Home Cani Tosare il pelo del cane: quello che dicono gli esperti è sconvolgente

Tosare il pelo del cane: quello che dicono gli esperti è sconvolgente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:05
CONDIVIDI

Tosare il pelo del cane: si tratta di una decisione giusta o sbagliata? Gli esperti ci dimostrano come, spesso, ciò che sappiamo si basa su dei preconcetti.

Tosare il pelo del cane
Tosare il pelo del cane: giusto o sbagliato? (Foto Unsplash)

Quando si adotta un cane, proprio come quando si adotta un bambino, bisogna farsi i proverbiali quattro conti in tasca, per capire se si è o no in grado di prendersi cura del cucciolo, soddisfando tutti i suoi bisogni e garantendo a noi stessi e alle nostre famiglie il mantenimento di un buon tenore di vita. Non esistono a tutt’oggi dei consulenti sociali che esaminano i futuri genitori per garantire agli animali domestici che saranno inseriti nell’ambiente migliore per loro. Purtroppo questo non è ancora possibile e, dunque, devono essere gli umani stessi, a farsi un bell’esame di coscienza.

Una delle tante cose che bisogna tenere in considerazione è che, per esempio, i cani possono perdere pelo, tanto pelo, in giro per la casa, in continuazione: alcune razze ne perdono meno di altre e solamente durante alcune stagioni dell’anno, ma più o meno il problema rimane questo. Ora, per tante persone questa potrebbe essere ritenuta una seccatura da sbrigare, ma altre, molto più ingenue e impreparate, potrebbero credere che la soluzione sia tosare il pelo del cane. Prima di mettere mano al rasoio, bisogna ragionare in maniera approfondita.

Tosare il pelo del cane: i problemi delle razze con sottopelo

Tosare il pelo del cane
Tosare il pelo del cane: i cani con sottopelo hanno esigenze particolari (Foto Unsplash)

Il cambio dei peli, come abbiamo detto, dipende dalla stagione: pelo più leggero per quando le temperature si riscaldano o pelo più spesso per quando le temperature diventano più fredde, come potresti aver già ipotizzato.

Se sei una persona davvero decisa ad adottare un cane, con la vocazione per fare il genitore e quindi per nulla spaventata dalle mille difficoltà che ne deriveranno, allora dovrai informarti bene, in modo approfondito, su come occuparti del tuo prossimo cucciolo in arrivo, per far si che i mille inconvenienti non rendano la vostra vita insieme più complicata del dovuto e anche per sapere sempre cosa fare, in ogni momento.

Durante la primavera e l’autunno si verificano i soliti periodi di perdita del pelo: puoi iniziare spazzolando e pulendo il tuo cane, quotidianamente.

Alcuni cani hanno un ciclo più lungo di crescita dei peli, che inevitabilmente fa sembrare che non li perdano. I cani che hanno un manto doppio e spesso ovviamente ne perdono di più, mentre altre razze di cani non perdono quasi mai e, se troviamo pelo a terra, dipende unicamente dalla stagionalità.

Innanzitutto, bisogna che tu capisca la differenza tra un cane con sottopelo e un cane con un solo manto, perché la differenziazione tra questi due tipi è fondamentale.

Le razze a doppio rivestimento hanno due strati per proteggere dalle intemperie artiche. I lunghi peli di guardia formano lo strato esterno e proteggono dalla neve o dal ghiaccio e persino dall’acqua. Il sottopelo morbido si trova vicino alla pelle e mantiene il tuo cane caldo e asciutto.

In inverno questo sottopelo può risultare così spesso che potresti avere difficoltà a trovare la pelle del tuo cane. In estate, il tuo cane dovrebbe perdere il suo sottopelo morbido, lasciando solo i peli principali. Il lavoro dei peli di guardia, quando fa caldo, è di proteggere il tuo cane dalle scottature solari e isolarlo dal caldo. Senza il sottopelo, l’aria può circolare attraverso i peli di protezione, raffreddando la pelle.

A differenza delle razze a rivestimento singolo, che hanno i peli che continuano a crescere, le razze con sottopelo vedono il loro manto crescere soltanto fino a una certa lunghezza, finché non si allunga più. Quindi, una razza che non ha il sottopelo può essere rasata tranquillamente, perché esso ricrescerà abbastanza in fretta; mentre al contrario non vale: anzi, l’aspetto stesso del pelo, se lo tosi, cambierà in maniera radicale e inficerà la naturale capacità del cucciolo di difendersi dalle intemperie del clima.

Radere una razza con sottopelo può davvero rovinare il mantello e rivelarsi una cattiva idea per la sua salute.

La tosatura modifica il mantello del cane

Tosare il pelo del cane
Tosare il pelo del cane: un cane rasato non sta sempre bene, anzi (Foto Unsplash)

Se hai un cane con il sottopelo e lo tosi, probabilmente noterai che i nuovi peli iniziano a crescere abbastanza rapidamente. Sfortunatamente quello che succede è che il sottopelo cresce prima: quella roba morbida e spessa che rimane vicino alla pelle e mantiene caldo il tuo cane. I peli di guardia crescono più lentamente e presto inizierai a vederli mescolati con il soffice sottopelo.

A questo punto probabilmente noterai anche che la trama del nuovo doppio strato in arrivo non sembra la stessa di prima. Tende ad essere “appiccicoso” e simile al velcro. Il tuo cane entrerà dal cortile con bave, semi, erba, ramoscelli e qualsiasi altra vita vegetale che passa, attaccata al suo mantello.

Questa combinazione di sottopelo morbido che cresce con i peli di protezione renderà caldo anche il tuo cane in estate, perché il sottopelo impedisce all’aria di raggiungere la sua pelle e impedisce il naturale processo di raffreddamento. La trama del sottopelo assorbe anche i raggi del sole e contribuisce al surriscaldamento. E in inverno, la nuova consistenza appiccicosa del suo cappotto ricresciuto avrà più probabilità di maturare, il che può causare irritazioni alla pelle come i punti caldi.

Tutto questo (una delle tragedie più grandi che possiamo vivere con i nostri cuccioli) succede quando sbagli e provvedi a far tosare il pelo del cane. Non lo devi rifare perché, come ti abbiamo dettagliatamente spiegato, la sua ricrescita sarà la vostra rovina.

Il taglio gli rovina il cappotto, che non sarà più lo stesso. I peli di guardia che ricresceranno saranno molto grossolani e tutto si attaccherà a lui. Si attaccheranno anche tra di loro, questi spessi e ispidi peli, formando dei nodi e diventando estremamente difficili da spazzolare o pettinare. Niente sarà più lo stesso e anche i semplici passaggi della toelettatura diverrano una vera e propria impresa eroica da affrontare. Avremo persino la tentazione di lasciar perdere, ma sarà peggio. Anche perché è parecchio costoso lasciar fare sempre a un tolettatore per cani professionista.

Tosare il pelo del cane non migliora il suo aspetto

Tosare il pelo del cane
Tosare il pelo del cane: non contribuisce a migliorarne l’aspetto (Foto Unsplash)

In genere succede questo: non appena arriva la stagione calda, il sottopelo del tuo cane comincerà a staccarsi da solo, ma ovviamente resterà tutto il pelo di guardia. Noi, dunque, non ci accorgeremo di una grande differenza nel suo aspetto, ma il cane sarà pronto per affrontare l’estate, poiché era il sottopelo a tenerlo caldo durante l’inverno, mentre il pelo di guardia serve semplicemente a proteggerlo dalle scottature e dai raggi solari (i nostri amici a quattro zampe hanno la pelle molto delicata). Il pelo principale è più rialzato rispetto al sottopelo, così da far passare l’aria e rinfrescare la pelle.

Molti cani con un sottopelo hanno pelli di colore rosa pallido (in particolare le razze settentrionali) e, proprio come un essere umano dalla pelle chiara, sono più sensibili ai raggi UV. I peli di protezione riflettono i raggi del sole, proteggendo la pelle dal sole.

Quindi, commette un errore (un grosso errore) chi crede che, per far stare meglio il proprio cane, durante l’estate, debba necessariamente tosarlo. non funziona affatto così. Prima di tutto, anche quei cani che non perdono tutto il sottopelo, sicuramente preferiranno soffrire un po’ il caldo, piuttosto che garantirsi un tumore alla pelle. Secondo, ci sono tante altre soluzioni da adottare per risolvere il problema del surriscaldamento e della sudorazione eccessiva. Anche gli umani, se sentono caldo, non provvedono solamente a spogliarsi: esistono altri metodi efficaci per combattere l’afa.

Tosare il pelo del cane: 4 soluzioni che si addicono maggiormente al tuo cucciolo

Tosare il pelo del cane
Tosare il pelo del cane: ci sono soluzioni migliori (Foto Unsplash)

Il modo migliore per aiutare il tuo cane con sottopelo a rimanere fresco in estate è di portarlo da un esperto tolettatore. Chiedigli di fargli fare il bagno e poi di asciugare il sottopelo con il fon ad alta potenza. La maggior parte utilizzerà anche uno strumento come un rastrello per aiutare a rimuovere il mantello.

Ovviamente puoi anche usare i tuoi strumenti di toelettatura a casa per spazzolare o pettinare il tuo cane e rimuovere il sottopelo. Ma può essere un grande lavoro e il tuo esperto (quello dal quale porti il cane di solito) avrà l’attrezzatura giusta per svolgere il lavoro in modo efficiente.

Fai attenzione, però, alla scelta del tuo tolettatore e assicurati che sappia che non vuoi che tosi il tuo cane. Parla con il tolettatore che lavorerà sul tuo cane e assicurati che abbia esperienza con i cani con il sottopelo e non creda che la tosatura sia cosa buona e giusta (non lo è).

Sii molto chiaro, perché alcuni tolettatori prenderanno la strada facile, se non dai loro istruzioni specifiche. È noto che i proprietari di cani con sottopelo lasciano il loro cane nelle mani di chi li cura, affinché i professionisti facciano loro un bagno, li asciughino e li pettinino. Ma quando vanno a prendere il loro cane, spesso si accorgono che è stato fatto un servizio aggiuntivo e non richiesto: il pelo del cane tosato.

Una volta rimosso il sottopelo del cane, che (ricordiamo) se ne va in genere via naturalmente, non c’è bisogno di toccarlo in alcun modo, i peli di protezione possono svolgere il loro lavoro in modo naturale. Ma ci sono altre cose che puoi fare in estate per evitare che il tuo cane senta troppo caldo e stia male.

1. Porta sempre con te un po’ di acqua

Tosare il pelo del cane
Tosare il pelo del cane: fallo bere spesso (Foto Unsplash)

È davvero intelligente trasportare dell’acqua per il tuo cane durante le passeggiate estive. È possibile acquistare bottiglie d’acqua per cani con un coperchio speciale che funge anche da bicchiere. Ci sono anche ciotole d’acqua portatili che puoi riempire da una normale bottiglia d’acqua o da una fontanella. Se vedi che il tuo cane ansima pesantemente e la sua lingua si allarga, assicurati di offrirgli dell’acqua.

2. Monitora le sue attività

Alcuni cani che adorano giocare e correre in giro, di continuo, lo faranno tutto il giorno senza rendersi conto che si stanno accaldando un po’ troppo. Fai attenzione ai segnali, perché allora il tuo cane dovrebbe fermarsi per un drink e un periodo di riposo.

3. Fagli fare un bagnetto

Tosare il pelo del cane
Tosare il pelo del cane: meglio fargli fare un bel bagnetto (Foto Unsplash)

Acquista una piscina per bambini per il tuo cortile in modo che il tuo cane possa rinfrescarsi. Oppure portalo in ambienti naturali dove può giocare in un fiume, un torrente, uno stagno, un lago o scavare in una sponda fangosa per rinfrescarsi. Pensiamo che questo sia un salvavita per i tuoi cani in estate. Sì, si bagnano e si sporcano, ma possono godersi ore di caldo senza stare troppo male.

4. Mantieni fresco e confortevole il clima della tua casa

L’aria condizionata aiuterà naturalmente il tuo cane a rimanere fresco in casa. Molti cani sceglieranno di stendersi su un pavimento di piastrelle fresco, invece di un letto o di un tappeto quando fa caldo (o addirittura proprio sotto l’aria condizionata).

Puoi anche acquistare i cuscinetti di raffreddamento per il tuo cane e sono abbastanza efficaci. Quelli in gel sono belli e leggeri rispetto a quelli riempiti con acqua, ma fai solo attenzione se il tuo cane è un masticatore seriale, perché se rompono questi cuscinetti potrebbero avvelenarsi con il gel che vi è contenuto.

Potrebbe interessarti anche:

Simona Strani