Home Curiosita Fare foto al gatto: tutti i trucchetti utili per convincerlo a rimanere...

Fare foto al gatto: tutti i trucchetti utili per convincerlo a rimanere in posa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:12
CONDIVIDI

Stai impazzendo per riuscire finalmente a fare foto al gatto, perché lui salta di qua e di là e non sta mai fermo? Abbiamo una soluzione, anzi cinque.

Fare foto al gatto
Fare foto al gatto: ci sono delle soluzioni per non impazzire (Foto Unsplash)

Una delle cose che fanno impazzire di più i proprietari di un micio è questa. Non solo sembra difficile, ma a volte risulta addirittura impossibile. Fare foto al gatto è una vera impresa di Hercules. Il nostro micio non sta mai fermo, pare disposto a tutto pur di non farsi catturare dalla fotocamera. Niente può convincerlo a mettersi in posa come una vera star per apparire sulla nostra pagina Instagram. E dire che saremmo pronti a condividere la gloria e la fama con lui. I gatti sono animali teneri, affettuosi (anche se non tutti la pensano così) e incredibilmente affascinanti. Hanno letteralmente conquistato il popolo del web e tutte le volte che appaiono da qualche parte, un  post, una foto sui social, uno stupido video su YouTube, noi rimaniamo talmente incantati da sentirci persino ipnotizzati, totalmente incapaci di staccare gli occhi dallo schermo. Perché? La Scienza sta ancora cercando le risposte che chiariscano l’origine dello strano potere che i felini domestici (beh, pure quelli selvatici) esercitano sugli uomini. Basti pensare che tantissimi secoli fa queste creature si facevano adorare come delle vere e proprie divinità. Se ci pensi un attimo, è così anche adesso, solamente che il nostro luogo di culto sono le piattaforme su internet, in particolare quelle dei social network.

Il rito di questa bizzarra religione funziona più o meno così: il primo pensiero al mattino deve essere quello di scattare loro una foto. Non importa in che condizioni siamo noi o siano loro, l’importante è che vada pubblicata immediatamente sulla nostra pagina, dove tutti quanti poi potranno ammirare l’opera d’arte che è il nostro micio. E noi ne andremo fieri: il nostro pagamento è appunto l’orgoglio di sapere che siamo noi i suoi genitori adottivi. Certo, magari se il gattino è tanto tanto carino, o se riesce a fare cose incredibili come suonare l’ukulele, potremo anche ottenere una certa notorietà (non noi, ma lui) e diventare ricchi, incredibilmente e vergognosamente ricchi (non lui, ma noi). Dipende tutto da quanto il nostro animale domestico sia disposto ad aiutarci. Non tutti sono propensi, purtroppo.

Dal momento che una bella foto di famiglia piace anche a chi non è ossessionato dal mondo virtuale, abbiamo deciso di scrivere questo articolo dove ti indicheremo quelle che sono le cinque strategie basilari per riuscire finalmente a fare foto al gatto. Tranquillo, ce la farai!

Potrebbe interessarti anche: Perché il gatto mi segue dappertutto? Lo spiegano gli esperti

Fare foto al gatto: 5 modi semplici per convincerlo a mettersi in posa senza farci uscire pazzi

Fare foto al gatto
Fare foto al gatto: potrebbe essere difficile ma non impossibile (Foto Unsplash)

I gatti sono così: hanno bisogno di sapere che, se faranno qualcosa per te, tu farai qualcosa per loro. Il tornaconto è essenziale nella loro filosofia di vita. Non possiamo biasimarli per questo, dal momento che anche gli esseri umani ragionano allo stesso modo. Proviamo a non farlo, certo, ma non ci riusciamo perché è nella nostra natura essere egoisti. Almeno i felini sono sinceri e genuini. Quindi, il rapporto che c’è tra noi e loro è molto chiaro su questo punto: non fare mai niente per niente.

Il gatto non lo fa perché è cattivo, ma soltanto perché “ognuno si deve guardare la sua”, come si dice da qualche parte. Loro hanno questo comportamento in quanto fa parte del loro istinto di sopravvivenza primario.

Se vuoi riuscire a scendere a patti con il tuo animale domestico, per ottenere qualcosa di importante da lui, gli dovrai offrire qualcosa di altrettanto importante: questa è la regola.

Ecco cosa puoi fare per convincere il tuo amico felino a posare come una modella in costume da bagno (ma con la coda e qualche pelo in più).

I premi

Fare foto al gatto
Fare foto al gatto: la prima strategia sono i premi (Foto Unsplash)

I premi come cose da mangiare, tipo i croccantini, sono lo strumento più logico con il quale potrai convincere la maggior parte dei gatti. Con qualcosa di commestibile, non potrai non prenderli tutti quanti nel tuo sacco. Prenderli dalla gola, come gli uomini: con questa strategia non potrai mai sbagliare.

Per prima cosa sarà essenziale donargli una prima prelibatezza totalmente gratuita. In questa maniera il tuo Micio saprà bene cosa lo aspetta, se tu vuoi e lui ti renderà felice. Quando finalmente avrà familiarità con la routine (croccantino, resta ferma, faccio una foto, altro croccantino), rimarrà ferma in automatico, mentre tu sei intento a prendere il suo profilo migliore per immortalarlo. A un certo punto questo gioco gli piacerà tanto che sarà lui stesso a proportelo e potrebbe anche diventare il vostro appuntamento quotidiano fisso (ma attenzione a non farlo ingrassare troppo, è pur sempre un fotomodello).

In questo senso, i gatti assomigliano molto ai cani e persino agli uomini, che come dice il detto sono molto golosi e vengono conquistati facilmente dalle nostre abilità culinarie. Per evitare che il tuo gatto diventi un super gattone, con la ciccia che gli traballa (se sei una donna, ti diamo lo stesso consiglio per tuo marito o il tuo fidanzato), potresti dargli dei premi cucinati con le tue stesse mani e quindi molto più salutari e, se lo vuoi, pure dietetici.

Potrebbe interessarti anche: Comportamenti più strani del gatto: separare gli atteggiamenti dai sintomi

Il catnip o il matatabi

Fare foto al gatto
Fare foto al gatto: la seconda strategia sono le “droghe leggere” (Foto Unsplash)

Se vuoi che i tuoi gatti mostrino interesse per qualcosa, ti consigliamo di strofinare sopra questa cosa un po’ di catnip o di matatabi (anche chiamata in lingua inglese “silver vine”, o almeno è così che la trovi nei negozi online). Il segreto qui è quello di posizionare la polvere (erba essiccata) sulla parte dell’oggetto alla quale loro devono prestare tutta la loro più completa attenzione. Il problema più grande, specialmente se non hai Photoshop e non sei esperto in un editor fotografico gratuito, è anche quello di assicurarsi che il tocco non sia visibile all’obiettivo della fotocamera. Con Photoshop è piuttosto semplice: quindi modifichi la parte coperta dal catnip, ma è più facile usare la polvere di matatabi, perché puoi strofinarla in modo che non possa essere vista e avrà comunque un effetto potente sui gatti.

Anche lo spray al catnip funziona, ma deve essere fatto dal vero olio essenziale e non da ingredienti artificiali a basso costo. I gatti possono capire la differenza.

L’unico problema nell’usare il matatabi è che ha un effetto piuttosto strano sul gatto, addirittura “stupefacente” a volte. Se non vuoi far sballare del tutto Micio, mettine giusto una puntina.

La spazzola

Fare foto al gatto
Fare foto al gatto: la terza strategia è spazzolarlo (Foto Unsplash)

I gatti amano, adorano, sognano di essere spazzolati dolcemente da qualcosa come anche una scopa con setole morbide: loro amano quella dolce (per noi abbastanza fastidiosa) sensazione di prurito dappertutto, sul loro corpo, ma ancora di più sul loro musetto. Quando tu spazzoli il tuo gatto, lui entra in uno stato di estasi e ci resta per sufficiente tempo affinché tu riesca di soppiatto a scattare una fotografia. Non se ne accorgerebbe, e anche se fosse sarebbe troppo felice in quel momento per muoversi e farti un dispetto. Ti lascerà fare, sapendo di concederti una gentilezza, poiché tu ne hai fatta prima una a lui.

I giocattoli per gatti

Fare foto al gatto
Fare foto al gatto: la quarta strategia è distrarlo con giocattoli (Foto Unsplash)

Se il tuo gatto ha dei giocattoli preferiti, è sempre una buona idea integrarli nella tua sessione fotografica. La chiave è ricordare che guarderà sempre nella direzione del giocattolo, quindi posizionalo dove vuoi che il gatto guardi. I gatti, in genere, adorano gli scovolini: potresti conservarli appunto per occasioni speciali di questo tipo. Quindi quando li tirerai fuori, loro già sapranno cosa li aspetta e saranno arrendevoli, se non addirittura collaborativi nei confronti della tua missione.

Qualsiasi cosa increspata o rumorosa attira molto l’attenzione di un felino. La maggior parte dei gatti ama le palline, quindi tenerne un paio in mano mentre vuoi fare foto al gatto attirerà la sua attenzione e lo farà restare immobile a fissarti per un po’. Ma non agitare il giocattolo solo attraverso l’obiettivo della fotocamera, sparare e quindi scaricare il giocattolo non appena hai ottenuto quello che volevi. Questo è barare. Devi effettivamente integrare una sessione di gioco nella tua sessione fotografica. In effetti, se riesci a far sembrare la parte della fotografia un aspetto a parte il tempo di gioco, i gatti potrebbero a malapena notare la fotocamera.

Se hai abbastanza luce in modo da poter utilizzare una velocità dell’otturatore rapida (la velocità del telefono della fotocamera si adatterà automaticamente alla quantità di luce), puoi anche ottenere alcuni buoni scatti d’azione durante una sessione di gioco. La luce e la velocità della fotocamera sono importanti perché se non ci sono, otterrai solo un sacco di foto sfocate. Puoi usare il flash, ovviamente, ma i risultati non saranno così belli e se il gatto guarda la fotocamera quando il flash si spegne, otterrai il temuto effetto “occhi laser”.

Potrebbe interessarti anche: Come rendere la solitudine del gatto un tempo di gioco e divertimento

Le borse e le scatole (and the winner is …)

Fare foto al gatto
Fare foto al gatto: la quinta strategia è usare la SCATOLA (Foto Unsplash)

Questi magneti per gattini faranno passare molte sessioni fotografiche senza intoppi. La maggior parte dei gatti ama giocare con le borse (entrandovi e uscendovi) e siederà in una scatola abbastanza a lungo da poter scattare un intero book fotografico per un servizio Primavera / Estate. Se non vuoi la scatola nel tuo scatto, puoi comunque scattare alcuni bei primi piani in modo da non mostrarla al grande pubblico. Se vuoi fotografare da vicino uno dei tuoi gatti, metti una scatola in una zona con il tipo di illuminazione che desideri, metti il gatto nella scatola (a volte saltano da soli) e scatta qualche foto.

Come vedi, non è affatto un’impresa impossibile. Ardua sì, ma nulla è impossibile se avrai la pazienza di conoscere gli usi e i costumi dei tuoi adorati felini domestici.

Simona Strani