Home Curiosita Il gatto scappa: il motivo è molto particolare e non ha a...

Il gatto scappa: il motivo è molto particolare e non ha a che fare con te

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:08
CONDIVIDI

A volte, può capitare a qualsiasi padrone di un micio domestico, succede che il gatto scappa di casa e non torna subito: il motivo non ha a che fare con te.

Il gatto scappa
Il gatto scappa: le ragioni per cui lo fa non hanno a che fare con te (Foto Unsplash)

Una cosa che, purtroppo, succede spesso e volentieri a moltissimi genitori adottivi di un micio è che, il gatto scappa, a un certo punto, e non sempre fa subito ritorno. A volte, se il gatto è un animale “out-door”, e quindi abituato a vivere all’aperto e non chiuso dentro a un appartamento, può capitare che stia via addirittura per parecchi giorni o non faccia mai più ritorno. Qual è il motivo? Si trovava male a casa sua, insieme ai suoi genitori umani? Molto probabilmente no, il legame che il piccolo micio stringe con te non è un motivo che può spingerlo ad allontanarlo o meno, a meno che non lo tratti davvero male. In questo caso, sarà la tua coscienza a parlare e sai benissimo qual è la vera ragione del suo distanziamento. Ma se tu non lo tratti male e il felino è sempre stato bene e comodo in casa tua, allora la spiegazione è un’altra. No, non si tratta di niente di strano e raramente questo comportamento ha a che fare con un malessere o, peggio ancora, con un rapimento. Il gatto se n’è semplicemente andato e, se continuerai a leggere, scoprirai qual è il vero motivo per cui ti ha lasciato. SPOILER: non ce l’ha con te.

Potrebbe interessarti anche: Comportamenti più strani del gatto: separare gli atteggiamenti dai sintomi

Il gatto scappa: per quale strana ragione lo fa? Vuol dire che non si trova bene? La risposta ti stupirà

Il gatto scappa
Il gatto scappa: si tratta di un istinto naturale (Foto Unsplash)

I gatti tendono a scomparire. Possono essere andati via per diversi giorni o rimanere via. Spesso ci fidiamo che tornino a casa, ma cosa succede quando non lo fanno? La risposta a questa domanda non è così semplice in quanto ci sono molti fattori che possono influenzare la scomparsa del tuo gatto. I gatti sono naturalmente guidati da tre cose principalmente:

  • la caccia
  • il territorio
  • la riproduzione

Se il tuo gatto è scomparso o forse il tuo gatto scompare frequentemente e ritorna due o tre giorni dopo, uno degli elementi di cui sopra potrebbe essere la ragione per cui manca il gatto.

I gatti sono curiosi

Spesso i gatti seguono la loro curiosità. Quindi, se il tuo gatto è naturalmente indoor-outdoor, c’è una buona possibilità che abbia trovato qualcosa che ha attirato la sua attenzione o è stato catturato da quanto segue:

  • riproduzione: sterilizzare, sterilizzare e sterilizzare eviterà di vagare, specialmente con i gatti maschi che cercano una femmina in calore.
  • caccia: una buona scorta di topi o altre prede potrebbe aver attirato il tuo gatto ad agire sui suoi istinti naturali.
  • territorio: respingere un altro gatto che è entrato nel loro territorio; il dramma sui gatti di quartiere è reale.
  • Cibo: il tuo vicino potrebbe nutrire il tuo gatto.
  • Predazione: il tuo gatto potrebbe essere stato attaccato o ucciso da un coyote, un falco, e così via.
  • malattia: alcuni gatti scappano per morire o acquisire malattie (parassiti) rendendo difficile il ritorno.
  • lesione o morte: il tuo gatto potrebbe essere stato colpito da un’auto o potrebbe essere stato ferito in qualche modo (alcuni gatti ingeriscono roditori che sono stati avvelenati con rodenticida).
  • raccolta: il tuo gatto potrebbe essere stato prelevato dal controllo degli animali o da un’agenzia di servizi per animali.
  • disgregazione: nuovo animale o persona in famiglia, rimodellamento, grandi cambiamenti, ambiente instabile (abuso, cani aggressivi, mancanza di cure).

Potrebbe interessarti anche: Come rendere la solitudine del gatto un tempo di gioco e divertimento

Dopo che il gatto scappa, ritorna a casa?

Il gatto scappa
Il gatto scappa: a volte ha soltanto bisogno di un paio di giorni (Foto Unsplash)

Molti lo fanno e molti no. Dipende dal motivo per cui sono scappati per cominciare, ma la buona notizia è che molti gatti sono dotati di due abilità impressionanti.

Geolocalizzazione

Un esperimento del 1954 condotto da ricercatori tedeschi rivelò alcune scoperte interessanti. Hanno messo i gatti in un grande labirinto. La maggior parte dei gatti è uscita dal labirinto più vicino alla propria posizione. Alcune teorie suggeriscono che i gatti usano la geolocalizzazione magnetica (sensibilità ai campi geomagnetici della terra che li informa della distanza e della direzione) e altri suggeriscono che usano segnali olfattivi. Quando i magneti erano attaccati ai gatti, le loro abilità di ricerca si interrompevano, rafforzando così i risultati dello studio.

“Psi Trailing”

Coniato dal dottor Joseph Rhine della Duke University, questo fenomeno si riferisce alla capacità di un animale di localizzare il suo proprietario quando si è allontanato. La dottoressa veterinaria Myrna Milani ha introdotto il concetto di “Teorema di Bell”, che suggerisce che i proprietari e i loro animali domestici hanno una connessione a livello materiale. Il teorema di Bell studia lo spin e l’accoppiamento degli elettroni: quando un elettrone viene separato da un altro, l’elettrone associato altera la sua direzione. Essendo che i mammiferi (gatti e umani) sono composti da atomi, ciò suggerisce che ci sincronizziamo in un ritmo naturale a livello atomico, quindi il legame animale-umano, in effetti, potrebbe essere molto più profondo.

Perché, invece, non torna?

Il progetto Lostpetresearch.com ha anche rivelato che la maggior parte degli incidenti di catastrofe persi si verificano quando un animale domestico viene trasportato accidentalmente lontano dal suo ambiente, ad esempio quando il gatto si ficca dentro a un’auto di uno sconosciuto (accade nel 22 percento dei casi); Il 19 percento è scomparso mentre era lontano da casa (vacanze, studio veterinario), l’8 percento è stato perso a causa di intenzioni (dumping), il 5 percento è stato dimenticato nel corso di un viaggio (durante una vacanza o il trasloco verso un luogo lontano).

Un notevole 29 percento delle incidenze di homing si è verificato quando un proprietario si è trasferito e un gatto è tornato nella sua vecchia casa (compresi i gatti che sono stati adottati).

Come prevenire che il tuo gatto fugga

Il gatto scappa
Il gatto scappa: basta non dargli né modo né occasione (Foto Unsplash)
  • Solo “in – door”: alcuni proprietari mantengono i loro gatti come gatti solo al coperto (ciò prolunga notevolmente la loro aspettativa di vita). I gatti in casa sono protetti da virus e malattie che possono essere diffusi da lotte con altri gatti e animali in genere e interazioni (ricordati di vaccinare il tuo gatto!) non lasciare fuori il tuo gatto se vivi in ​​un’area pericolosa (un gran traffico con troppe macchine in giro che corrono veloce, cani aggressivi, e così via) che il gatto potrebbe voler inseguire.
  • Castrazione / sterilizzazione: sterilizzare e castrare è il modo numero uno per prevenire il “roaming”. Aiutate anche a prevenire problemi come la sovrappopolazione.
  • Microchip: se insisti ad avere un gatto indoor-outdoor, microchip il tuo gatto e usa un collare a sgancio rapido sicuro. Assicurati di registrare il tuo microchip in modo che i rifugi e l’azienda fornitrice possano contattarti facilmente qualora l’animale venisse prelevato.
  • Sii intelligente quando ti muovi: se devi muoverti, assicurati di tenere il gatto in casa per diverse settimane. Scava nel quartiere. Lasciali uscire solo sorvegliati. Assicurati di dar loro da mangiare a intervalli regolari in modo che tornino a casa.
  • Aiutali ad adattarsi: nuovi animali o nuovo bambino? Dài al tuo gatto il tempo di adattarsi. Assicurati che si sentano sicuri, apprezzati e abbiano un posto dove ritirarsi.
  • Addestrali per tornare: una delle cose che puoi fare e insegnare al tuo micio a riconoscere gli odori di casa e mettere sempre, quando non lo vedi, fuori dalla tua porta, qualcosa che possa ricondurlo da te. In questa maniera, stai sicuro che lo rivedrai molto presto a stiracchiarsi sopra il tuo divano.
  • Mantieni finestre e porte chiuse: se hai visitatori a casa, considera di mettere il gatto in una stanza sicura fino a quando non se ne sono andati (le persone sono inclini a lasciare porte e finestre aperte). Se hai un artista della fuga, addestra tutti nella tua casa per essere particolarmente consapevoli di lasciare le porte aperte (anche per una frazione di secondo). Metti una campana sul tuo gatto se sono furtivi.
  • Ottieni un localizzatore / app GPS: ci sono molti prodotti sul mercato. Sono costituiti da piccoli dispositivi di localizzazione (spesso pesano solo pochi grammi) che possono essere attaccati al collare del gatto o risiedere su un collare. Un ottimo investimento se ti preoccupi per il tuo amico peloso.
  • Ottieni uno spazio Catio: Sì, c’è una società chiamata Catio Spaces. Puoi trovare un bel recinto esterno per il tuo gatto indoor. Questo dà loro la libertà di trascorrere il tempo all’aperto senza affrontare i rischi di auto, cani e combattimenti di gatti. Ricorda di fornire loro ombra, calore e acqua.
  • Fornisci le necessità: dài loro cibo, acqua, giocattoli, amore e tempo di gioco; insomma, adeguati! Valuta di addestrarli a camminare al guinzaglio.

Il gatto scappa: profilo del micio fuggitivo

I gatti all’aperto o al coperto-esterno sanno trovare la strada di casa

Secondo Lostpetresearch.com, il 67 percento dei gatti con accesso all’aria aperta e il 25 percento dei gatti con accesso solo all’esterno hanno dimostrato un comportamento da punto di vista. La percentuale era molto più bassa per i gatti indoor al 7 percento.

L’età gioca un fattore

Altri fattori rivelano che l’età gioca un ruolo enorme nelle sparizioni: il 58 percento degli adulti e il 34 percento dei giovani adulti costituiscono la scomparsa. Questo giorno suggerisce che i gattini e gli anziani potrebbero non avere forti capacità di ricerca.

Gatti timidi o gatti audaci?

Dati recenti suggeriscono che la personalità non ha alcun ruolo nelle capacità di ricerca; tuttavia, è probabile che se il tuo gatto timido esce, potrebbe nascondersi vicino ma teme di rivelarsi, rendendo più difficile da trovare. D’altra parte, un gatto audace ha maggiori probabilità di avvicinarsi a te quando viene chiamato.

Potrebbe interessarti anche: Come buttare il gatto fuori dal letto: dal manuale di sopravvivenza

Cosa devi fare, se il gatto scappa?

Il gatto scappa
Il gatto scappa: l’importante è che tu non ti agiti (Foto Unsplash)

I gatti solo in casa che fuggono spesso entrano in modalità difesa, specialmente se sono timidi. Questo significa che si nasconderanno anche quando vengono chiamati. Potrebbero non voler mostrarsi. Se il tuo gatto è stato recentemente sgridato o maneggiato, sappi che è probabile che si trovi nelle vicinanze, quindi non andare in macchina per una ricerca a terra, invece:

  • essere paziente
  • porta fuori del cibo
  • siediti tranquillamente e chiamali con calma
  • lascia aperta una porta a casa tua

Quando è normale

Alcuni gatti (indoor-outdoor) vanno e vengono a loro piacimento. Questo è un comportamento normale. Se il tuo gatto è completamente vaccinato, microchip e ha un collare decente, puoi concederti un giorno prima di accelerare la ricerca. Altrimenti, chiama il tuo gatto ogni cinque minuti. Distanzialo ogni mezz’ora e ogni due o tre ore. Fai del tuo meglio per recuperarli.

Avere un piano gatto perduto

Sappi cosa fare. Tieni a disposizione le informazioni sul microchip del tuo gatto. Fai sapere ai rifugi locali e al controllo degli animali che manca il tuo gatto (dai loro descrizioni fisiche e di personalità). Parla con i tuoi vicini (tre o cinque case in basso). Prendi in considerazione la pubblicazione di volantini nel tuo quartiere (assicurati di raccoglierli dopo la ricerca) e usa app come Tractive GPS, Cat alone, e così via.

Non abbatterti

Se hai fatto del tuo meglio per tenere al sicuro il tuo gatto indoor (tenendo sempre le porte chiuse) o hai fornito al tuo gatto all’aperto i suoi comfort soliti, quelli che ama di più (cibo, giochi, giocattoli, altri passatempi che sai che lui ama fare), ma il tuo gatto è ancora disperso, mostra un po’ di empatia. Perdere un animale domestico è un evento estremamente emotivo. A volte, non riceviamo mai le risposte che stiamo cercando e il nostro gatto non ritorna. Sappi che hai dato loro una grande vita, forse stanno vivendo i loro istinti selvaggi e speri sempre che tornino, perché un giorno potrebbero.

Simona Strani