tuo amato cucciolo.

Dieta Eat Clean per cani: cosa sapere prima di aggiungere cibi “alternativi” nell’alimentazione di Fido

Dieta Eat Clean per cani
Dieta Eat Clean per cani: parliamo dei cibi “alternativi” (Foto Unsplash)

Negli Stati Uniti (e non soltanto) le diete per gli animali domestici spaziano da altamente elaborate a integralmente non artefatte (come la dieta Eat Clean per cani). Una delle cose che però tutte le diete stanno cercando, in qualche modo, di fare è aggiungere piano piano nelle abitudini alimentari dei nostri cuccioli il consumo sporadico di proteine alternative. Parliamo di cose stranissime (o che quantomeno suonano stranissime all’orecchio di noi italiani, ancora troppo retro), come carne di canguro, uova di coccodrillo e cose del genere. No, non è affatto uno scherzo: sul mercato statunitense e australiano già si trovano prodotti di questo genere destinati all’alimentazione canina.

Mentre la nutrizione è una scienza in evoluzione, le ragioni delle proteine ​​alternative ricadono in gran parte in due campi: la questione della sensibilità alimentare e il bisogno di essere più rispettosi nei confronti dell’ambiente.

Sensibilità alimentare

Dieta Eat Clean per cani
Dieta Eat Clean per cani: molti cani soffrono di intolleranze alimentari (Foto Unsplash)

Se un cane ha un’allergia proteica specifica o sensibilità a qualcosa come il pollo o il manzo, queste proteine ​​alternative possono davvero aiutare, afferma Lindsay Meyers, responsabile dello sviluppo di produzione e del canale veterinario per Primal Pet Foods a Fairfield, California. Incoraggiamo sempre i nostri clienti ad arrivare alla radice del problema, che è la salute dell’intestino. Incoraggiamo i nostri clienti a cercare alcune proteine che possano davvero fare bene ed essere appropriate per il loro animale domestico. Abbiamo utilizzato intenzionalmente il brodo di ossa di maiale come base dei nostri prodotti elisir per garantire che i nostri animali domestici sensibili alla carne bovina e al pollame possano godere dei suoi benefici.

Tutto inizia con un nuovo approccio al cibo del tuo cane. Spesso il primo passo è provare una dieta che escluda i più comuni ingredienti che in genere puoi trovare nei classici alimenti per animali domestici, afferma Molly Mulcahy, vice presidente del settore marketing del marchio Stella & Chewy con sede a Oak Creek, Wisconsin. Una nuova proteina è una fonte proteica che non si trova comunemente negli alimenti per animali domestici e idealmente a cui il tuo animale domestico non è mai stato esposto prima. Non esiste una definizione già prestabilita per intendere la “nuova proteina”, ma meno è comune il suo uso negli alimenti per animali domestici, più dovresti preferirla. La carne di cervo, l’anatra e il coniglio sono esempi di nuove fonti proteiche davvero eccezionali.

Alcuni animali, con il passare degli anni, se consumano soltanto crocchette o cibi eccessivamente elaborati, rischiano appunto di sviluppare delle strane forme di allergia o intolleranza, proprio come succede negli esseri umani. La soluzione, se non si è stati svelti a prevenire questo problema con una sana alimentazione fin da quando Fido era soltanto un cucciolo, può essere una, e una soltanto: cambiare proteine. Cambiare del tutto alimenti soliti. E variare, variare di continuo, affinché il nostro cucciolo non sviluppi nuove intolleranze.

Che si tratti di un’allergia o di una sensibilità questo potrebbe non essere del tutto chiaro, ma esiste almeno una teoria. Può darsi che i cani abbiano una maggiore sensibilità alimentare perché, in alcuni casi, facciamo mangiare la stessa dieta con poche variazioni per anni, afferma Holly Ganz, CEO di AnimalBiome a Oakland, California. Poiché i batteri che vivono nell’intestino aiutano a elaborare e digerire il cibo, questa mancanza di varietà nella dieta può ridurre la complessità e la resilienza della comunità a perturbazioni come antibiotici o infezioni. Avere una vasta gamma di proteine ​​disponibili negli alimenti per animali domestici commerciali ci offrirà maggiori opportunità di rotazione degli alimenti, che probabilmente aiuteranno a mantenere e ripristinare la salute dell’intestino.

Parlando di varietà, per alcuni proprietari questo è un motivo sufficiente per introdurre fonti proteiche meno comuni. Ci sono molte ragioni diverse (una più importante dell’altra) per perseguire una dieta a rotazione per il tuo cane, afferma Anne Carlson, CEO e fondatrice di Jiminy a Berkeley, California, che utilizza i grilli come fonti proteiche principali nei suoi alimenti. Variando i suoi alimenti, stai offrendogli l’opportunità di raccogliere i nutrienti da altre fonti di proteine, verdure diverse e così via. Un po’ come mangiare cibi diversi per assumere tutti i valori che ci servono quotidianamente per sopravvivere e restare in forma. 

Fattori ambientali

Dieta Eat Clean per cani
Dieta Eat Clean per cani: molte volte influiscono i fattori ambientali (Foto Unsplash)

Nel 2019, è stato segnalato che la British Veterinary Association (BVA) suggerisce che i proprietari considerano le diete a base di insetti più rispettose dell’ambiente. Simon Doherty, ex presidente e attuale vicepresidente senior della BVA, con sede a Londra, spiega alcuni degli effetti globali delle nuove tendenze in materia alimentare. Negli ultimi anni, c’è stato un crescente appetito da parte del pubblico nel sapere da dove provengano i prodotti a base di animali e in che modo finiscono nel nostro menu e nei pasti serviti ai nostri animali domestici, afferma Simon. Giustamente, le domande sulla salute e sul benessere degli animali coinvolti e su come l’intero processo abbia un impatto sull’ambiente sono spesso in cima alla lista.

Questi problemi risuonano anche in Nord America. Abbiamo pensato che ci fosse un modo migliore per nutrire i nostri animali domestici, aiutare l’ambiente e salvare la vita degli animali da allevamento e forse, finalmente, abbiamo trovato la soluzione, afferma Florian Radke, CMO di Wild Earth con sede a Berkeley, California. Il nostro cibo per cani con proteine ​​pulite (dieta eat clean per cani) ha tutte le proteine ​​e i nutrienti essenziali di cui i cani hanno bisogno, senza prodotti di origine animale e con un impatto ambientale che rappresenta una minima frazione rispetto ad altre soluzioni.

Anne di Jiminy aggiunge: Le proteine ​​del grillo forniscono la nutrizione di cui i nostri cani hanno bisogno, ed è inoltre sia sostenibile che umana. Parliamo molto di sostenibilità: meno terra, meno acqua, quasi nessuna emissione di gas serra. Non è affatto presuntuoso dire che, molto probabilmente, noi siamo precursori dei tempi e che stiamo attualmente fornendo ai nostri clienti quella che tra breve sarà la proteina principale: gli insetti sono il cibo del futuro. 

Altre cose su cui riflettere

Dieta Eat Clean per cani
Dieta Eat Clean per cani: verdura e insetti sono il cibo del futuro? (Foto Unsplash)

I cani hanno bisogno di carne per prosperare. O no? La chiave per un’alimentazione di successo per tutti gli animali domestici è l’equilibrio. Mentre è possibile (sebbene sia impegnativo) mantenere i cani sani con una dieta a base vegetale, queste diete possono causare la carenza di importanti aminoacidi di cui i nostri animali non possono fare a meno, secondo Megan McGlinn, direttore medico dell’ASPCA Animal Hospital di New York Città. È importante che i cani su questi tipi di diete siano attentamente monitorati, non soltanto con regolari esami veterinari, ma anche con il normale lavoro di laboratorio di questi cibi prima che vengano loro somministrati.

Collabora con il tuo veterinario per determinare ciò che è giusto per il tuo cane, che potrebbe essere molto diverso da ciò che è giusto per te.

Diamo il benvenuto ai proprietari di animali domestici che si interessano all’approvvigionamento e all’etica del cibo dei loro animali domestici, sebbene i proprietari dovrebbero anche essere consapevoli che non sempre può giovare il proiettare le loro convinzioni etiche sui loro animali, perché questo si potrebbe tradurre in una dieta squilibrata, afferma Simon del BVA. È importante ricordare che quando si alimentano i nostri animali domestici, una dieta nutrizionalmente equilibrata è essenziale. I proprietari dovrebbero richiedere la consulenza di esperti per evitare carenze alimentari e malattie associate, poiché è molto più facile sbagliare l’equilibrio dei nutrienti piuttosto che farlo correttamente per puro caso.

Simon continua: Non stiamo suggerendo che le proteine ​​a base di insetti debbano necessariamente sostituire l’alimentazione di carne per i nostri cani e i nostri gatti, ma potrebbe essere un’opzione da esplorare per alimentare gli animali domestici del futuro. Accogliamo con favore ulteriori ricerche e studi in relazione all’allevamento di insetti e al ruolo che i prodotti a base di insetti possono svolgere nella nutrizione animale. 

Secondo Anne, i grilli potrebbero, in effetti, sostituire la carne. La nostra proteina fornita dai grilli è un enzima completo con tutti gli aminoacidi essenziali, afferma. Jiminy ha collaborato con lo Iowa State, l’Università, per fare un tuffo vero e proprio in questa possibilità, esplorarla nel dettaglio e comprendere meglio riguardo alla digeribilità degli insetti e quindi alla realizzazione concreta della teoria, e la grande notizia è che le proteine ​​del grillo raggiungono come importanza lo stesso livello del pollo e del manzo. È una fonte proteica digeribile di alta qualità per i nostri cani. 

Florian di Wild Earth ha un’ulteriore idea riguardo alla variabilità delle risorse alternative. Le proteine ​​dei funghi, come quelle usate nel lievito, richiedono molte meno lavorazioni e molto meno impegno rispetto alla raccolta di insetti per il cibo.

Holly aggiunge: È stato scoperto che le proteine ​​a base vegetale e le proteine ​​a base fungina hanno profili di aminoacidi completi e hanno biodisponibilità e digeribilità simili alle proteine a cui tutti noi siamo più abituati, ossia quelle animali. Abbiamo scoperto che il cibo e le leccornie per cani che produciamo adesso con queste proteine derivate non da carne aumentano la diversità dei batteri intestinali, una probabile risposta a questo nuovo alimento. Tuttavia, molte persone preferiscono nutrire i loro cani con una proteina di origine animale. Se sei preoccupato per gli impatti ambientali della produzione di carne, potresti ruotare questi alimenti inventandoti una tradizione come il “lunedì senza carne” o usarli come prelibatezze. 

Tendenze alimentari

Dieta Eat Clean per cani
Dieta Eat Clean per cani: basta con queste crocchette! (Foto Unsplash)

Le tendenze alimentari vanno e vengono nel mondo degli animali domestici, oltre che dell’uomo. Ma i produttori sono fiduciosi che queste proteine ​​alternative siano qui per restare. Anne usa un altro cibo umano come analogia. Siamo all’inizio di un viaggio che ci porterà lungo un percorso simile a quello seguito che ci ha condotti fino al sushi, afferma. Il sushi è ora un’opzione “anormale” quando ancora in occidente non ci eravamo abituati alla sua vista, al suo odore e al suo sapore. Adesso molti non potrebbero farne a meno e si è diffuso talmente da fare parte a pieno titolo degli usi e dei costumi gastronomici di tutte le popolazioni sviluppate a livello mondiale. 

Secondo Florian, la mentalità del consumatore sta cambiando e le persone si preoccupano dell’impatto che stanno avendo le loro scelte di acquisto. Crediamo che questo sia soltanto l’inizio di una vera rivoluzione del consumatore e non semplicemente una moda fugace e passeggera.

Lindsay riferisce che la linea esotica del loro marchio è in costante crescita da quasi vent’anni e non accenna neppure un poco a rallentare.

Riteniamo che sia coerente con un cambiamento generale nella mentalità generale dei genitori di animali domestici, i quali desiderano il meglio per i loro animali e cercano di studiare, fare ricerche e di conseguenza diventano più istruiti per trovarlo. Non pensiamo che questa sia una moda passeggera, afferma Molly di Stella & Chewy.

Alcuni paesi hanno già dimostrato la longevità dell’effetto benefico e le potenzialità di utilizzo delle proteine ​​alternative sia per le persone che per gli animali domestici. Gli insetti sono una fonte proteica altamente sostenibile che viene utilizzata da persone in altri luoghi che non hanno le stesse entomofobie che alcuni di noi possiedono, afferma Holly di AnimalBiome. In Namibia, ho mangiato vermi mopane fritti, una prelibatezza in tutto il Sud Africa.

Gli ingredienti a base di insetti sono già comunemente utilizzati nell’acquacoltura del Regno Unito e nei mangimi per pollame con mosche soldato nero e vermi gialli tra i più comuni nella produzione commerciale, afferma Simon di BVA.

Sebbene in gran parte dell’Europa (per non parlare dell’Italia) questo tipo di alimentazione sia ancora vietata per Legge, in molti paesi occidentali ormai sono stati aperti, come prova, dei ristoranti che propongono particolari cucine che sfruttano le proteine alternative, e alcune usano esclusivamente gli insetti come ingrediente principale in ogni loro portata. Ovviamente gli insetti non sono tutti uguali. Come detto prima, alcuni vengono già inseriti nelle farine e specialmente nei prodotti per il consumo alimentare degli animali (i pesci e quelli da fattoria, in particolare). Per quanto riguarda cani, gatti e specialmente esseri umani la situazione è un poco diversa, dal momento che non sono stati ancora ultimati tutti gli studi da fare per garantire l’affidabilità delle teorie che vogliono l’insetto come base proteica della dieta del futuro. L’unica cosa certa è che sì, consumare insetti ha un impatto minore sull’ambiente rispetto al consumare qualsiasi altra fonte di proteine (e agli esseri viventi le proteine servono). D’altra parte, per quanto una cosa possa essere utile, essa deve rivelarsi altrettanto piacevole per entrare a pieno titolo nelle abitudini culturali. E da quel che sembra, ancora non si è trovato un giusto modo di cucinare gli insetti per renderli davvero piacevoli al palato.

Ecco cosa cercare

Va bene, ti piacerebbe considerare le proteine ​​oltre a manzo e a pollo. Ma cosa dovresti cercare? Assicurati che la società che produce i cibi dei quali ti rifornisci sia diligente in termini di equilibrio nutrizionale e biodisponibilità, afferma Lindsay di Primal Pet Foods. È nostra responsabilità fornire ai nostri compagni di casa onnivori gli aminoacidi, le vitamine e i minerali di cui hanno bisogno per prosperare.

Non sorprende che le proteine ​​siano al centro della nostra attenzione, specialmente quando parliamo di dieta per i nostri animali domestici. La scienza dimostra che l’apparato digerente dei cani (e degli esseri umani) non si preoccupa della provenienza delle proteine, afferma Florian di Wild Earth. È importante che la proteina sia completa, di alta qualità, biodisponibile e facilmente digeribile.

Uno studio di AnimalBiome sottolinea anche quanto siano indispensabili su base giornaliera per i cuccioli. Consiglio di esaminare quanta proteina è presente nella dieta e di selezionarne una con meno del 35% di carboidrati. Ciò contribuirà a sostenere i batteri intestinali benefici nei cani e aiuterà a prevenire che diventino animali in sovrappeso.

Forse hai dato a Fido sempre e soltanto lo stesso tipo di crocchette, giorno dopi giorno, senza mai variare, facendolo penare di fronte ai tuoi squisiti piatti prelibati da umano, mentre lui stava con la suo triste ciotola piena di pellet e la fissava atterrito, sentendo altri tipi di profumi, nel frattempo, decisamente più invitanti che non provenivano dal suo pasto. Quei giorni, però, sono passati. Oggi molti genitori di animali domestici stanno esaminando diverse fonti proteiche, per ragioni diverse come l’insorgere improvviso di intolleranze. Parla con il veterinario e fai ricerche per determinare la dieta giusta per il tuo amico a quattro zampe. Fidati, non soltanto farai bene alla sua salute, ma anche le sue papille gustative ti ringrazieranno, entusiaste.

Potrebbe interessarti anche:

Simona Strani