Home Curiosita Perché la gente odia gli insetti? La Scienza rivela i 3 motivi...

Perché la gente odia gli insetti? La Scienza rivela i 3 motivi principali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:42
CONDIVIDI

Ecco una delle cose che è un po’ una regola fissa nei rapporti uomo – Regno Animale: la gente odia gli insetti. La Scienza, però, ci rivela il motivo.

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: la paura di queste creature si chiama “entomofobia” (Foto Adobe STock)

Forse non ti sei mai fermato un attimo per porti questa domanda e rispondere sul serio, ma oggi te lo chiediamo noi: perché odi gli insetti? Ovviamente non intendiamo solamente gli insetti in senso stretto, ma ci stiamo riferendo a tutte quelle mini creaturine che volano, zampettano e strisciano (come scarafaggi, mosche, formiche e vermi). In pratica, ci riferiamo persino ai ragni. Rispondi: perché li detesti tanto? Ti hanno mai effettivamente fatto qualcosa? Se la tua risposta dovesse essere Sì, una volta uno scarafaggio mi ha camminato sul piede, allora noi ti risponderemmo E che male c’è? Il tuo cane non ti tocca spesso? Ma non te la prendi. Se piuttosto penserai a quella volta in cui un’ape ti ha punto, noi potremmo giustamente chiederti E tu che avevi fatto per stuzzicarla? Devi sapere che l’ape, quando punge un uomo perde il suo pungiglione e questo le provoca la morte. Quindi, capisci bene che non ti attaccherebbe mai senza un buon motivo.

In poche parole, non sembra esserci apparentemente nessun motivo razionale che può spiegare perché la gente odia gli insetti. La paura per questi animali si chiama “entomofobia” e forse da oggi la Scienza ha la risposta alla domanda che ti stiamo ponendo.

La gente odia gli insetti: realtà per molti, ma non per tutti. Perché ci incutono paura?

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: si tratta sicuramente di un istinto innato (Foto Unsplash)

In un’intervista del 2013 con la Stampa americana, l’ecologo Jeffrey Lockwood, autore di “The Infested Mind”, ha ricordato un’occasione in cui si è trovato coinvolto e circondato da un enorme sciame di cavallette: Ho lavorato con insetti per anni e con le cavallette in particolare per un periodo molto lungo, ha ha detto, ma in quel caso il loro numero e comportamento e la loro straordinaria capacità hanno cospirato per generare un attacco di panico dentro di me, il che è stato estremamente inquietante, perché non ci ero abituato. Fino a quel momento non avevo mai avuto una simile reazione agli insetti o alle cavallette in particolare. Non li avevo mai visti prima come una minaccia.

Perfino un ragazzo che si guadagna da vivere studiando insetti, in altre parole, non è immune al loro strano, terrificante potere. Ed è curioso: sappiamo, razionalmente, che la maggior parte di queste piccole creature non può farci del male, eppure urliamo quando atterrano sulla nostra pelle, assegniamo loro ruoli importanti nei nostri film horror e spendiamo davvero un sacco di tempo e denaro per liberare le nostre case dalla loro presenza. C’è una voce specifica nel Dizionario italiano per indicare una paura estrema degli insetti: si chiama entemofobia e può essere trattata con terapia comportamentale cognitiva – ma anche quando non ha raggiunto livelli patologici, la paura è reale e diffusa. Nel sondaggio 2016 della Chapman University sulle paure americane, il venticinque percento degli intervistati ha affermato di aver paura degli insetti e / o dei ragni (ricordiamo che le razze di aracnidi non appartengono propriamente alla categoria “insetti”). È più del numero di persone che temono, ad esempio, di diventare vittime di un crimine violento, dei virus o addirittura di morire. Perché qualcosa di così piccolo e “innocuo” è considerato così spaventoso?

Ecco quali sono, secondo le statistiche, i motivi principali per cui la gente odia gli insetti e ne prova un terrore cieco, tanto da urlare in loro presenza e da far tremare le ginocchia.

Perché alcuni di loro sono letali e nient’affatto innocui

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: perché potrebbero ucciderci (Foto Unsplash)

Ad essere onesti, gli insetti non sono sempre così innocenti: alcuni mordono o pungono. L’epidemia di Zika, verificatasi non troppo tempo fa, ha ricordato acutamente che alcune specie possono essere portatrici di malattie devastanti. E questo terrificante potenziale nel causare danni così gravi all’uomo, secondo alcuni scienziati, potrebbe aver rovinato il nostro rapporto con questo tipo di vita tanto diversa dalla nostra: la nostra paura delle cose che strisciano e zampettano è una forma eccessivamente cauta, ma faticosa, di autoconservazione. In uno studio del 2001, ad esempio, gli autori della ricerca hanno mostrato ai volontari che si sono sottoposti ai testi delle immagini contenenti elementi che erano o minacciosi (ragni e serpenti) o neutri (funghi e fiori) e hanno chiesto loro di individuare l’oggetto target all’interno della foto. Nel complesso, i partecipanti hanno notato i ragni e i serpenti molto più rapidamente di ogni altra cosa: quelli che in precedenza avevano indicato su un questionario che avevano paura di entrambe le specie si sono dimostrati particolarmente veloci nel rilevare il “pericolo”.

I ricercatori hanno usato i risultati per sostenere che ci siamo evoluti per essere particolarmente in sintonia con la presenza di animali potenzialmente pericolosi, per quanto piccoli: Certamente ci sono alcuni stimoli che sono precablati nel cervello, perché ci avvertono della presenza di creature che sono state perennemente pericolose per i nostri antenati, ha dichiarato al National Geographic l’autore principale dello studio Arne Öhman, psicologa che lavora nell’istituto svedese Karolinska.

Ecco la lista di quelli che sono effettivamente i dieci insetti più pericolosi al mondo (e dei quali si ha ragione ad avere paura).

1. Paraponera clavata

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: paraponera clavata (Screenshot Instagram)

La formica proiettile è la più grande di tutte le formiche al mondo. L’hanno trovata principalmente nelle foreste pluviali del Nicaragua e del Paraguay. Le formiche proiettili prendono il nome dalla loro puntura dolorosa. Perché dopo il morso la vittima vorrebbe con tutto il cuore spararsi un colpo in testa piuttosto che continuare a soffrire per quel dolore atroce. In realtà, la puntura di una formica proiettile è trenta volte più dolorosa di quella di una vespa o di un’ape da miele.

La formica proiettile, delle dimensioni di un pollice, è chiamata anche “ventiquattr’ore” dalla popolazione locale. È perché il dolore in seguito alla puntura può anche durare un giorno intero. Le colonie di ogni formica proiettile contengono centinaia di membri. Di solito fanno un nido alla base di grandi alberi. Le formiche proiettili rilasciano anche odori sgradevoli una volta trovate da un predatore. Se quel trucco non allontanasse i predatori, attaccherebbero insieme alla potente puntura.

2. Estride

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: estride (Screenshot Instagram)

Le larve delle farfalle chiamate Estridi sono parassiti interni dei mammiferi. Sfortunatamente, le pericolose larve vivono anche sotto la pelle umana e causano effetti orribili. Le mosche umane del “bot” si trovano principalmente in America centrale e meridionale. La nota infestazione da parassiti “miiasi” provoca gravi alterazioni dei tessuti cutanei.

La giovane femmina bot inserisce le sue uova all’interno della pelle dei mammiferi. Le larve penetrano attraverso la pelle e vivono nelle zone subdermiche della pelle umana per più di sessanta giorni. I pazienti che si fanno visitare per infestazione di uova di questa mosca riescono persino a sentire il movimento delle larve sotto la pelle. Una volta completato lo sviluppo delle larve, le mosche escono dal corpo. Anche se non vorresti sentirlo, è una cosa che non capita troppo di rado, anzi.

3. Pulce

Le pulci sono parassiti esterni che succhiano il sangue da esseri umani, uccelli, rettili e animali selvatici e domestici. Le pulci possono causare macchie pruriginose sulla pelle degli ospiti. Le pulci hanno solo la dimensione della punta di una penna e si riproducono molto rapidamente. Ogni pulce femmina depone fino a duemila uova nel corso di tutta la sua vita.

Ci sono circa duemila specie conosciute di pulci nel mondo. Le pulci giovani possono consumare il volume di sangue che supera di quindici volte il loro peso corporeo. I morsi delle pulci sul corpo umano si traducono in protuberanze rosse. Si trovavano comunemente intorno alla vita, alle ginocchia e ai gomiti. Il morso delle pulci è molto pruriginoso e può anche portare a infezioni.

4. Formica solenopsis

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: formica solenopsis (Screenshot Instagram)

Ci sono duecento ottantacinque diverse specie di formiche di fuoco nel mondo. Una volta disturbati, pungeranno ripetutamente l’intruso. La puntura di formica di fuoco è anche molto dolorosa. Una pustola bianca causata da una puntura di formica di fuoco dura per settimane. Il loro veleno causerebbe anche diversi problemi alla tua pelle. Le formiche di fuoco di solito attaccano in gruppo, e un loro assembramento contiene da dieci a centinaia di formiche. Il veleno delle formiche di fuoco provoca anche reazioni allergiche.

5. Triatoma

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: triatoma (Screenshot Instagram)

Questi strani insetti crescono succhiando il sangue dei vertebrati. Infatti, gli “insetti che baciano” prendono il nome dalla loro abitudine di mordere il labbro umano mentre dormono. Trasmettono anche parassiti chiamati “Trypanosoma cruzi”. La malattia del bacio o “changas” uccide dodici mila persone ogni anno.

La malattia del changa si diffonde agli animali e agli animali domestici allo stesso modo. Il morso di un bacio provoca cambiamenti istantanei nel corpo della vittima come lividi ed eruzioni cutanee.

6. Calabrone gigante giapponese

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: calabrone gigante giapponese (Screenshot Instagram)

Il calabrone giapponese gigante è la più grande specie di calabrone nel mondo. Crescono fino a una dimensione di due pollici. Ogni anno la letale puntura del calabrone gigante giapponese provoca all’incirca quaranta mila morti, purtroppo. Il veleno del calabrone giapponese provoca una reazione allergica e dissolve i tessuti in breve tempo. Il ripetuto bruciore del veleno di questo insetto potrebbe anche provocare la morte.

I calabroni giapponesi sono molto aggressivi e senza paura. Ogni colonia di calabroni giapponesi contiene fino a settecento membri. Si nutrono di larve di api da miele in misura significativa. Hanno il potere di divorare fino a quaranta api in un minuto.

7. Mosca Zeze

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: mosca zeze (Screenshot Instagram)

Le mosche zeze sono degli insetti mordaci davvero letali originari dell’Africa. Si nutrono principalmente del sangue dei vertebrati. Gli insetti estremamente pericolosi iniettano una potente tossina nella pelle delle loro ignare vittime. Si stima che circa mezzo milione di persone abbiano perso la vita a causa dell’attacco di mosche zeze in Africa. Nella fase primaria, il veleno delle mosche zeze renderebbe la vittima dormiente, come se fosse in coma (la malattia del sonno). Ma può portare alla morte senza un trattamento adeguato.

8. Ape africanizzata

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: ape africanizzata (Screenshot Instagram)

Le api assassine sono anche conosciute come “api africanizzate”. È uno degli insetti più aggressivi e dominanti al mondo. Il gruppo di api assassine segue la vittima per oltre un miglio. Attaccano spesso in sciame e fanno continue e ripetute punture.

Le api assassine colpiscono principalmente il viso e gli occhi degli umani. La loro tossina non è così pericolosa. Ma un attacco di un gruppo di api assassine potrebbe causare persino la morte. Vivono all’interno di grandi colonie che contengono più di ottanta mila membri. Una volta disturbati, le api vengono allertate per le prossime ventiquattr’ore e attaccano qualsiasi animale o uomo che rientri nel loro raggio d’azione.

9. Formica Matabele (o formica safari)

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: formica safari (Screenshot Instagram)

La formica safari ha la più grande colonia di qualsiasi altro insetto al mondo. Ogni colonia di formiche safari può avere fino a ventidue milioni di membri. Perfino gli elefanti scapperebbero dall’attacco di gruppo di questi invincibili insetti (d’altra parte l’unione fa la forza). Tentano di finire qualsiasi animale che incontra il loro cammino.

Le formiche pilota in genere uccidono migliaia di animali diversi in un singolo attacco. Fanno ferite ripetitive su animali e umani usando le loro mandibole forti. Le formiche invadono anche i nidi di altri insetti per nutrirsi e naturalmente li uccidono.

10. Zanzara

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: zanzara (Screenshot Instagram)

Le zanzare appartengono alla specie di insetti più pericolosa sulla Terra. Questo, che l’insetto più mortale al mondo, provoca un milione di morti circa ogni anno, trasmettendo la fatale malattia della malaria. Le zanzare trasportano il virus della malaria da un luogo all’altro e diffondono i germi nel sangue della vittima mordendola. L’OMS ha stimato che ogni trenta secondi un bambino muore a causa della malaria e ci sono oltre cinque cento milioni di casi di malaria segnalati ogni anno.

La malaria è una malattia che si trasmette nel sangue. Questa malattia non viene certo presa con il semplice contatto con la persona malata. Si trasmette attraverso i parassiti, principalmente dai morsi di zanzare. Oltre alla malaria, le zanzare in genere diffondono anche la febbre dengue, la febbre gialla, l’encefalite e il virus del Nilo occidentale.

Perché alcuni di loro sono decisamente orrendi

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: perché sono davvero brutti (Foto Unsplash)

Ma non abbiamo soltanto paura degli insetti allo stesso modo in cui temeremmo altri animali pericolosi, come leoni o orsi. Ci sono molte specie da cui scapperemmo se le vedessimo in natura, ma che se le guardassimo in tutta sicurezza (magari rinchiusi, poveri animali, dentro il recinto elettrizzato di uno zoo), staremmo ore a osservarle, estasiati per la bellezza oggettiva e la magnificenza che trasmettono. La pericolosità intrinseca non fa per forza di una creatura una creatura brutta, anzi. Ma c’è una ragione per cui non abbiamo foto di insetti che decorano le copertine delle nostre scatole di cereali o appaiono come adorabili eroi nei cartoni dei nostri bambini (beh, in realtà …): la paura degli insetti è una paura più complicata, strettamente legata ai sentimenti di disgusto.

Gli psicologi che studiano il disgusto nei confronti degli insetti parlano di qualcosa chiamato la “risposta di rifiuto”: la sensazione schiacciante di avere immediatamente bisogno di qualcuno che porti via da te quella cosa orripilante, tipo proprio adesso. Il disgusto è in parte plasmato dalla cultura, ma ha anche le sue radici nella biologia e la risposta al rifiuto, come la paura, è un meccanismo progettato per tenerci al sicuro: siamo disgustati dalle feci e dal cibo in decomposizione, ad esempio perché ciascuna di queste due cose ha il potenziale per farci ammalare. Sulla stessa linea, la presenza di insetti spesso indica che qualcosa non è sicuro da consumare o toccare. Nel tempo, siamo arrivati ​​ad associare il messaggero alla minaccia stessa.

E adesso abbiamo preparato una lista dei più (decisamente) brutti insetti che esistano al mondo. I seguenti potrebbero perseguitarvi nei vostri incubi per tantissimo tempo: quindi, state cauti, se siete deboli di cuore.

1. Idolomantis diabolica

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: idolomantis diabolica (Screenshot Instagram)

Riesci a immaginare che, mentre stai facendo una passeggiata, puoi notare come una sottospecie di fogliolina secca che si poggia innocentemente su di te, magari sul braccio, la tocchi per farla cadere e ti accorgi che … è un mostro della natura?

Forse non dovremmo parlare così di una forma di vita, ma sicuramente questo termine (“mostro”) è la prima cosa alla quale penserai, se mai ti capitasse un evento del genere. E allora lo ricorderai per molte sere di fila, nei tuoi incubi.

2. Insetto d’acqua gigante

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: insetto d’acqua giapponese (Screenshot Instagram)

Se tu dovessi vedere mai un gigantesco insetto d’acqua che cammina in giro con un mucchio di palline sul dorso, stai tranquillo: quelle sono soltanto uova. Sì, proprio così. Questo insetto si porta in giro le sue uova e le sparge un po’ ovunque, per il tuo immenso piacere. Ma niente paura, i giganteschi insetti acquatici possono mangiare pesci e piccoli serpenti: quindi è del tutto a posto, se hai appena fatto pipì nei pantaloni in questo momento.

3. Treehopper brasiliano

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: treehooper brasiliano (Screenshot Instagram)

Questo insetto con le spine dall’aspetto “unico” (nel senso di “orribile”) ha un assortimento di spine, appunto, in stile elicottero con sfere penzolanti montate sopra la sua testa e che lo rendono simile ad un alieno. Lo stai guardando bene, ma proprio bene bene? Ecco, siamo sicuri che non lo dimenticherai mai più, per il resto della tua vita.

4. Mecottero

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: mecottero (Screenshot Instagram)

I mecotteri: tipo come se una mosca e uno scorpione si fossero conosciuti al bancone di un bar e avessero cominciato subito a flirtare, si fossero concessi un’unica notte di trasgressione e poi ecco, qualcosa di incredibile è proprio davanti ai tuoi occhi. Questi insetti sembrano proprio un simpatico scherzo della natura, che ti vuole far capire che al peggio non c’è mai fine. Non basta che una cosa punga e morda, deve anche saper volare; non basta che una cosa voli, deve anche saper pungere e mordere. Ma ti rassicuriamo: in realtà, queste code non sono affatto pungiglioni, ma piuttosto genitali extra-large. Certo, la cosa non li rende meno inquietanti.

5. Scarabeo Golia

Questo enorme scarabeo è uno dei più grandi insetti esistenti. I maschi possono essere lunghi fino a più di quattro pollici, il che significa che, se mai uno di questi scarabei Golia ci finisse sopra, esso coprirebbe una parte abbastanza grande del tuo viso. Siamo dicendo soltanto per dire.

6. Blatta fischiante del Madagascar

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: blatta fischiante del Madagascar (Screenshot Instagram)

Molte persone trovano gli scarafaggi assolutamente disgustosi e li uccidono ogni volta che ne hanno la possibilità.

Stranamente, ci sono tonnellate di persone là fuori che mantengono questi insetti come animali domestici. Non sorprenderti: questo mondo non è abitato solamente da gente sana e senza alcun problema psicologico comportamentale. Bisogna accettare che potremmo essere le uniche persone normali rimaste al mondo.

7. Weta gigante

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: weta gigante (Screenshot Instagram)

La gigantesca weta, trovata in Nuova Zelanda (e figuriamoci!), è fondamentalmente un enorme grillo. Divertente, no? La gigantesca weta supera diverse volte un topo comune, il che significa che puoi concepibilmente far combattere le due creature e poi chiederti cosa stai facendo della tua vita.

Nel caso te lo stia chiedendo, sì, Peter Jackson ha chiamato la sua compagnia di effetti speciali, Weta Digital, dopo aver visto queste brutte cose enormi. Cosa ti aspettavi? C’è addirittura gente che dà a questi esseri da mangiare come se fossero cuccioli da adottare e far stare a casa, accucciati vicino al camino.

8. Forbicina

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: forbicina (Screenshot Instagram)

La forbicina europea può essere trovata appunto in Europa, ma non soltanto: quindi, nessuno è davvero al sicuro da questa strana creature. Contrariamente alla credenza popolare, non possono (e non hanno la possibilità di) entrare nel condotto uditivo di una persona e deporre le loro uova (e dove siamo, ne “L’ira di Khan”?). Possono, tuttavia, spruzzare un liquido maleodorante per l’autodifesa: quindi semplicemente si proteggono dagli scocciatori come te, che non appena li vedi ti metti a urlare come un bimbo che si è sbucciato il ginocchio cadendo. Come potrebbe non dare loro fastidio?

9. Insetto foglia secca

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: insetto foglia secca (Screenshot Instagram)

Questi enormi insetti marroni sono esperti nel camuffamento, quindi è probabile che se fai un’escursione in Australia, potresti camminare dritto da uno ed essere il più saggio. Non siamo sicuri se questa è una cosa positiva o negativa. Però, c’è un bonus: sono coperti di spine molto pungenti e i maschi possono volare (acciderbolina). La natura ha uno strano senso dell’umorismo assai terrificante. Non parliamo nemmeno di cosa si trova in fondo all’oceano.

Perché sono strani, troppi e invasivi

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: perché sono davvero troppi (Foto Unsplash)

Ci sono anche altre teorie. Alcuni ricercatori ritengono che gli insetti siano terrificanti principalmente perché le loro forme fisiche sono molto diverse dai nostri corpi e dall’aspetto degli animali che ci stanno più vicini: scheletri fuori dal loro corpo, un modo di muoversi più nervoso, troppe gambe e troppi occhi. Altri hanno sostenuto che il problema si trova nello svantaggio numerico umano, dal momento che al livello inconscio questo ci può far sentire a disagio come specie: lo psicologo junghiano James Hillman, per esempio, ha sostenuto che uno sciame di insetti minaccia le nostre affezionate nozioni umane di individualità e indipendenza … Immaginare gli insetti minaccia numericamente la fantasia individualizzata di un essere umano unico e unitario … e indicano insignificanza di noi come individui. 

Nella sua intervista con la Stampa statunitense, Lockwood ha offerto un’altra idea: oggigiorno, la maggior parte di noi vede gli insetti principalmente come ospiti non invitati. Ora che ci siamo trasferiti in ambienti urbani in cui i quartieri vicini e l’igiene sono un premio, ha detto, scopriamo che la stragrande maggioranza delle nostre interazioni con gli insetti sono negative in quanto sono le cose che stanno invadendo le nostre case e i nostri spazi privati, piuttosto che le cose che vediamo in natura. Il più delle volte, quindi, l’incontro con un insetto sembrerà un’invasione, come una violazione sul nostro territorio di origine, un luogo in cui dovremmo sentirci sicuri, puliti e sotto controllo. Possono essere minuscoli, ma stanno acquisendo un forte simbolismo. È un contrasto che, a pensarci bene, riassume in modo abbastanza ordinato la maggior parte delle teorie sulla nostra paura nei loro confronti.

Di seguito, riportiamo la lista degli insetti più comuni che si possono trovare in casa (magari proprio in questo momento sono lì con te) e che, in effetti, generalmente vivono all’interno delle nostre abitazioni, molto spesso anche se non ce ne accorgiamo. Ecco chi sono i nostri coinquilini “indesiderati”.

1. Formiche

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: le formiche (Foto Unsplash)

Amano le briciole, ma non sono gli avanzi che portano le formiche al tuo tavolo: è il tempo. Vengono quando è freddo e umido, e anche quando è caldo e asciutto. Le folle di questi insetti sulle superfici della tua abitazione sono un fastidio, ma non un danno: questo tipo comune di formica non causa danni alle case o porta malattie. Tieni d’occhio le formiche carpentiere, però. Non mangeranno il legno di casa tua, ma vi si nasconderanno dentro per fare dei nidi. Per tenere fuori le creature zampettanti, tappa i buchi nelle pareti e nelle finestre per tenerle a bada.

2. Scarabei

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: gli scarabei (Foto Unsplash)

Sono gli insetti più comuni al mondo; e probabilmente si trovano a casa tua, vicino a te, proprio in questo momento. Gli scarabei sono davvero dei prezzemolini intriganti che amano giocare a nascondino nei più svariati luoghi della tua casa, tipo nella dispensa dove si trovano confezioni di alimenti molto invitanti per loro, come la farina, la farina di mais e i cereali. In realtà, non sono poi così brutti e, infatti, riescono persino a essere molto utili, soprattutto se hai un giardino e puoi farli vivere lì. Ma insetti e cibo umano non dovrebbero mai essere accoppiati, motivo per cui cerca di stare attento a limitare la loro presenza dentro alle quattro mura domestiche.

3. Millepiedi

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: il millepiedi (Foto Unsplash)

Questi cosi striscianti a molte zampe sembrano spaventosi, ma possono effettivamente aiutare a rendere la tua casa meno lurida e invasa. I millepiedi, infatti, amano banchettare con pesciolini d’argento, insetti più piccoli, larve di scarafaggi, e persino con scarafaggi e ragni interi. Quindi, se ne vedi molti, prendi nota: potrebbero essersi presentati per un buffet di insetti a volontà. Cercali vicino a crepe nel cemento, scarichi nel pavimento, scatole di cartone riposte negli angoli freddi e umidi del luogo in cui vivi.

4. Api o vespe

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: le api (Foto Unsplash)

Le api da miele, le vespe, i calabroni e molte altre specie molto molto simili fanno tutti parte dell’ordine degli imenotteri e tutti possono allestire un bel condominio sotto il tetto di casa tua. Individuare il nido può essere complicato, soprattutto se si trova all’interno delle mura di casa. Presta attenzione agli insetti volanti che provengono o escono da piccoli fori. Potrebbero essere un segno di un’infestazione all’interno.

5. Blatte

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: le blatte (Foto Unsplash)

Non ci sono dubbi: questi parassiti causano problemi. Contaminano il cibo, distruggono la carta e il tessuto, scatenano l’asma e le allergie e portano i batteri ovunque vadano. Il tipo indoor più comune è lo scarafaggio tedesco. In un anno, una femmina di scarafaggio tedesco può produrre fino a trenta mila uova. Li troverai dentro alle cucine, ai bagni, nelle zone calde, vicino al cibo e all’acqua, in mezzo al disordine, dietro le foto e, naturalmente, nei tuoi incubi.

6. Zanzare

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: le zanzare (Foto Unsplash)

I loro morsi pruriginosi sono fastidiosi, ma possono anche essere una minaccia per la tua salute. Come abbiamo già detto, a volte portano malattie gravi, come il virus del Nilo occidentale e il virus Zika. Le zanzare entrano in casa volando attraverso finestre, porte o altre aperture. Si nutrono del sangue di esseri umani o animali domestici.

7. Ragni

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: i ragni (Foto Unsplash)

Notizia flash: tutte le case hanno i ragni. Ma nonostante la loro reputazione spaventosa, raramente mordono le persone. In effetti, i ragni indoor sono abbastanza utili per l’uomo. Predatori di altri insetti in casa, mantiengono bassi i numeri dei parassiti. Tienili d’occhio vicino a finestre, gli angoli e nelle zone più tranquille.

8. Mosche

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: le mosche (Foto Unsplash)

Dalle mosche di drenaggio e di frutta a moscerini e mosche domestiche, non c’è scarsità di questi invasori domestici, anzi. Alcuni si intrufolano attraverso porte o finestre aperte. Altri sono nati e allevati proprio nel cestino. Un motivo per dire a questi parassiti di ronzare: possono portare malattie e talvolta causare intossicazione alimentare. Li vedrai intorno a canali di scolo o frutta, vicino ai rifiuti e vicino a punti caldi come lampade e finestre soleggiate.

9. Pidocchi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Micro-monster🤪 Head louse taken with Blips Macro Plus lens on phone camera, REPOST from @alfonsolucifredi 😮 www.blips.pro #blips #blipslens

Un post condiviso da Blips (@blipslens) in data:

Non grattarti la testa ancora: i pidocchi che molto probabilmente saranno a casa tua non sono del genere che prendono i tuoi figli e ti trasmettono dopo una lunga giornata all’asilo. Sono altre razze molto più comuni però, a cui piace nutrirsi di funghi e muffe. Potrebbero anche sgranocchiare pasta di cereali o carta da parati. E non preoccuparti, puoi dormire bene la notte: questi cosi orrendi non mordono. A loro piace nascondersi nei grani, sotto la carta da parati, nei mobili, lungo i lati delle finestre, sui davanzali delle finestre o nelle piante in vaso.

10. Grilli

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: i grilli (Foto Unsplash)

Hai spazi vuoti nelle cornici delle porte e delle finestre o luminose luci esterne sopra i tuoi ingressi? Potresti stendere il tappeto di benvenuto per i grilli di campo, uno di quegli insetti che, generalmente, noi associamo ai boschi e alle foreste, ma in realtà si trovano davvero dappertutto. Fortunatamente, queste creature pensano che la tua casa sia un bel posto da visitare, non per stabilirsi là con te, però: preferiscono deporre le uova fuori. Durante il loro cammino, potrebbero uscire nel seminterrato, sulle piante e trovarsi vicino ai tessuti.

11. Millepiedi pillola

La gente odia gli insetti
La gente odia gli insetti: gli insetti pillola (Screenshot Instagram)

Potresti conoscere questa palla di insetto perché l’hai vista più volte in giro, scambiandola per un granello di polvere o un sassolino. Gli insetti pillola sono legati agli scarafaggi (in effetti, sono scarafaggini) e in realtà hanno anche molte cose a che fare con i crostacei: respirano attraverso le branchie sotto il loro corpo simile ad un’armatura. Se si seccano, non riescono a respirare, quindi restano vicini ai punti bagnati della tua casa. Cercalisotto il lavandino del bagno o in qualsiasi altro posto dove si possa trovare l’umidità e l’acqua corrente.

12. Pesciolino d’argento

Questi insetti, che si muovono assai rapidamente, vengono talvolta portati nelle case con delle scatole o vi possono scivolare dentro da soli. Si abbuffano mangiando una vasta gamma di cose, dai cereali, alla farina, dai tessuti alla carta da parati, dai libri, alla colla. Non sono attivi durante il giorno: loro vagano per lo più di notte, mentre tu dormi e quindi non c’è rischio alcuno che essi possano venire disturbati dai “brutti esseri umani cattivi”. Si nascondono in luoghi in cui non vai così spesso, come scantinati, armadi, librerie, locali caldaie e soffitte.

Potrebbe interessarti anche:

Simona Strani