Categoria Cani Curiosita

I 10 migliori parchi per il cane in Italia: il top delle prossime mete con Fido

I nostri amici a quattro zampe hanno bisogno di correre e giocare in libertà. Ecco quindi la lista dei migliori parchi per il cane di tutto il mondo.

Migliori parchi per il cane: luoghi di ristoro per cani e umani (Foto Unsplash)

Come tutti noi esseri umani, anche i nostri cani sentono il bisogno e hanno il diritto di trascorrere alcuni momenti della loro vita nel più totale relax, facendo cose che li fanno sentire bene e seguendo quelli che sono i loro istinti primordiali. Ogni animale vuole muoversi all’interno del suo ambiente che, nel caso specifico del cane, non si tratta soltanto della sua casa di residenza, il posto che condivide con la sua gente umana, ma della natura vera e propria, ossia il luogo originario dal quale egli proviene.

I cuccioli sono stati creati con queste caratteristiche e, dunque, necessità: devono correre, giocare, socializzare tra loro, starsene anche un po’ per conto proprio e camminare liberamente senza il giogo dell’opprimente guinzaglio che li stringe al collo.

Queste cose un bravo genitore adottivo umano dovrebbe permetterle, ma non in qualsiasi contesto. Ecco perché è talmente importante visitare, di tanto in tanto, i migliori parchi per il cane in Italia: location stupende, in grado di ristorare l’anima non soltanto di Fido, ma anche quella del suo affezionato padrone.

Migliori parchi per il cane in Italia: 10 luoghi da visitare in compagnia di Fido

Migliori parchi per il cane: le destinazioni per le nostre prossime vacanze (Foto Unsplash)

Cosa può rendere un luogo naturalistico un parco adatto ai cani, o addirittura uno dei migliori parchi per il cane? Quali criteri devono essere stabiliti affinché un parco per cani possa essere etichettato come uno dei migliori? Se sei il genitore adottivo di un piccolo Fido (o anche più di uno), allora saprai bene quanto sia necessario avere uno spirito pronto al sacrificio: non è sempre detto che ciò che fa comodo a noi faccia comodo pure a lui e, nonostante ciò, i suoi bisogni vengono comunque prima. Se un luogo è particolarmente accogliente con il nostro cane e lo fa sentire speciale, ricorderemo queste considerazioni speciali e vorremo tornarci (ovviamente, il tuo cane sarebbe felice pure di dormire su un mucchio del tuo bucato sporco, ma questa è un’altra storia). I cani sono individui molto sensibili: non hanno bisogno di molto, ma quel poco che necessitano avere è fondamentale che lo abbiano.

Secondo i dati statistici raccolti dal nostro Osservatorio nazionale, il settantotto percento degli animali domestici in vacanza sono cani. Allora, quali sono le migliori destinazioni, e cosa cerchiamo in una zona quando pianifichiamo una vacanza in compagnia di Fido? Principalmente, l’accesso ad attività, negozi, ristoranti e cose che coinvolgono e intrattengono il nostro amico peloso. Una vera accoglienza per animali domestici: gli hotel che affermano di essere “pet friendly” dovrebbero includere tra i loro servizi principali, quelli base, anche tante piccole attenzioni riservate ai cuccioli degli ospiti, come il pet-sitting, la spa per gli animali, le gite e un’infermeria veterinaria.

In ogni caso, la cosa principale che qualsiasi meta turistica dovrebbe avere, se viaggi in compagnia del tuo amico a quattro zampe, è la vicinanza a una riserva o un luogo grande totalmente immerso nella natura, dove Fido può tranquillamente correre, saltare e giocare. Ecco quindi che ti elenchiamo quali sono i migliori parchi per il cane in Italia. Ti consigliamo di cercare un alloggio nelle prossimità di queste location, se non al loro interno, direttamente, per vivere un’esperienza fantastica e indimenticabile.

1. Parco Nazionale dello Stelvio (Lombardia e Trentino Alto Adige)

Hai presente l’ambientazione incantevole delle più belle fiabe di tutti i tempi? Riesci a immaginarla? I boschi ombrosi, caratterizzati da una fitta vegetazione; il panorama delle vette bianche che ricordano il prossimo passo di un lungo cammino, come ne “Il Signore degli Anelli”; i laghi, i fiumi, i ruscelli cristallini di montagna e tutte le altre sorgenti d’acqua zampillante che emettono un suono ritmato e rilassante; l’aria pulita e salubre e la luce del sole. Questo è il parco più antico e grande d’Italia; ed è anche il posto migliore in assoluto nel quale trascorrere del tempo in compagnia del proprio amico a quattro zampe.

2. Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Langa (Abruzzo, Lazio e Marche)

Tra i migliori parchi per il cane, questo merita sicuramente il secondo posto, non vi sono dubbi al riguardo. Innanzitutto si trova in pieno Centro Italia, il che può renderlo comodo e facile da raggiungere. Inoltre, quello che si può trovare all’interno di questo parco non esiste da nessun altra parte: il luogo, oltre che presentare una distesa davvero grande di natura incontaminata, è caratterizzato dalla presenza di molti eremi e soprattutto di castelli medievali (in alcuni di questi è possibile addirittura soggiornare). L’ultimo ghiacciaio appenninico si trova proprio qui, dentro ai confini del parco. Sia questo che la scena mozzafiato che ti si parerà di fronte, non appena supererai la prima scarpata, varrà la pena di un breve tratto di trekking faticoso, per te e per Fido.

3. Parco Nazionale del Gargano (Puglia)

Una delle cose più caratteristiche e importanti di questo parco italiano, e che lo mette al terzo posto della nostra lista, è la biodiversità: c’è una pluralità di ecosistemi che convivono all’interno di questi oltre centoventimila ettari di natura incontaminata, che risale addirittura alla Preistoria. Gli alberi secolari, le piante e non soltanto; gli animali che costituiscono una fauna variegata e molto particolare (volatili, mammiferi, rettili e insetti di moltissime specie differenti); le testimonianze di un’era assai lontana, distante persino dalla prima orma dell’uomo su questo pianeta. Tutti questi sono gli ingredienti che fanno del parco pugliese un ottimo posto dove passare del tempo di qualità insieme al nostro animale domestico. Anche Fido apprezzerà la visita.

4. Parco Nazionale del Pollino (Basilicata e Calabria)

Ci sono ben tre motivi fondamentali per visitare questo luogo incantevole e decisamente fuori dal tempo (ci si sente come dentro a una bolla di piacere e salubrità) e sono i seguenti:

  • il cane può stare a briglia sciolta, poiché questo è una location appositamente pensata anche a loro e, dunque, puoi essere felice di permettere a Fido un poco di libertà (se la merita)
  • di recente è entrato nella lista dei preziosi patrimoni dell’Unesco, quindi sarebbe interessante visitarlo anche soltanto per farsi una cultura
  • c’è un essere vivente, una pianta, che cresce solamente in questa zona, praticamente è l’unica in tutto il mondo della sua specie ed è autoctona del parco

5. Dogland (Veneto)

Sì, è esattamente come sembra: abbiamo smesso di parlare di riserve naturali per virare verso tutt’altro argomento. Adesso i luoghi di cui ci interessiamo e che vanno a inserirsi nella lista dei migliori parchi per il cane in Italia sono i parchi divertimenti, come Dogland, che è una specie di Disneyland per amici a quattro zampe. Questa è una genialata che, come quasi tutte le altre, proviene dal Nuovo Mondo, ma in Veneto sono riusciti a renderla alla grande, realizzando uno dei migliori parco-giochi d’Europa, una meta imperdibile per chi ha un cane e vuole vederlo felice.

6. Il giardino del Duca (Emilia – Romagna)

Si tratta praticamente di un meraviglioso agriturismo immerso nel verde, una distesa sconfinata di natura dove molti sono i servizi offerti ai nostri amici animali. Tra le cose che la struttura, davvero ben gestita, offre ci sono:

  • ristorante per cani
  • cuccette molto comode
  • organizzazione gite e giochi
  • pet-sitting
  • sedute di addestramento ai massimi livelli
  • spa e coccole

7. Delizia d’Este (Emilia – Romagna)

Migliori parchi per il cane: Delizia d’Este a Ferrara, Emilia – Romagna (Foto Unsplash)

Questo è un agriturismo, ma non soltanto. Il personale davvero preparato ed esperto nella cura dei cani e degli animali domestici in generale è addetto al controllo dei nostri amici pelosi ventiquattr’ore su ventiquattro, come alla loro toelettatura e al loro divertimento. Infatti, nelle immediate prossimità della struttura dove possono soggiornare umani e cani ci sono dei laghetti e delle meravigliose sorgenti d’acqua, dove sono stati allestiti dei giochi appositamente pensati per Fido. Un luogo, oltre che magico e rilassante, quindi, anche incredibilmente spassoso e pieno di emozioni.

8. Area cani di Porto Mantovano (Lombardia)

Non sarà una riserva naturalistica, un incantevole e romantico agriturismo oppure un parco-giochi di grandi pretese, ma sicuramente si tratta della migliore area per cani attrezzata di tutto il nostro paese, almeno a detta di chi c’è stato e ha recensito la location. Quasi tutti sono concordi nell’affermare che la zona è provvista di tutto ciò che una persona in compagnia di un cucciolo può avere di bisogno.

9. Doggy Park (Sicilia)

Questo parco è una immensa area verde piena di strutture per il relax e di giochi adatti ai cani che sorge proprio all’interno del comune di Palermo. Una piccola (non tanto piccola) isola felice, in pratica; il paradiso terrestre per tutti i cani della città, e della provincia, e i loro padroni. Non puoi perderti l’occasione di goderti questo posto, se vivi a Palermo o ti trovi in vacanza giusto in Sicilia.

10. Parco Uditore (Sicilia)

Parliamo non tanto del parco in sé, che ha una bella storia, ma non è pensato appositamente per gli animali domestici, quanto dell’area realizzata di recente al suo interno, molto grande, e fatta per permettere anche ai nostri amati cani di giocare, svagarsi e specialmente di socializzare tra loro (cosa molto importante per la loro formazione e l’educazione).

Migliori parchi per il cane in Italia: 6 cose importanti da tenere in considerazione

Migliori parchi per il cane: come dovrebbero essere realizzati? (Foto Unsplash)

I parchi per cani in cui i cuccioli scappano dal guinzaglio sono da tempo il segmento di parchi urbani in più rapida crescita negli Stati Uniti, aumentando in numero di quasi il novanta percento dal 2007. Poiché le città continuano a realizzare e ad aprire zone pet-friendly, come possiamo renderci conto che i parchi che ci vengono messi a disposizione siano adatti al gioco e al passatempo generale dei nostri cuccioli? Come facciamo a distinguere i migliori parchi per il cane da una semplice area verde malamente attrezzata?

Leslie Lowe è un architetto paesaggista che ha contribuito a progettare l’Hugh Rogers Wag Park a Whitefish, nel Montana, considerato uno dei dieci migliori parchi per cani del territorio americano nel 2015 da molte riviste tematiche. Il suo parco comprende una vasta gamma di caratteristiche piacevoli per i cani, tra cui arrampicata su rocce, tunnel, sentieri asfaltati, uno stagno per gli schizzi, alberi da ombra e un corso di agilità. Ne sta pianificando un altro a Fernie, nella Columbia Britannica, e sta scrivendo un libro sul design dei parchi per cani. Lowe, che ha trascorso decenni a lavorare con i cani da caccia, crede che un buon parco per cani riproduca l’esperienza selvatica insita nel DNA canino e che spinge i nostri amici pelosi a ricercare sempre un modo per fare movimento, a correre e a mordere qualsiasi cosa capiti loro a tiro: in questo modo i cani si sentono a proprio agio, poiché si trovano in un ambiente che è naturalmente familiare.

Molti architetti non capiscono davvero i cani. Stanno progettando parchi come “Bene, mettiamoci un recinto attorno”, dice. Ma quando i miei cani si trovano in un ambiente naturale, saltano sui tronchi, si arrampicano sugli scogli, vanno sotto le grandi radici rialzate degli alberi che creano dei tunnel intriganti e per loro davvero divertenti. C’è una varietà di sensazioni diverse che stai dando loro, piuttosto che solo un parco erboso piatto senza niente dentro.

Lowe ha le idee molto chiare riguardo al modo in cui i veri parchi dedicati ai cani debbano essere realizzati, non esistono mezze misure in questo caso. Quindi, ha condiviso con noi tutto il sapere derivato dalle sue esperienze lavorative dirette e che hanno portato alla costruzione di moltissime location incantevoli per gli animali domestici negli Stati Uniti.

1. Dài ai cani spazio per scorrazzare

Migliori parchi per il cane: dài al cane spazio per saltare e correre (Foto Unsplash)

Non è la cosa più semplice da fare nelle città spesso anguste, ma è cruciale, quindi i problemi non si sviluppano subito.

Se hai un piccolo parco per cani di un acro con ingressi stretti, allora tutti si radunano al cancello, dice Lowe. Quindi un cane timido o un cane che entra e non è a suo agio, all’improvviso non si riescono davvero a controllare, ed è allora che si verificano le reazioni scatenanti. Potrebbe succedere un pandemonio a mettere così a stretto contatto tanti cani diversi e che, soprattutto, non si conoscono ancora. Potrebbe essere una mossa molto ardita e sicuramente non sicura per il benessere del tuo cucciolo. Se non c’è abbastanza spazio per realizzare un parco, meglio niente parco, perché gli effetti collaterali si rivelerebbero disastrosi.

Anche se ci fossero spazi separati da un recinto da poter utilizzare per far camminare il cane, a quel punto e con quella vicinanza assai pericolosa ad altri animali, il proprietario non dovrebbe stare tranquillo a lasciare il suo Fido senza il guinzaglio. Se, invece, ho uno spazio aperto e molto ampio, e posso portare persone e cani nel parco, togliere il guinzaglio è fondamentale per eliminare la tensione, dice Lowe.

2. E concedigli anche degli spazi più piccoli

Alcuni cani beneficiano di un’area recintata lontano dalla folla e dal traffico. I cani di piccola taglia potrebbero sentirsi intimiditi dai cani di taglia grande, per esempio; c’è persino un fenomeno chiamato “deriva predatoria” in cui una razza più grande con un comportamento normalmente pacifico (per fare un semplice esempio, i pastori tedeschi) attaccherà improvvisamente un cane più piccolo, come se fosse una preda. I parchi spesso designano queste piccole riserve come “aree per cani di piccola taglia”, sebbene ciò non sia sempre accurato (e chi vuole sostenere essere fiscale sulle dimensioni, comunque?)

Mi piace definirlo un “area di uso speciale”. Perché a volte hai cani timidi o cani più grandi che sono a disagio nel grande parco e sono decisamente più felici nell’area più piccola dove sono meno sotto pressione, dice Lowe. Esistono dunque dei piccoli parchi dentro al parco, fatti apposta per cani ancora non totalmente in grado di socializzare e che hanno bisogno del loro tempo per venire a galla.

3. Lancia loro una sfida

Migliori parchi per il cane: con giochi sia fisici che mentali (Foto Unsplash)

Penso che sia importante non solo esercitare il fisico dei cani, ma anche esercitare il loro cervello, afferma Lowe. In termini di topografia, a Lowe piace dare ai parchi per cani una serie di superfici: campi pianeggianti, dolci colline, ciuffi di rocce su cui i cuccioli possono saltare. Penso che i cani siano come le persone, a loro piace la varietà, dice.

Lowe ha anche installato un percorso ad ostacoli nel parco Whitefish con massi e tunnel da esplorare per i cani.

4. L’acqua si deve sentire sempre scorrere

L’acqua è un must, sia per bere che per i cani che amano immergersi come un wrestler professionista che si tuffa dalle corde più alte. Le fontane d’acqua che servono sia ai cani che ai loro padroni sono una buona soluzione. Le piscine nuotabili offrono un ottimo esercizio per i cani più grandi che non possono correre bene, ma dovrebbero essere regolarmente testate in modo che i cuccioli non contraggano nulla di cattivo che possa danneggiare la loro salute in qualche maniera. Forse dovrebbero anche essere recintati per i proprietari che non vogliono che i loro cani diffondano acqua e fango a casa alla fine della giornata. Per quanto riguarda la sfida, gli elementi idrici possono anche tenere impegnati i cani a livello mentale. Il parco Fernie di Lowe ha un gioco d’acqua interattivo che i cani possono raggiungere con le zampe per attivare getti d’acqua da terra.

5. Assicurati che non crescano piante velenose

Migliori parchi per il cane: stai attento alle piante velenose (Foto Unsplash)

Prestare la massima attenzione all’eliminazione delle piante tossiche, come la palma di sago, che può causare insufficienza epatica e morte nei cani che la mangiano. Gli alberi, d’altra parte, sono quasi necessari, in quanto forniscono ombra per cani e persone nelle giornate più calde e una bella spinta estetica. Sicuramente, i cani apprezzano molto gli alberi, afferma Lowe, anche se potresti dover proteggere il tronco dell’albero dall’essere scambiato per un orinatoio fisso dagli animali domestici. Non sta scherzando: docce regolari di pipì canino possono danneggiare gli alberi, causando “tossicità da ammonio” e rendendo la loro corteccia debole e vulnerabile alle malattie e agli insetti scavatori.

L’erba sembrerebbe una buona scelta per la superficie di un parco, in quanto è piacevole, morbida sulle zampe e conserva tutti gli odori terrosi e disgustosi che i cani adorano aspirare. Ma dopo le piogge e lo stress di ripetuti calpestamenti e scavi, per non parlare del bruciore chimico dell’urina, i parchi di erba possono assomigliare a buchi infernali fangosi con crateri all’aria aperta. Per questo motivo, molti parchi (specialmente quelli delle città) hanno superfici dure o un’erba finta, che viene riempita di sapone e candeggina. A Lowe piace mettere una pista asfaltata in un parco, in modo che le persone possano camminare di continuo senza erodere il terreno, e anche per servire meglio le persone con disabilità e le famiglie con passeggini.

6. I visitatori umani devono essere coinvolti nell’intrattenimento dei cuccioli

Mantenere il posto pulito dipende dagli ospiti bipedi. Ciò richiede una buona segnaletica e forse un gruppo di volontari che pattugli il parco e raccolga i rifiuti quando li vedono, afferma Lowe. I parchi dignitosi dovrebbero fornire stazioni di scarico e cestini per la spazzatura strategicamente posizionati, anche se è una questione di responsabilità umana utilizzarli correttamente.

La sistemazione dei vari spazi per l’uomo può anche aiutare il parco a risultare un buon posto pure per i cani. Realizzare alcune panchine e un buon impianto di illuminazione è fondamentale per ottenere non soltanto un elegante parco per cani, ma un luogo di relax per ogni persona che possiede un cane nella città: se un servizio è reso in maniera impeccabile, a quel punto i cittadini sono persino ben lieti di pagarlo o finanziarlo di tasca propria. Penso che Whitefish abbia raccolto duecentomila dollari in donazioni per costruire quel parco, e che fossero donazioni da tutti gli Stati Uniti e il Canada, afferma Lowe. Quando le persone viaggiano e vedono questi parchi davvero interessanti, ne fanno una destinazione fissa e una nota attrazione turistica. Il parco Whitefish attira cinquantamila utenti all’anno, dice; è in una comunità di circa seimila e seicento individui.

Migliori parchi per il cane in Italia: perché sono tanto importanti per il benessere di Fido

Migliori parchi per il cane: sono fondamentali per il suo benessere (Foto Unsplash)

Oltre al cibo, all’acqua e alle coccole, l’esercizio fisico è il miglior regalo che puoi fare al tuo animale domestico. Che si tratti di una passeggiata nel quartiere al guinzaglio o di una gita al parco per cani, l’esercizio fisico regolare è una parte vitale della salute e del benessere generale del tuo cane.

Però, anche un’attività relativamente semplice come fare una passeggiata comporta un rischio di lesioni per il tuo cane. I seguenti suggerimenti ti aiuteranno a proteggere il tuo cucciolo mentre ti godi ancora i benefici delle normali passeggiate con il cane:

  • Cuscinetti delle zampe: i cuscinetti delle zampe del tuo cane sono più sensibili di quanto appaiano. Evita superfici che potrebbero danneggiare il cuscinetto come asfalto caldo, sporco o sabbia. Se non sei sicuro che sia troppo caldo, testa la temperatura della superficie con il palmo della mano o il piede nudo. Se fa troppo caldo per te, fa troppo caldo per il tuo animale domestico. Evita i vicoli o ovunque ci siano vetri rotti o altri detriti che potrebbero essere pericolosi anche per le zampe del tuo cane.
  • Gli estranei possono essere un pericolo: tieni il tuo cucciolo lontano dai cani che non conosci, specialmente quelli che non sono al guinzaglio. Un cane non familiare può essere aggressivo o portare una malattia.
  • Guarda il tempo: se fa troppo caldo per te, fa troppo caldo per il tuo cane. Limita le passeggiate estive alle prime ore del mattino e della sera, quando il sole è meno intenso.

Migliori parchi per il cane: sì o no?

Migliori parchi per il cane: servono, ma a cosa? (Foto Unsplash)

Lo scopo di un parco per cani è offrire un’area in cui gli animali possano muoversi liberamente senza guinzaglio. I parchi per cani possono fornire al tuo cane stimoli fisici e mentali, nonché numerose opportunità per socializzare. Il nostro amico a quattro zampe non è l’unico a beneficiare di una gita in un parco per cani. I genitori di animali domestici possono divertirsi socializzando tra loro, giocando e legando con i loro cani e esercitando abilità di addestramento senza guinzaglio.

Il parco dei cani è quello giusto per il tuo cane? La cosa ideale, prima di decidere se fare un viaggio nel parco per cani, è avere un cane sano, sterilizzato o castrato e che goda della compagnia di altri cani e persone. Se il tuo cane è eccessivamente timido o aggressivo o ha problemi di salute, un parco per cani potrebbe non essere appropriato. I cuccioli non vaccinati non dovrebbero mai visitare un parco per cani, poiché il rischio di trasmissione di malattie è maggiore in questi particolari luoghi a causa del volume di individui con cui il tuo cucciolo potrebbe entrare a contatto.

Cosa cercare? Idealmente, dovresti visitare un parco per cani prima senza il tuo cane, per assicurarti che sia il parco giusto per entrambi. Un parco per cani dovrebbe avere i seguenti tratti:

  • Abbastanza metraggio per far correre liberamente i cani senza risultare troppo affollato, poiché l’affollamento può portare a tensioni che possono condurre a combattimenti
  • Pattumiere e sacchetti disponibili per una facile pulizia dei rifiuti
  • Protezioni come recinzioni e cancelli (questo è importante, anche se ti fidi che il tuo cane risponda quando viene chiamato)
  • Acqua potabile e ombra
  • Area di esercizio separata per cani più piccoli o più giovani

È importante tenere sempre d’occhio il tuo cucciolo e monitorare il suo comportamento nei confronti degli altri cani nel parco. Impedisci al tuo cane di “ammassarsi” insieme ad altri cuccioli facendosi continuamente seguire da te in diverse parti della zona. Ferma un combattimento prima ancora che inizi, evitando che il tuo cane abbia un’interazione con un altro che sembra all’apparenza più teso che giocoso.

Potrebbe interessarti anche:

Simona Strani

Simona Strani

Published by
Simona Strani

Articoli recenti

  • Alimentazione Gatti
  • Gatti

Il gatto può bere la camomilla? Cosa sapere su questa sostanza

Il gatto può bere la camomilla? Vediamo quali gli eventuali benefici o rischi che sono…

9 ore ago
  • Non solo Cani e Gatti

Il coniglio può mangiare la frutta secca? Scopriamolo insieme

L’alimentazione di un roditore è molto particolare. Vediamo insieme se il coniglio può mangiare la…

13 ore ago
  • Alimentazione Cani
  • Cani

Il cane può mangiare i datteri? La frutta nell’alimentazione di Fido

Il cane può mangiare i datteri? Vediamo quali gli eventuali benefici o rischi che sono…

15 ore ago