Home Curiosita Giardino per gatti: come realizzare uno spazio verde e pet-friendly

Giardino per gatti: come realizzare uno spazio verde e pet-friendly

A meno che tu non abbia il pollice nero, la cosa migliore che tu possa fare è un giardino per gatti: uno spazio pet-friendly per il tuo e il loro benessere.

Giardino per gatti
Giardino per gatti: migliora la vita del micio e del suo umano (Foto Unsplash)

Occuparsi di giardinaggio non è cosa da tutti, anzi. Molte persone dichiarano di non avere affatto un pollice verde, piuttosto possiedono il cosiddetto “pollice nero”, ossia l’incredibile capacità di fare fuori, involontariamente, qualsiasi tipo di pianta in brevissimo tempo: non importa che sia un fiore oppure una pianta grassa, perché la fine che farà sarà sempre la stessa. In ogni caso, sebbene delle difficoltà, quantomeno all’inizio, le attraversino tutti, fare giardinaggio aiuta gli esseri umani (e i loro cuccioli) in tantissimi modi differenti. Innanzitutto, qualsiasi cosa che abbia a che fare con la natura, ovviamente, non può che fare bene (ci sono anche dei casi estremi, ma non stiamo ipotizzando un evento borderline) e poi curare le piante è un’attività che impiega allo stesso modo corpo e mente, tiene molto occupati e di conseguenza ci distrae dai problemi che possiamo eventualmente avere, permettendoci dei momenti di relax quotidiani.

Esistono sì tantissime buone ragioni per provare a diventare dei giardinieri provetti. Non esiste individuo al mondo che non trarrebbe beneficio da questo hobby, ma chi possiede dei gatti o vive con un piccolo felino si porrà questa domanda: Come faggio a realizzare un giardino per gatti? Noto è, infatti, che determinate piante potrebbero risultare tossiche (a volte persino letali) per i nostre amabili palle di pelo. Questo potrebbe scoraggiare i genitori adottivi di un gatto dall’allestire una bella area verde nella loro terrazza o in veranda. Niente paura. Esistono modi per ricreare un’oasi a dir poco bucolica e celestiale, gradevole sia per te che per il tuo micio, con piante sicure in modo che sia totalmente pet-friendly.

Se sei interessato a sapere in che modo allestire un perfetto e incantevole giardino per gatti e umani, sicuro e confortevole, allora continua a leggere questo articolo. Ti daremo tutte le istruzioni che ti servono.

Giardino per gatti: 5 nozioni essenziali per costruire un Eden adatto a te e al tuo micio

Giardino per gatti
Giardino per gatti: importante per il benessere generale (Foto Unsplash)

Anche se non hai un grande cortile è possibile coltivare dei veri e propri giardini pure sui balconi, nelle terrazze o in veranda (se lo spazio è abbastanza grande da permettere il mantenimento di qualche vaso, piccolo e grande), ma è importante considerare la sicurezza del tuo gatto. Infatti, non bisogna buttarsi subito a capofitto in questa impresa senza aver fatto prima le dovute ricerche e aver studiato un poco sull’argomento. Se sei il genitore adottivo di un micio, saprai bene che i nostri amici a quattro zampe amano dare fastidio alle piante e potrebbero mettersi in bocca persino le cose meno commestibili, solamente per il gusto di scoprire cose nuove. Purtroppo alcune piante sono potenzialmente letali per lui, quindi devi preservarlo dal pericolo.

In questo periodo di distanziamento sociale, molti di noi stanno impazzendo nel tentativo di trovare qualcosa di interessante da fare, giusto per far passare più velocemente il tempo. Nonostante siamo, forse, vicini alla fine (non è detto, ma la speranza è l’ultima cosa ad appassire), il punto è che prima che le cose tornino completamente alla normalità ci vorrà del tempo e, in questo periodo, lo stress accumulato per il troppo “non-da-fare” ci ucciderà i neuroni. Come salvare la mente? Semplice: il giardinaggio è una delle migliori soluzioni possibili. Ma per allestire un giardino per gatti, che sia davvero pet-friendly e semplice da gestire pure per il dilettanti, non è affatto semplice.

Per questo abbiamo deciso di iniziarti a questo vantaggioso hobby, spiegandoti quali sono le prime cose da considerare per cominciare. Le nostre informazioni ti saranno molto utili: tu non dovrai fare altro che leggere e ponderare bene. Ovviamente ti metteremo in guardia da alcuni pericoli, ma tu non devi scoraggiarti: il giardino farà molto bene sia a te che al tuo piccolo micio che, se anche non lo dimostra, in questo momento prova noia esattamente come il suo padrone.

1. Ai gatti piacciono le piante

Non è un segreto che molti gatti sono attratti dalle piante che possono causare problemi di salute, se le loro foglie vengono ingerite. La dottoressa Tina Wismer, direttore senior DABT del centro antiveleni animali ASPCA afferma: Assicurati di tenere tutte le piante fuori dalla portata delle sue zampe.

I gatti sono buoni scalatori, quindi è meglio spostare le piante in un luogo sicuro al quale non sono in grado di accedere. Tu conosci il tuo gatto, sai quali sono i suoi movimenti soliti e cosa sa o non sa fare, oppure a quali ripiani riesce ad arrivare con un semplice balzo.

La dottoressa Wismer aggiunge che i proprietari di gatti dovrebbero pensare non soltanto alle piante che stanno coltivando, ma anche ai fiori, poiché molti dei loro petali possono anche essere pericolosi per i gatti.

2. Queste piante sono pericolose per i gatti

Giardino per gatti
Giardino per gatti: occhio al tipo di piante (Foto Unsplash)

Sfortunatamente, molte piante sono tossiche per i gatti e la naturale curiosità di un felino può metterlo nei guai, poiché è probabile che ingerisca foglie e fiori portati in casa. Sebbene molte piante siano comuni e sembrino abbastanza innocue, la dottoressa Wismer consiglia ai futuri giardinieri di prestare particolare attenzione al proprio gatto:

I gigli: i gatti sono maggiormente a rischio quando si tratta di ingerire piante di giglio vere e i sintomi sono gravi. L’ingestione di entrambi i tipi di piante di giglio reale (Lilium ed Hemerocallis) può causare gravi problemi ai reni e persino la morte dei gatti, quindi assicurati di essere attento quando pianifichi il tuo giardino. Inoltre, altre piante che possono rappresentare una seria minaccia per la salute del tuo animale domestico sono i cycad. Possono causare insufficienza epatica se ingeriti, avverte la dottoressa.

Pure i tulipani, i giacinti e altre piante a bulbo sono considerati tossici per i gatti e possono causare vomito, diarrea e sbavatura se ingeriti. Tutte le parti di queste piante contengono componenti tossici. Tuttavia, i bulbi sono particolarmente concentrati: è senza dubbio questa la parte più pericolosa.

Il narciso è un’altra pianta primaverile tossica da tenere d’occhio. Il bulbo di narciso è particolarmente tossico e può causare depressione, ipotensione e persino convulsioni nei gatti oltre ai problemi gastrointestinali, afferma Wismer.

3. Queste, invece, fanno bene o non rappresentano un rischio

Sebbene un gran numero di piante risulti pericoloso per i gatti, esistono alcune opzioni sicure. La dottoressa Wismer afferma che le buone opzioni includono:

  • le viole Africane
  • le petunie
  • le gerbere
  • le bromeliacee
  • le orchidee
  • le bocche di leone
  • la pianta a pois
  • la maranta
  • la peperomia

4. Il tuo gatto potrebbe non riuscire a resistere a queste piante

Se stai cercando di aggiungere un po’ di colore, profumo e varietà alla giornata del tuo gatto, potresti utilizzare la famosissima erba gatta (o “catnip”, come viene chiamata in lingua inglese questa particolare pianta) per creare un giardino interamente dedicato al tuo gatto sul davanzale delle tue finestre. I semi o le piante avviate sono vendute in tutti i centri di giardinaggio e nei negozi di animali. Ma mentre l’erba gatta è sicura da dare ai gatti, la dottoressa Wismer sottolinea che mangiare quasi qualsiasi pianta o fiore può causare disturbi gastrointestinali negli animali domestici.

Se crei un giardinetto pieno di erba, controlla il tuo gatto per assicurarti che non si ammali mangiando della normale erba.

5. Fai delle ricerche prima di realizzare il tuo giardino per gatti

Se hai intenzione di piantare un giardino, è importante fare le tue ricerche prima di acquistare piante e semi.

È nell’interesse del proprietario di un animale domestico fare ricerche approfondite sull’impianto che sta cercando di acquistare, sia per uso interno che esterno. È meglio familiarizzare con l’elenco delle piante tossiche e tenere questi tipi di piante fuori dalla vostra casa o giardino per la salute e la sicurezza del vostro animale domestico, consiglia la dottoressa Wismer.

Suggerisce che, se hai piante tossiche nel tuo giardino di casa, devi creare una barriera fisica per tenere lontano il tuo gatto, poiché altri deterrenti non saranno necessariamente efficaci e con alcune piante, anche una singola esposizione potrebbe essere un rischio troppo grande per la vita del tuo micio.

Giardino per gatti: fa bene prendersi cura delle piante e stare a contatto con la natura

Giardino per gatti
Giardino per gatti: aiuta a mantenersi in forma (Foto Unsplash)

I risultati di una moltitudine di ricerche stanno ora mostrando ciò che i giardinieri hanno sempre saputo e si tramandano da generazioni: che il giardinaggio fa bene alla salute.

Oggi più che mai, man mano che la nostra cultura diventa più tecnologicamente ossessionata e sempre più privata della natura, queste informazioni sono fondamentali: bisogna che siano digerite e abbracciate. Per quale ragione? Perché il nostro paese è in mezzo a una crisi sanitaria internazionale con implicazioni economiche e sociali sostanziali.

Ecco alcuni fatti che lo confermano:

  • In questo momento tutta la popolazione mondiale è bloccata, se non totalmente ormai (siamo quasi alla Fase 2), almeno parzialmente a casa, costretta ad avere contatti con il mondo esterno solamente per mezzo di mascherina e guanti (strumenti che proteggono la nostra salute, ma contribuiscono ad aumentare ancora di più le distanze sociali tra gli individui).
  • Le ultime statistiche mostrano che quasi il 36% degli adulti italiani è obeso: l’obesità non è un valore da accettare, né tantomeno da proteggere, ma una vera e propria malattia che uccide circa cinquantasette mila persone ogni anno solamente nel nostro paese. Il dato diventa ancora più tragico pensando ai gatti: più del 50% dei nostri amici felini è in sovrappeso.
  • I dati pubblicamente disponibili mostrano che la sanità italiana non riesce a stare dietro a questo problema, che dipende non tanto dal cibo, quanto dall’immobilità della gente e dalla cattiva abitudine di non avere assolutamente alcuna abitudine da seguire: in pratica, molti sono obesi per nullafacenza.
  • Una recente ricerca finanziata dalla Disney mostra che il 65% dei genitori statunitensi considera un problema “molto serio” che i loro figli non trascorrano più tempo all’aperto. La stessa cosa accade anche in Italia: i bambini in età prescolare trascorrono circa dodici ore settimanali fuori e all’età di sedici anni, invece, i nostri figli trascorrono meno di sette ore settimanali a contatto con l’ambiente esterno o con la natura.

Molto probabilmente, queste informazioni ti daranno quella spinta necessaria per cominciare ad occuparti di un giardino tutto tuo, anzi forse alimenteranno addirittura il fuoco della passione dentro di te per questo meraviglioso nuovo progetto. Ma esistono molte altre buone motivazioni per allestire un giardino per gatti, ossia un’oasi di benessere per te e per il tuo animale domestico.

  1. Migliora la tua salute, uscire fuori, sgranchirsi le gambe (o le zampe) e stare a contatto con alberi e fiori: in pratica, allunga la vita a te e al tuo micio, perché riduce il rischio di malattie cardio-vascolari.
  2. Aiuta a mantenervi in forma: infatti, potendo uscire e stando in piedi, muovendovi e facendo qualche passo (nel caso del tuo gatto si tratta di molto più esercizio fisico), oppure semplicemente piegandoti e occupandoti delle tue piantine, dando loro le cure di cui necessitano, brucerete talmente tante calorie da sentirvi subito in linea.
  3. Si tratta di un anti-stress naturale, per i motivi che ti avevamo già accennato: sia tu che il tuo gatto in questo momento siete chiusi in casa e vi state rigirando i pollici alla ricerca di occupazioni che vi facciano distrarre (se così non è, stai passando tutto il tempo che hai a lavorare da casa e ti senti mentalmente ed emotivamente stanco). In entrambi i casi, l’unica soluzione per riuscire a svagarvi, tu e il tuo cucciolo, è il giardino.
  4. Tu respirerai aria buona, ossigeno immediatamente prodotto dalle piante per te e il tuo gatto potrà vivere nel suo habitat che, ricordati, non è casa tua, il tuo piccolo appartamento, dal momento che i gattini sono felini di piccole dimensioni con un forte istinto selvatico latente, ma in costante cerca di un contatto con la propria natura selvaggia e predatrice. All’aperto potrà cacciare, finalmente, e correre di qua e di là.
  5. Occuparti di giardinaggio aumenterà a dismisura la tua intelligenza emotiva, l’empatia per tutti gli esseri viventi e, di conseguenza, migliorerà notevolmente il tuo rapporto con Micio.

Potrebbe interessarti anche:

Simona Strani