Home Curiosita Proteggere la biodiversità: come conservare la cosa più bella che abbiamo

Proteggere la biodiversità: come conservare la cosa più bella che abbiamo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:54
CONDIVIDI

Dal momento che la causa di ogni male si può attribuire all’uomo, è l’uomo che si deve prendere carico della salvezza del mondo e proteggere la biodiversità.

Proteggere la biodiversità
Proteggere la biodiversità: da questo dipende il destino del mondo (Foto Unsplash)

La biodiversità è il pilastro che consente agli ecosistemi di funzionare e agli umani di prosperare. Senza biodiversità in un ecosistema non avremmo molte piante e animali che troviamo nel nostro mondo oggi, incluso noi. La biodiversità è la “diversità biologica in un ambiente come indicato dal numero di diverse specie di piante e animali”.

Ciò include il numero di specie diverse e la variazione genetica all’interno della stessa specie. Le diverse piante e animali in un ambiente lavorano insieme per mantenere l’equilibrio nell’ecosistema. Queste interazioni creano sistemi funzionanti che ci forniscono cibo, medicine e nuove tecnologie.

Sfortunatamente, mentre ci siamo diffusi in tutto il mondo, abbiamo distrutto e distrutto molti ecosistemi riducendo la loro biodiversità. Questo danno può essere visto in molti luoghi, come la riduzione delle rese nei paesi in via di sviluppo e il crescente tasso di estinzione degli animali.

Potrebbe interessarti anche: Animali delle Galapagos: una serie di meraviglie uniche della natura

Proteggere la biodiversità: 10 modi per farci carico delle nostre responsabilità e salvare la bellezza

Proteggere la biodiversità
Proteggere la biodiversità: dipende unicamente da noi (Foto Unsplash)

La biodiversità è importante per molte ragioni e può essere generalmente suddivisa in due categorie: l’importanza per gli ecosistemi e per noi.

La biodiversità è ciò che consente agli ecosistemi di funzionare e prosperare. Nel corso di milioni di anni molte diverse specie di piante e animali sono venute a vivere negli stessi habitat. Nel tempo si bilanciano e tengono insieme l’ecosistema. Quando una specie viene rimossa (la biodiversità viene ridotta), l’ecosistema può perdere l’equilibrio, provocando il suo crollo.

Un esempio emblematico di ciò sono le lontre di mare nelle foreste di alghe lungo la costa della California. Le lontre di mare si nutrono di ricci di mare e i ricci di mare si nutrono di alghe. Se le lontre marine vengono rimosse, i ricci di mare si moltiplicano, mangiando grandi porzioni della foresta di alghe, distruggendo l’habitat e alla fine portando alla morte di altri animali che vivono lì. L’intero ecosistema cade a pezzi.

Avere una grande biodiversità protegge da una situazione del genere e rende gli ecosistemi più resistenti ai cambiamenti. In breve, la biodiversità mantiene l’equilibrio di un ecosistema per mantenerli funzionanti e autoregolarsi.

Per noi la biodiversità fornisce risorse per miliardi di dollari, che chiamiamo servizi ecosistemici. Questi servizi sono separati in tre tipi, ossia:

  • servizi di fornitura
  • servizi di regolazione
  • servizi culturali

I servizi di fornitura comprendono tutto ciò che riguarda la produzione di risorse rinnovabili, come l’agricoltura o la produzione di energia. Nell’agricoltura con una maggiore biodiversità di colture si riduce il rischio che muoiano tutti per lo stesso evento meteorologico o malattia. Ciò aumenta la resa complessiva e protegge l’agricoltore.

La regolamentazione dei servizi si riferisce a tutto ciò che riduce il cambiamento ambientale. Il mantenimento della biodiversità delle specie arboree in una foresta aumenta la quantità di alberi che vi crescono. Avere più alberi significa che assorbono più CO2, contribuendo a contenere i cambiamenti climatici.

I servizi culturali sono qualsiasi cosa da cui ricaviamo valore diretto o godimento. Questo può essere qualsiasi tipo di ricreazione all’aperto.

La biodiversità ha svolto un ruolo importante nella creazione del pianeta in cui viviamo e continua ad aiutarci a migliorare la nostra vita. Quindi, il vero valore della biodiversità è al di là di qualsiasi cosa la nostra mente possa persino immaginare.

I vari pericoli che minacciano la biodiversità

Proteggere la biodiversità
Proteggere la biodiversità: ci sono vari pericoli che la minacciano (Foto Unsplash)

La biodiversità è stata continuamente minacciata dagli albori dell’uomo. Mentre espandiamo, rimuoviamo, cambiamo e utilizziamo la terra per servire i nostri scopi. I cambiamenti che apportiamo spesso danneggiano gli habitat naturali e riducono la loro biodiversità.

Una delle principali minacce alla biodiversità è la perdita di habitat. Ciò può avvenire attraverso il taglio di foreste, inquinanti oceani o qualsiasi cosa che altera l’habitat naturale. Raccogliamo grandi quantità di risorse naturali e quando ciò non viene fatto in modo sostenibile ha conseguenze disastrose.

Una delle maggiori cause di distruzione dell’habitat è lo sviluppo del territorio. Con il crescere dell’urbanizzazione negli ultimi cento anni, sempre più terreni sono stati riproposti, distruggendo l’habitat naturale, aumentando il rumore e l’inquinamento. Quando gli habitat cambiano gli animali fuggono dalla zona o muoiono, riducendo drasticamente la biodiversità dell’area.

I cambiamenti climatici vanno di pari passo con l’urbanizzazione e la perdita di habitat. Con l’aumentare dell’urbanizzazione, lo sviluppo umano è aumentato e questo ha aumentato il consumo di molte risorse naturali.

Il cambiamento climatico altera i climi regionali, rendendo molte specie specificamente adattate a quelle regioni che lottano per sopravvivere. Inoltre, mentre i cambiamenti climatici le specie si sposteranno in nuove aree, alterando gli ecosistemi già presenti lì.

Infine, con questi cambiamenti alcuni climi scompariranno completamente. I ghiacciai si scioglieranno e le isole saranno coperte d’acqua.

Un’ultima minaccia alla biodiversità sono le specie invasive. Le specie invasive sono piante o animali che non si trovano naturalmente in una regione e spesso provengono da molto lontano. Questi organismi vengono spostati intenzionalmente e involontariamente da noi.

A volte nuovi animali vengono portati in un’area come animali domestici o chiedono segretamente un passaggio sul trasporto umano. A volte quando le specie invasive vengono introdotte in un’area sono in grado di prosperare perché l’ecosistema esistente non è adattato alla loro presenza.

Le specie invasive spesso superano le specie autoctone che portano alla loro estinzione. Un esempio di questo è il serpente dagli alberi marroni che fu introdotto per caso a Guam tramite aerei negli anni ’50. Negli ultimi cinquant’anni al serpente bruno albero è attribuita l’estinzione di tre specie di uccelli e cinque rettili a Guam.

Potrebbe interessarti anche: Lotta alla desertificazione: causa ed effetti sugli animali e sull’ambiente

I 10 modi per proteggere la biodiversità

Proteggere la biodiversità
Proteggere la biodiversità: possiamo prendercene cura (Foto Unsplash)

Anche se la biodiversità di molti habitat è stata minacciata, ci sono molte cose che possiamo fare per aiutare a ridurre questo pericolo. Questi sono alcuni dei passaggi che è possibile adottare per conservare la biodiversità.

Legislazione

I governi hanno il potere di controllare ciò che viene fatto agli habitat nel loro paese. La legislazione che protegge gli habitat naturali vietando lo sviluppo, la raccolta di risorse naturali o altri sfruttamenti umani ha un impatto enorme sul mantenimento della biodiversità naturale.

Inoltre, le leggi che proteggono specie specifiche come l’Endangered Species Act degli Stati Uniti aiutano a proteggere gli animali che sono già stati colpiti.

La protezione degli habitat prima che siano stati modificati è la forma migliore per la conservazione della biodiversità ed è attuata con successo dalle normative governative.

Preservare la natura

Le riserve naturali sono una forma di regolamentazione del governo e sono spesso conosciute come parchi nazionali. Proteggono una regione e gli organismi che vivono lì da determinate forme di sviluppo e forniscono accesso alle persone per visitarli. Questo è eccellente perché protegge l’habitat naturale ed è un luogo dove le persone possono vedere l’ecosistema.

L’obiettivo è che nel tempo ciò aiuti le persone ad avere più rispetto per il mondo naturale e aumenta la pressione sul governo per proteggere ulteriormente le altre aree.

Ridurre la quantità di specie invasive

Le specie invasive a volte vengono introdotte in un’area appositamente, ma a volte anche per caso. Per limitare il numero di specie invasive movimentate da aerei, navi e merci da incidente devono essere accuratamente controllate prima di essere scaricate in un nuovo paese.

Inoltre, le persone non dovrebbero portare nuove specie di animali o piante in un’area senza consultare ecologi esperti della regione.

Risistemare gli habitat

Dopo che un’area è stata danneggiata da impatti umani, possiamo provare a riportarla al suo stato naturale. Ciò significa riportare le piante e gli animali che si trovano naturalmente lì. Questo ha dimostrato di essere un modo promettente per riportare la biodiversità in una regione.

Un esempio di ciò è la reintroduzione dei lupi nel Parco Nazionale di Yellowstone (sì, quello dell’Orso Yoghi). Quando i lupi tornarono nella regione, mangiarono più alci e coyote, il che aumentò le specie di prede del coyote e permise alle aree ripariali (riva del fiume) calpestate dagli alci di recuperare.

Questi progetti di restauro possono essere intrapresi da governi, organizzazioni locali o ONG.

Specie in cattività e banca dei semi

L’allevamento in cattività è quando gli animali in cattività (spesso negli zoo) vengono allevati. Questo è visto in qualche modo controverso, in quanto richiede la cattura di animali che sono spesso in via di estinzione. Sul lato positivo offre l’opportunità di aumentare la popolazione delle specie, in modo che possano essere reintrodotte in natura.

Le banche dei semi sono aree in cui sono immagazzinate enormi varietà di semi di piante. Ciò fornisce una sicurezza se una specie si estingue in natura. La pianta può essere coltivata da un seme salvato e reintrodotta nel suo habitat.

Questo è un problema molto reale e le banche del seme raccolgono campioni da molti anni, con alcune banche del seme con oltre due miliardi di semi immagazzinati alla volta.

Ricerca

Comprendere come le specie interagiscono nel loro ambiente è fondamentale per proteggerle. Man mano che gli umani comprendono ulteriormente l’interazione tra specie, troviamo nuovi e più diretti modi per aiutare a proteggere gli organismi e mantenere la biodiversità.

Un esempio è l’uso dei corridoi faunistici nelle aree urbanizzate. Ricercando molte specie diverse abbiamo scoperto che ciò aumenta notevolmente le loro popolazioni. Riduce il numero di animali che entrano in contatto diretto con gli esseri umani e fornisce aree in cui gli animali migratori possono spostarsi su lunghe distanze.

Potrebbe interessarti anche: Giornata mondiale degli oceani 2020: come celebrare questo evento importantissimo

Ridurre il cambiamento climatico

Proteggere la biodiversità
Proteggere la biodiversità: bisogna contenere il cambiamento climatico (Foto Unsplash)

Come sappiamo, il cambiamento climatico ha conseguenze disastrose per tutti gli esseri viventi sulla terra. Utilizziamo enormi quantità di combustibili fossili, che causano direttamente i cambiamenti climatici.

Dobbiamo allontanarci dai combustibili fossili e verso fonti energetiche alternative e prodotti naturali o sostenibili. Ridurre gli effetti dei cambiamenti climatici richiede uno sforzo mondiale.

Promuovere tecniche di produzione sostenibili

Molte protezioni sono ora etichettate con marchi di qualità ecologica che indicano se sono rispettose dell’ambiente. Alcuni dei marchi ecologici più importanti sono certificati Energy Star, USDA Organic e Rainforest Alliance.

Il nostro consumo di risorse naturali è uno dei motivi principali della perdita di biodiversità, quindi è nostra responsabilità consumare prodotti che sono prodotti nel modo più sostenibile possibile.

Inoltre, quando consumiamo questi prodotti aumenta la domanda di prodotti rispettosi dell’ambiente spingendo più produttori a produrli.

Stile di vita sostenibile

La vita sostenibile è qualcosa che ognuno di noi può scegliere di fare ogni giorno. Che si tratti di fare docce più brevi, andare in bicicletta al lavoro o acquistare prodotti con marchio di qualità ecologica, aiuta a ridurre la quantità di risorse che utilizziamo.

Questo è probabilmente il modo più importante per proteggere la biodiversità perché tutti possono farlo, spesso con solo piccoli cambiamenti nello stile di vita. Se tutti scegliessero di vivere in modo sostenibile, la biodiversità in una varietà di habitat migliorerebbe.

Educazione

Come per la maggior parte degli argomenti ambientali, l’educazione è una delle chiavi del successo. Educare le persone all’importanza della conservazione della biodiversità aumenta la consapevolezza pubblica del problema. Con l’aumentare della consapevolezza pubblica, le persone diventano più coinvolte e alla fine influenzano i loro rappresentanti del governo, spingendo per una maggiore protezione ambientale.

La legislazione del governo che protegge i nostri ambienti naturali è uno dei modi più efficaci per proteggere la biodiversità.

Potrebbe interessarti anche: Giornata mondiale dell’ambiente 2020: salvare il pianeta da noi stessi

Proteggere la biodiversità: il ruolo della scienza e della tecnologia in tutto questo processo

Proteggere la biodiversità
Proteggere la biodiversità: la scienza e la tecnologia saranno utili (Foto Unsplash)

Man mano che la nostra società si sviluppa, utilizziamo continuamente più risorse, che macchiano la biodiversità naturale, ma lo sviluppo porta anche a un miglioramento della scienza e della tecnologia.

Attualmente la scienza e la tecnologia sono due degli strumenti più importanti nella biologia della conservazione.

Usiamo la scienza, e in particolare l’ecologia, per comprendere la rete di interazioni nei nostri biomi. Comprendendo queste interazioni gli scienziati sono in grado di individuare le specie chiave negli ecosistemi. Queste informazioni vengono utilizzate per guidare gli sforzi di conservazione.

Viene anche utilizzato per comprendere l’inquinamento e i suoi effetti a cascata all’interno di un ecosistema. Il bioingrandimento delle tossine in una catena alimentare può causare enormi problemi ai migliori predatori. Questo è un campo scientifico in costante adattamento e questi due esempi sono solo alcuni modi per implementare le informazioni che scopre.

La tecnologia sta diventando sempre più importante nella biologia della conservazione. Le tecnologie sostenibili, come le energie rinnovabili, gli imballaggi biodegradabili e il riciclaggio, aiutano a ridurre il nostro impatto sull’ambiente.

Inoltre, tecnologie come la clonazione offrono agli scienziati la capacità di riportare in vita specie già considerate estinte.

La biodiversità negli ecosistemi naturali è della massima importanza. Aiuta a fornire le risorse e i servizi su cui facciamo affidamento ogni giorno. Lo sviluppo e l’urbanizzazione degli esseri umani rappresentano un grave rischio per la biodiversità naturale.

Se non si fa nulla per ridurre questi cambiamenti, ci saranno conseguenze disastrose. Ci sono molte cose che possiamo fare in politica, scienza e persino nella nostra vita quotidiana per aiutare a risolvere questi problemi. Come esseri umani dobbiamo comprendere i rischi associati al nostro consumo di stili di vita e lavorare sodo per riparare ciò che è già danneggiato e prevenire danni futuri.

È giunto il momento per noi di unire e salvare la biodiversità.

Simona Strani