Home Curiosita Serpenti Disney: rettili cattivi, molto cattivi, o addirittura buoni

Serpenti Disney: rettili cattivi, molto cattivi, o addirittura buoni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:07
CONDIVIDI

Molte persone hanno paura dei rettili, per questo nei cartoni sono spesso dei personaggi cattivi. I serpenti Disney, però, a volte sono un’eccezione.

Serpenti Disney
Serpenti Disney: non sono soltanto cattivi (Screenshot Instagram)

La conoscenza è una forma di potere incredibile, perché chiunque la possiede non avrà mai paura di niente. Praticamente è questo il senso, il succo del nostro discorso. In questo articolo vorremmo trattare proprio questo argomento assai delicato, in relazione ai preconcetti che spesso le persone hanno nei confronti dei rettili, in particolare dei serpenti. Questi animali selvaggi sono considerati comunemente pericolosi, infidi, avidi e bramosi di soddisfare la loro fame, a discapito delle vite degli uomini e di tutti gli altri animali. Sono predatori voraci. Inoltre, molte specie possiedono un veleno che trasmettono tramite il morso: lo scopo è quello di proteggersi dagli attacchi di bestie più grosse oppure di atterrare le prede per riuscire a divorarle senza alcuna difficoltà. Ecco, questa è, tutto sommato, l’immagine che abbiamo dei serpenti.

Ovviamente, non può essere semplicemente questo. Non esistono in natura degli animali solamente cattivi o buoni. Tutt’altro, poiché l’anima delle creature viventi non può essere né buona né tantomeno cattiva a priori. Allora perché li temiamo?

Non stiamo dicendo che, in qualche modo, non bisogna spaventarsi se una creatura potenzialmente mortale e non adeguatamente addomesticata si avvicina a noi o ai nostri cari, ma tutti gli animali potrebbero farci del male se si sentono in pericolo. La cosa senza senso è avere più timore di un rettile piuttosto che di un leone, un orso, un rinoceronte oppure un elefante. Qual è la differenza?

La distinzione sta nel fatto che, fin da quando eravamo molto piccoli, gli animali ci sono stati presentati secondo dei preconcetti generalizzanti e, a volte, del tutto lontani dalla realtà: il leone, ad esempio, è il re della savana, coraggioso e forte; l’orso è lo yoghi che vuole semplicemente rubare un po’ di miele e delle leccornie dai nostri cestini da campeggio; il rinoceronte è asociale, non baderà mai alla nostra presenza, perché si fa gli affari suoi; l’elefante ha paura dei topi, è una creatura mite e, se ha le orecchie abbastanza grandi, vola. Sono tutte fantasie estrapolate dalle favole. Non c’è assolutamente nulla di vero. Come non è vero che il serpente rappresenta il male in terra (concetto metaforico direttamente estrapolato dalla Genesi biblica).

Gli animali non si possono catalogate per stereotipi, men che meno il loro temperamento, che come il nostro può essere condizionato da vari fattori diversi. I serpenti Disney ce lo dimostrano: infatti, sebbene molti abbiano un ruolo negativo all’interno delle trame dei cartoni animati, altri sono personaggi di supporto, simpatici, innocui. Spesso neppure tanto furbi e intelligenti come ci aspetteremmo da loro.

Serpenti Disney: personaggi dal valore negativo e, a volte, anche positivo

Serpenti Disney
Serpenti Disney: anche i rettili possono essere delle creature adorabili (Screenshot Instagram)

Come abbiamo già scritto gli stereotipi sugli animali sono pura rappresentazione di un basso livello intellettivo (tutti gli stereotipi, in realtà, lo sono). I preconcetti sono distruttivi e non necessari e diffondono paura e disinformazione. Non ci piace ciò che non capiamo, in realtà ci spaventa, per citare “La Bella e la Bestia”, quindi più sappiamo riguardo agli animali, in questo caso ai rettili, meno paura inutile proveremo nei loro confronti.

Oggi parliamo in maniera particolare dei serpenti. Questi rettili sono spesso percepiti come creature malvagie, quando, proprio come qualsiasi altro animale, non fanno altro che cercare di sopravvivere. I film Disney influenzano ciò che molte persone pensano degli animali in base ai loro personaggi animati. Quindi abbiamo deciso di classificare sei dei più famosi serpenti Disney, dai più cattivi a quelli che, al contrario, rappresentano un elemento narrativo positivo e simpatico.

1. Jafar di “Aladdin”

Jafar è il tipico furfante subdolo, manipolatore e ossessionato dal potere. Verso la fine del film, si trasforma in un gigantesco cobra incappucciato, come quello che fin dall’inizio del film appare come la testa del bastone magico ipnotico che porta, quando è ancora nella sua forma umana.

Il messaggio, quindi, è che i serpenti sono molto più pericolosi e intimidatori degli umani. Anche se Jafar non è veramente un serpente, è in questa lista a causa del forte impatto che la sua forma di serpente ha sulla sua immagine malvagia.

2. Il mostro che vive sotto le scale di “Nightmare before Christmass”

Ci viene presentata questa strana creatura nella canzone di apertura “This is Halloween”. Anche se è piuttosto spaventoso, non è perché è un serpente, è perché è una creatura di Halloweentown e il suo lavoro è spaventare i bambini, per … renderli felici.

Pensiamo ancora che spaventare soltanto per divertimento sia un male? A prescindere da quale risposta darai a questa domanda, sta di fatto che la natura di questo mostriciattolo è buona, arrendevole, incline al gioco. Per quanto riguarda i serpenti stereotipati, questo personaggio li collega a qualcosa di spaventoso, ma soprattutto perché l’ambientazione di Tim Burton è assai inquietante. In realtà, i suoi personaggi sono tutto fumo e niente arrosto.

3. Sir Biss di “Robin Hood”

Serpenti Disney
Serpenti Disney: Sir Bass (Screenshot Instagram)

Sir Biss è il malvagio scagnozzo del Principe Giovanni, sebbene “malvagio” non sia la parola più indicata per descriverlo. Dobbiamo classificarlo come “un po’ malvagio”, soltanto perché in questa trama aiuta il cattivo. Tuttavia, da solo, non è poi così male. Sì, aggiunge agli stereotipi sui serpenti delle qualifiche in più: ad esempio, sono “ipnotici” e associati al male, ma senza l’antagonista principale questo personaggio di supporto sarebbe del tutto neutro e neutrale, all’interno dell’intreccio narrativo.

4. Il serpente giocattolo di “Toy Story”

Questo serpente è probabilmente il più adorabile della lista. Non è cattivo, è un amico di Woody. Tuttavia, non è un personaggio principale, senza effetti reali sulla trama, quindi non raggiunge il livello di “buono”. Apprezziamo il fatto che la Disney / Pixar abbia scelto di includere giocattoli a forma di rettili (come l’importantissimo e saggio dinosauro Rex, ad esempio) e abbia dato loro un’immagine positiva.

5. Kaa de “Il libro della giungla”

Serpenti Disney
Serpenti Disney: Kaa (Screenshot Instagram)

Non è un cattivo, non è un eroe, Kaa è solo un serpente che cerca di trovare il suo prossimo pasto. Alcuni lo chiamano “il compagno di Shere Khan”, ma non lo è: anzi, mente spudoratamente in faccia alla crudele e sanguinaria tigre, che assume il ruolo di dittatore della foresta. Certo, ha provato a mangiare Mowgli, ma non lo si può considerare malvagio, perché qualsiasi serpente proverebbe a fare di un piccolo mammifero indifeso un succulento e genuino pasto, in natura. La nostra più grande lamentela su Kaa è l’imprecisione nelle sue abilità: questo serpente può ipnotizzare le sue vittime attraverso il potere del suo sguardo, come Jafar e Sir Biss. In realtà, si tratta di una vera e propria leggenda metropolitana: sono i serpenti che vengono ipnotizzati dall’uomo, al massimo.

6. Juju di “La principessa e il ranocchio”

Juju è l’animale domestico di Mama Odie, una maga saggia e molto anziana. Adoriamo questo duo in maniera incredibile, come tutte le persone che hanno visto questo film, del resto: il travestimento di Mama Odie e della sua tenera Juju è tra i più in voga tra i cosplayer, anche non professionisti. E Juju è molto più di un animale domestico per lei: le lascia praticare la magia con lei, la aiuta a cucinare e a sbrigare le faccende domestiche. Fondamentalmente Juju è un personaggio fantastico. Anche se non riesce a parlare, ha una personalità divertente e aiuta i protagonisti di questa storia avvincente. Da sola riesce a stravolgere completamente l’immagine che tutti quanti hanno dei serpenti, perché è dolce e leale, fedele e affettuosa. Si prende lei cura della sua vecchia signora, che non ci vede e dunque Juju è per Mama Odie sia gli occhi che il cuore. Non fa affatto paura, al contrario: Juju è un serpente enorme, ma bello e spassosamente ironico.

Un applauso alla Disney per aver inventato di sana pianta (nella fiaba originale non esiste) questo personaggio.

Potrebbe interessarti anche:

Simona Strani