Home Cani Perché il cane mangia i calzini? La risposta a questa domanda è...

Perché il cane mangia i calzini? La risposta a questa domanda è incredibile

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:58
CONDIVIDI

Se vivi con un Fido, sicuramente ti è già capitato, non puoi negarlo. Il cane mangia i calzini (non sempre, ma qualche volta). Perché lo fa e come fermarlo?

Cane mangia i calzini
Cane mangia i calzini: il motivo c’è e si può risolvere (Screenshot Instagram)

I cani divorano le cose più strane. I veterinari lo sentono abbastanza spesso: Il mio cane ha appena ingoiato le mie calze! Sta per morire?

Alla fine non c’è niente di divertente nei cani che mangiano calzini, non importa come possano sembrare cose comiche: un cane che divora i calzini può incontrare seri e complicati problemi medici (per non parlare delle costose bollette veterinarie). Soprattutto quei cani “mangiatori compulsivi di calzini”, quei recidivi là fuori che ne hanno fatto l’abitudine preferita.

Allora perché i cani mangiano i calzini e cosa potrebbe succedere ai cani che lo fanno? Rispondiamo a queste due domande, per rassicurarti e darti una mano d’aiuto.

Potrebbe interessarti anche: Il cane vomita, cosa fare? Tutte le cause e le soluzioni a questo problema

Il mio cane mangia i calzini: perché lo fa? Come lo faccio smettere? Diamo finalmente una risposta

Cane mangia i calzini
Cane mangia i calzini: certe volte è un comportamento ossessivo compulsivo (Screenshot Instagram)

Perché il mio cane è così interessato a mangiare calze? Non è che i calzini siano così saporiti e non facciano definitivamente parte della dieta di un cane, quindi cosa dà? Per capire il feticcio di un cane per i calzini, bisogna mettersi nelle zampe di un cane e vedere le cose da una prospettiva canina.

Mentre i calzini sembrano essere oggetti poco interessanti che si trovano in giro per la casa, molti cani sono abbastanza esperti da scoprire che, almeno dal punto di vista dei loro amati proprietari di cani, i calzini sembrano avere un significato speciale.

Perché lo fa?

Se il tuo è il tipo di cane che gode dell’attenzione e dell’interazione con i suoi proprietari, o forse è semplicemente un po’ annoiato, può casualmente o, forse più intensamente, notare come tenere un calzino e decollare con esso attirerà immediatamente l’attenzione del proprietario. Presto si svolge un gioco di “tenere lontano” e oh, il gioco è così gratificante! Ad un certo punto, mentre il proprietario si avvicina e si trova a portata di mano dalla raccolta del calzino, Rover decide di ingoiare il calzino in modo da riporlo in sicurezza nello stomaco.

Mentre molti cani possono inghiottire i calzini a causa della noia, o come parte di un gioco, su una nota più seria, alcuni cani possono farlo come una forma di protezione delle risorse. In questo caso, il cane percepisce il calzino come un oggetto prezioso, forse prezioso come ossa, giocattoli e altri oggetti che sono particolarmente desiderosi di avere. I cani che proteggono i calzini possono impegnarsi in comportamenti che aumentano la distanza (comportamenti intesi a scoraggiare altri cani o persone dall’avvicinarsi) in modo da non sentirsi minacciati di perdere la loro “risorsa”. Ringhiando, tenendo la testa abbassata verso la calza e scattando, sono solo alcuni comportamenti dei cani che custodiscono oggetti come i calzini. L’ingestione della calza può far parte del display, come effetto culminante quando una persona o un animale si avvicinano troppo. Tuttavia, non tutti i cani seguono questo schema, alcuni cani possono decidere di deglutire i calzini subito dopo averli trovati per conservarli fuori dalla portata di altri.

D’altra parte, a volte deglutire i calzini può essere un segno che un cane sta vivendo una condizione nota come pica. La pica è la propensione a mangiare oggetti non consumabili. L’elenco può includere rocce, calze, foglie, terra e così via. La causa sottostante di questo comportamento potrebbe non essere identificata a volte, ma si ritiene che la pica possa derivare da un disturbo comportamentale, o forse da un problema digestivo o metabolico o da qualche altra condizione medica sottostante.

E poi ci sono cani che mangiano calze solo perché sembra gratificante. Forse, a loro piacciono perché mantengono l’odore dei loro proprietari, nonostante diversi cicli di lavaggio.

Ovviamente, mangiare calzini è grande no-no poiché il panno non ha alcun valore nutrizionale e, in più, i calzini possono causare un blocco che può finire con il cane sul tavolo operatorio.

Potrebbe interessarti anche: 5 semplici modi per addestrare il cane a socializzare con altri cuccioli

Il cane mangia i calzini: cosa faccio?

Cane mangia i calzini
Cane mangia i calzini: cosa si deve fare non appena succede (Screenshot Instagram)

Non tutti i calzini vengono mangiati, però tutti quanti finiscono sul tavolo operatorio. Nel migliore dei casi, per gentile concessione di un processo noto come peristalsi, il normale processo digestivo spingerebbe la calza attraverso lo stomaco, poi via verso l’intestino tenue del cane, quindi via verso l’intestino crasso e infine fuori. Generalmente, quando la calza è arrivata fino alla fine dell’intestino crasso, è una corsa abbastanza regolare.

Le aree di transito più problematiche sono le numerose aree curve e strette del tratto intestinale in cui la calza rischia di rimanere bloccata. Ciò è ulteriormente aggravato dalla propensione al rigonfiamento dell’intestino attorno ad esso, spiega il veterinario, la dottoressa Rebecca. A questo punto, non c’è altro da fare che tirare fuori la calza attraverso un intervento chirurgico.

Se presi in tempo, ci sono alcune opzioni che possono salvare i proprietari di cani da un costoso viaggio veterinario. Quando i proprietari di cani ci chiamavano alla clinica veterinaria, chiedendoci con tono frenetico: “Aiuto, il mio cane ha ingoiato un calzino, cosa devo fare?” Siamo stati addestrati a chiedere loro alcuni dettagli pertinenti come parte del nostro triage come quanto tempo fa il tuo cane ha ingoiato la calza? e che taglia era la calza?, dice la dottoressa.

Se il proprietario del cane ha riferito che il cane ha appena ingerito il calzino nell’ultima ora o due, abbiamo immediatamente riferito al nostro veterinario per istruzioni dettagliate su come potevano indurre il vomito a casa usando il giusto dosaggio di perossido di idrogeno al tre percento in base al cane peso. Abbiamo detto loro che avrebbero potuto provare un paio di volte se non funzionava la prima volta e poi se ancora non funzionava, dovevano chiamarci perché avremmo potuto fornire un emetico più forte o i nostri veterinari avrebbero potuto provare con l’endoscopia se la calza non era troppo in basso, continua l’esperta.

Se la calza è stata ingoiata per oltre due ore, le cose sono diventate un po’ più complicate. Se il cane che ha ingoiato la calza fosse grande, come ad esempio un Labrador adulto o un alano, daremmo al proprietario la possibilità di monitorare semplicemente il cane. Questo protocollo di attesa includeva un elenco dettagliato dei sintomi di un blocco intestinale da tenere d’occhio, insieme a raccomandazioni per un attento monitoraggio che comportava la sorveglianza se il calzino veniva vomitato o se lo faceva attraverso le feci del cane nei prossimi due giorni.

Se il cane era ancora felice e mangiava e teneva giù il cibo, c’erano probabilmente buone probabilità che il calzino si muovesse senza complicazioni. Se il cane non stava mangiando e avrebbe iniziato a vomitare, allora i proprietari dovevano vederci subito poiché questo era spesso indicativo di problemi.

Tuttavia, se il cane era piccolo o diceva un cucciolo, e più di un paio d’ore erano trascorse dall’ingestione, le cose erano più critiche, considerando che sarebbe stato più difficile passare il calzino, anche se alcuni finivano a volte vomitando più tardi. Dopo aver avvertito i proprietari dei pericoli dei blocchi, raccomandiamo di portare il cane alla clinica veterinaria per le radiografie, possibilmente serie di bario (per valutare dove si trovava la calza e il suo transito) e forse un’endoscopia a seconda dei risultati.

L’endoscopia è una semplice procedura in cui un tubo viene inserito nella gola di un cane e la calza viene afferrata e recuperata. L’endoscopia è una procedura meno invasiva rispetto a una procedura chirurgica in cui il cane viene aperto; pertanto, un’endoscopia è un’opzione preferita a seconda della parte dell’intestino in cui è intrappolata la calza e di quanto tempo è passato.

I paragrafi precedenti non devono essere utilizzati come sostituti della consulenza veterinaria professionale. Se il cane ha ingerito una calza, si prega di consultare tempestivamente il veterinario.

Potrebbe interessarti anche: Cuccioli da adottare, non comprare: questi animali non sono una “merce”

Come faccio smettere il cane di mangiare i miei calzini

Cane mangia i calzini
Cane mangia i calzini: bisogna addestrarlo per risolvere del tutto il problema (Screenshot Instagram)

Per prevenire questo fastidiosissimo comportamento, che non reca un danno solamente a noi, ma anche a loro (di certo non possono non andargli indigesti tutti i calzini che indossi per andare a correre e nei quali i tuoi piedi stanchi sudano), l’unica cosa che puoi fare e stare tranquillo e sereno è di seguire, passo passo, questi nostri consigli:

  • Fai in modo che i calzini siano inaccessibili. Mai mai e poi mai lasciarli per terra (anche perché non si lascia niente a terra con un cucciolo per casa), quindi cerca di essere ordinato. Sistema i tuoi calzini nel cassetto apposito, mentre se sono sporchi dentro a una cesta chiusa ermeticamente, con un lucchetto se è necessario. Non puoi permetterti che Fido vinca questa partita, dunque approfitta del fatto che egli non possiede i pollici opponibili.
  • Prova la stimolazione fisica e mentale. Sicuramente, se il comportamento di mangiare i tuoi calzini è ossessivo, questo dipende da qualche problema dichiarato o inconscio. Bisogna risolvere dalla radice e dunque cercare di stimolare il cane, per non lasciarlo annoiato e insofferente, potrebbe porre rimedio a questo grande disagio che vi affligge.
  • Addestra il tuo cane come si deve. Obbedire ai comandi è una cosa che tutti i cani dovrebbero imparare fin da subito, in tenera età, per crescere nel rispetto dei suoi padroni, ma più nel particolare nel rispetto delle regole della casa. Perché non possono capitare incidenti di sorta, neppure se vengono estranei a farci visita. Il cane deve essere buono e fare quello che noi gli chiediamo, affinché non corra alcun pericolo, e non lo corrano neppure gli altri. Per cui sarebbe il caso, se non ci riusciamo da soli, di accompagnare il nostro amico a quattro zampe da un addestratore esperto che possa insegnargli l’obbedienza e i comandi di base, tra i quali Lascialo, Metti giù, Dammelo, che potrebbero esserci fondamentali nel caso in cui trovassimo Fido con un paio dei nostri calzini in bocca.

Simona Strani