Home Curiosita I 10 insetti indispensabili per il pianeta: senza non potremmo vivere

I 10 insetti indispensabili per il pianeta: senza non potremmo vivere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:40
CONDIVIDI

Esistono numerose specie di insetto al mondo, ma alcune sono davvero importanti. Ecco la lista dei dieci insetti indispensabili per la nostra vita.

Insetti indispensabili
Insetti indispensabili: per la sopravvivenza abbiamo bisogno di loro (Foto Unsplash)

Spesso, chi vive con un animale domestico, pensa che senza di lui non riuscirebbe a vivere neppure per un momento. Quanto è vero! Noi amiamo i nostri amici a quattro zampe e tutto quello che desideriamo è stare insieme a loro il più a lungo possibile. Noi li coccoliamo e loro ci ricambiano del nostro affetto, almeno mille volte di più, perché sono incredibili e sono capaci di effondere tanto amore, quanto un essere umano può solamente immaginare.

In realtà, ci sono animali che fanno parte della fauna di parecchi ecosistemi abbastanza comuni all’uomo, senza i quali tutti quanti noi letteralmente non potremmo vivere. Sono gli animali più piccoli che ti possano venire in mente. Sì, hai capito bene: stiamo parlando degli insetti.

Per molte ragioni diverse, possiamo ritenere gli insetti indispensabili alla vita sul pianeta. Loro collaborano con Madre Natura, affinché ogni cosa si inserisca nel giusto ordine e il mondo giri nel verso esatto. Gli insetti, infatti, sono instancabili lavoratori, vivono per uno scopo e sono capaci di portarlo a termine, qualsiasi cosa accasa. Sono anche molto belli e creati appositamente per collaborare con il funzionamento di tutti gli ecosistemi in cui sono inseriti.

Gli insetti indispensabili per la nostra sopravvivenza sono davvero tanti, ma noi ve ne elenchiamo giusto un pugno.

Insetti indispensabili: le 10 piccole creature che lavorano instancabilmente per noi

Insetti indispensabili
Insetti indispensabili: sono belli e utili per il pianeta (foto Unsplash)

Noi crediamo che, perché siamo grandi e grossi (non così grandi e grossi come altre specie animali, però) che possiamo tranquillamente comandare, dettare legge ovunque il nostro piede si posi, senza che nessuno ci dica ma o si opponga mai al nostro volere, pena lo sterminio immediato. Crediamo di essere la razza dominante su questo pianeta, gli esseri viventi più importanti, poiché riusciamo a comunicare soltanto tra di noi e da questo ci convinciamo che siamo le uniche forme di vita senziente.

Ci siamo tratti in errore, fin dall’inizio. No, non siamo di certo le creature più importanti al mondo. Gli animali più importanti del pianeta sono quelli senza i quali tutti quanti noi non potremmo vivere; e stiamo parlando degli insetti.

Scopri i dieci insetti indispensabili, ossia i più utili e che dovresti evitare di uccidere. Alcuni di loro impollinano i fiori per te e altri amano uccidere insetti e nocivi parassiti da giardino e nel tuo cortile.

La mantide religiosa

Sei fortunato ad avere una mantide religiosa nel tuo giardino. Non lasciarti ingannare dal suo aspetto insolito e raffinato: la mantide religiosa è un predatore. Un assassino veloce che non può essere paragonato a nessun altro insetto. È in grado di rimuovere istantaneamente i fastidiosi parassiti che infestano le piante. Alla mantide religiosa piace mangiare larve, insetti, afidi, cavallette, grilli, mosche e altri insetti.

L’ape

Insetti indispensabili
Insetti indispensabili: l’ape (Foto Unsplash)

Oltre a quello che tutti sappiamo molto bene, e cioè che questi insetti ci forniscono miele in grandi quantità, le api sono una parte essenziale del ciclo di vita e della crescita delle piante. Sono considerate i più importanti impollinatori del pianeta. Mentre si nutrono del nettare dei fiori, li impollinano a loro volta.

La coccinella

Insetti indispensabili
Insetti indispensabili: la coccinella (Foto Unsplash)

La coccinella, o con qualsiasi altro nome tu chiami questo piccolo insetto colorato, ha un appetito vorace. Le coccinelle si nutrono dei parassiti, divorando migliaia di insetti dannosi come afidi, mosche bianche, insetti di scala, pidocchi e altri parassiti comuni che sono dannosi per la salute di tutte le piante.

La farfalla

Insetti indispensabili
Insetti indispensabili: la farfalla (Foto Unsplash)

Le farfalle sono uno degli insetti che procurano più benefici. È un piacere vederle svolazzare per tutto il giardino. Il loro colore e la loro incantevole bellezza sono incredibili. Si appollaiano sui fiori, si nutrono di nettare e trasportano polline per fertilizzare altre piante, generando nuovi semi, frutti e incoraggiando la crescita delle piante.

La crisope

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#crisopa_perla Crisopa #crisopidae #neuroptera #lacewing #paseosporlanaturaleza #valsain #riberadelEresma #naturephotography #quédateencasa

Un post condiviso da Félix Loarte García (@felix_7d) in data:

La crisope può mantenere il tuo giardino libero da parassiti, per questo fa parte della lista degli insetti indispensabili. Il distruttore numero uno degli afidi e delle mosche bianche, sia nella loro fase larvale che in quella adulta. La crisope femmina depone le sue uova nelle larve di mosche bianche e nelle colonie di afidi; e dalla nascita le larve iniziano a mangiarle. Sono predatori molto aggressivi e voraci. Per aiutare la crisope che vive nel tuo giardino, devi controllare le formiche mentre provano a proteggere gli afidi e potrebbero divorare le uova della crisope.

La libellula

Insetti indispensabili
Insetti indispensabili: la libellula (Foto Unsplash)

Questi insetti indispensabili predano altri insetti volanti e parassiti come zanzare, mosche, falene, mosche bianche e moscerini della frutta e le loro larve. Le libellule sono curiose ma innocue e invitarle nel tuo giardino è un modo eccellente per ridurre i parassiti in modo naturale.

Il lombrico

Risulta abbastanza superfluo dire che anche questo è un insetto necessario per tutti noi, dal momento che ci porta molti benefici. Gli escrementi di questi vermi forniscono nutrienti alle piante, aerano anche il terreno e controllano il pH del suolo.

Il bombo

I bombi sono impollinatori pelosi grandi e adorabili. Sono innocui e raramente pungono. I bombi impollinano le piante e si nutrono di nettare. Come le api, vivono anche in colonie ma da terra, rifiuti di foglie o tronchi cavi. Gli alberi da frutto in crescita incoraggiano i calabroni a recarsi nei giardini.

Il ragno

Insetti indispensabili
Insetti indispensabili: il ragno (Foto Unsplash)

I ragni sono inquietanti per la maggior parte di noi, ma sono uno degli insetti più benefici nel giardino. Potrebbero esserci alcune specie che possono rivelarsi dannose, ma comunemente i ragni sono innocui e predano le zanzare, le mosche, le tramogge, le formiche, gli afidi e molti altri parassiti e insetti che vuoi allontanare.

Lo scarabeo

Insetti indispensabili
Insetti indispensabili: lo scarabeo (Foto Unsplash)

Gli scarabei raramente volano e si spostano rapidamente da un lato all’altro di un campo, ma sono cacciatori notturni e mangiano gli insetti cattivi, i bruchi e altri scarafaggi più piccoli insieme alle loro uova, che attaccano e procurano la morte delle piante. Puoi trovarli sotto i detriti e i rifiuti di foglie in punti coperti e scuri, nel letame o nel cumulo di compost. Se ne trovi uno, non lo ucciderlo.

Insetti indispensabili: ecco cosa accadrebbe se scomparissero del tutto

Insetti indispensabili
Insetti indispensabili: senza la vita umana si estinguerebbe (Foto Unsplash)

Gli umani potrebbero aver costruito le civiltà della storia, ma gli insetti possiedono il mondo. Dopotutto, oltre la metà di tutte le specie conosciute sono insetti. Quindi se improvvisamente svanissero tutti, lo noteresti. Niente più estati di cicale che cantano e lucciole tremolanti. Nessun’ape per impollinare meli, ciliegi, peschi o mandorli. Nessuno per fare il miele. Un mondo senza insetti significa un mondo con gli scaffali vuoti della supermercato. Ma quello sarebbe solo l’inizio dei nostri problemi. Ora, è impossibile dire esattamente cosa succederebbe se …, ma ecco lo scenario peggiore tra tutti quelli che si potrebbero prospettare, se gli insetti di tutto il mondo scomparissero a un tratto.

Ci sono alcuni insetti che molte persone sarebbero felici di vedere svanire. Come le zanzare. Uccidono centinaia di migliaia di persone ogni anno trasmettendo malaria, virus del Nilo occidentale e altre malattie. Ma se scomparissero domani, potremmo davvero sopportarne le conseguenze? Ci sono oltre tremila specie di zanzare sulla Terra, che sono tutte cibo per uccelli, pipistrelli, rane e altri animali. Niente più zanzare significa che queste creature e gli animali che le mangiano potrebbero soffrire la fame. Lo stesso vale per il temuto scarafaggio, un pasto ricco di proteine ​​per uccelli, roditori (e persino umani in alcune parti del mondo). Se perdessimo tutte le quattromila e quattrocento specie di scarafaggi, interi ecosistemi avrebbero difficoltà a sopravvivere. Che ci crediate o no, avremmo problemi ancora peggiori, poiché affronteremmo un grave problema di accumulo di escrementi, senza uno dei più grandi riciclatori del mondo, lo scarabeo stercorario.

Vedi, la storia ci ha insegnato esattamente cosa succede quando queste creature non possono fare il loro lavoro. Nel 1788, gli inglesi introdussero il bestiame in Australia e queste mucche produssero una quantità incredibile di sterco. Ognuna ne faceva abbastanza da riempire cinque campi da tennis ogni anno. Ma mentre gli scarabei stercorari in Gran Bretagna mangiano e distruggono la cacca di mucca, gli scarabei australiani nativi non toccano quella roba, perché si sono evoluti per sgranocchiare solo lo sterco marsupiale secco e fibroso. Quindi gli escrementi di mucca si accumularono. Nel 1960, il bestiame aveva ricoperto di tappeto oltre cinquecentomila acri di pascoli. È abbastanza per coprire circa la metà del Rhode Island, e mentre un po’ di sterco è ottimo per i fertilizzanti, questo oceano di sterco avrebbe affogato le piante nell’azoto, rendendo impossibile la crescita di qualsiasi cosa. Quindi, immagina se tutte le ottomila specie di scarabeo stercorario, oltre ad altri insetti coprofagi, come le mosche, svanissero in tutto il mondo. La terra sarebbe ricoperta fino al midollo di … beh, hai capito.

I terreni agricoli, le foreste e il deserto andrebbero in malora, e dappertutto ci sarebbero carcasse di parecchi esseri viventi. Vedi, la maggior parte degli animali non mangia cadaveri. Ecco allora che entrano in gioco gli scarafaggi, che mangiano carne putrida, poiché sono noti anche come dermestidi, e altri insetti che sgranocchiano i cadaveri. Oltre cinquecento specie di questi orribili becchini vivono in tutto il mondo, divorando carne morta fino a quando non rimangono altro che ossa. Senza di loro, ci sarebbero meno custodi in giro per ripulire il casino. Certo, ci sarebbero ancora gli avvoltoi e i batteri affamati per aiutare, ma non sarebbe abbastanza.

Quindi, è qui che potremmo finire in un mondo senza insetti. Morire di fame mentre si annega in un mare di cacca e cadaveri.

Potrebbe interessarti leggere anche:

Simona Strani