Home Curiosita Gli straordinari supereroi uccelli che salvano il nostro mondo (nei fumetti)

Gli straordinari supereroi uccelli che salvano il nostro mondo (nei fumetti)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:40
CONDIVIDI

Tutti gli animali sono indispensabili, ma alcuni sono persino straordinari, eroici e possiedono i super poteri. Parliamo dei supereroi uccelli più famosi.

Supereroi uccelli
Supereroi uccelli: gli uomini cercano di imitarli da sempre (Foto Unsplash)

Tra le creature di tutto il Regno Animale che gli uomini, sicuramente, ammirano di più in assoluto ci sono loro, gli uccelli. Questi volatili con le penne e con le piume hanno molto per cui essere ammirati. Innanzitutto, la maggior parte di loro ha un aspetto del tutto indifferente. Ovviamente non esiste davvero al mondo un animale che, a guardarlo, ci ispiri indifferenza, ma gli uccelli possiedono delle caratteristiche davvero particolari. I pennuti sono molto colorati e possiamo restare ipnotizzati dalla vasta gamma di colori che presenta il loro abbondante piumaggio. I pennuti possono essere molto molto piccoli, ma anche grandi. Emettono vocalizzi incantevoli o sgradevoli, a seconda della specie, ma tutti assurdi, talmente da farci rimanere a bocca aperta. E poi invidiamo il fatto che loro sappiano librarsi in volo, nell’aria, per guardare tutto il mondo dall’alto verso il basso, il che è stupendo. Fino a quando non abbiamo costruito la prima torre, il primo grattacielo, il primo aeroplano, il primo shuttle, gli esseri umani non potevano neppure immaginare cosa si provasse a stare al posto di un uccello. Adesso lo immaginiamo, ma non lo comprendiamo realmente. Deve essere un’emozione folle quella di ritrovarsi a viaggiare così, sopra a tutto, a una velocità impressionante: migrare da un capo all’altro della Terra, come una rondine, in pochissimo tempo.

Dal momento che li invidiamo, giustamente li imitiamo e ci ispiriamo a loro per compiere le azioni più gloriose che un uomo possa mai concepire, come per esempio salvare il mondo. Non a caso, alcuni dei più noti personaggi dei fumetti sono supereroi uccelli: persone, uomini e donne, travestite da volatile, che vigilano sul mondo per difendere i più deboli dai malvagi, usando le loro capacità straordinarie, decisamente fuori dal comune, che spesso sono abilità legate (a volte soltanto da leggende metropolitane) al mondo dei pennuti. Alcuni di questi hanno persino le ali (non tutti) e, come puoi ben immaginare, il loro potere principale è il volo.

Parliamo dunque di loro, in questo nostro articolo, dei supereroi che si ispirano agli uccelli e dei super poteri che questi, pure le loro controparti reali, hanno e mettono a disposizione per la salvaguardia del pianeta.

Supereroi uccelli: i 10 personaggi dei comics che copiano i volatili per salvare il mondo

Supereroi uccelli
Supereroi uccelli: vorremmo tanto volare come fanno loro (Foto Unsplash)

Sei un appassionato di fumetti? Che la tua risposta sia positiva o negativa poco importa, perché in realtà quello di cui ci preme discutere oggi è l’importanza degli uccelli nella cultura di massa e nell’immaginario collettivo degli esseri umani, tanto da venire presi a modello dei più grandi supereroi del pianeta terra in quelli che sono i comics più famosi e conosciuti di tutti i tempi, ossia le mitiche edizioni di casa Marvel e DC.

Pure soltanto per sentito dire, non puoi non aver visto e conosciuto qualcuno di questi personaggi. Certi supereroi uccelli hanno una fama talmente vasta che fanno parte a pieno titolo della cultura popolare e questo vuol dire che non esiste persona, uomo, donna, vecchio o bambino, che non li abbia quantomeno sentiti nominare, più e più volte.

Questi hanno capacità incredibili, ispirate appunto al Regno Animale e a quelle che sono le abilità particolari di molti uccelli: come prima cosa, essi volano (ma non tutti) e in secondo luogo rappresentano anche soltanto concettualmente le qualità fisiche, mentali e morali che associamo a certe specie. Un vigilante travestito da usignolo avrà una voce suadente, ad esempio; un vigilante travestito da falco avrà una vista incredibile; mentre uno travestito da cigno non potrebbe che essere bellissimo ed elegante, una vera bellezza ipnotica. Ovviamente questi sono solamente degli esempi.

Vediamo quali sono i dieci migliori supereroi uccelli dei comics che utilizzano le abilità dei volatili per salvare il mondo.

1. Gufo notturno

Il gufo notturno (in inglese Nite Owl) è il mantello usato da due eroi in “Watchmen” di Alan Moore e Dave Gibbons, parodiando un numero di eroi DC Comics già affermati, tra cui Blue Beetle, Batman e The Phantom.

Il secondo Nite Owl, Daniel Dreiberg, impiega armi e gadget a tema gufo in battaglia ed è un esperto combattente corpo a corpo. Ha anche un veicolo volante chiamato Owlship, definito anche Archie (come riferimento al gufo Archimede, il domestico di Merlino). Nite Owl si ritirò dal vigilantismo in seguito al Keene Act, e dopo di ciò contribuì a riviste accademiche sull’ornitologia, lo studio degli uccelli.

2. Hawk e Dove

Il duo aviario di Hawk e Dove nasce dai fratelli adolescenti Hank e Don Hall, creato nell’età dell’argento da Steve Ditko, Steve Skeates, Dick Giordano e Carmine Infantino. Da allora, i mantelli sono passati di testimone in testimone, ma l’accoppiamento più importante di Hawk e Dove è quello del duo Hank Hall e Dawn Granger, una donna che ha iniziato a vestire i panni di Dove dopo la morte di Don Hall in “Crisi delle Terre infinite”.

Seguendo il simbolismo degli alias degli uccelli scelti, Colomba è nota per il pacifismo e l’armonia tra tutti gli esseri viventi, mentre Hawk è in genere il membro più aggressivo e potente del duo. Urlando a gran voce i loro nomi in codice, Hank e Dawn si trasformano nel loro sé sovrumano. Dawn ha una sensibilità a captare il pericolo che le permette di diventare Colomba solo in presenza di un rischio imminente, che sia consapevole o meno di ciò che sta per accadere. La prima Colomba, Don Hall, è l’essere più pacifico di tutto l’universo e non può essere toccata dagli anelli della Lanterna Nera.

Senza la presenza di Dove, la rabbia di Hawk diventa infinita e risulta troppo violento e super forte. Solo insieme i due eroi possono bilanciarsi.

3. Raven

Raven, o Rachel Roth, è la figlia del demone Trigon il Terribile, un personaggio antagonista parecchio oscuro che fa parte dell’universo dei DC Comics. È nota per aver proiettato un “sé-anima” simile a un uccello di solida energia nera che può combattere e anche fornire a Raven una gamma aggiuntiva di vista e udito. È una potente strega: possiede poteri empatici ed è spesso associata ai Teen Titans.

Durante il suo percorso da eroina, ​​ha indossato un costume ancora più aviario, completo di un elmetto simile a un uccello e un mantello che assomigliava ancora di più alle ali rispetto al primo indossato nella sua carriera. Suo padre, il demone, la chiama anche il suo “Uccello nero del terrore”, in alcune occasioni in cui è sotto il suo controllo.

4. Occhio di Falco

“Hawkeye” è il nome di due diversi eroi dei Marvel Comics. Il primo è Clint Barton, un cattivo riformato che nei film è uno dei migliori Avengers e la spalla più fidata della Vedova Nera. Nella storia originale, Clint inizia come cattivo, ma alla fine si riforma e diviene un Vendicatore, molto probabilmente perché comincia a maturare un vero e profondo interesse romantico nei confronti di Black Widow. Clint Barton ha iniziato una relazione anche con Bobbi Morse, la vera identità di Mockingbird, un altro eroe a tema di uccelli.

Kate Bishop assunse il mantello di Occhio di Falco come membro dei Giovani Vendicatori, dopo la scomparsa del suo predecessore, ossia l’Hawkeye originale. Anche lei è un arciere esperto, nonché uno schermitore, una combattente esperta di arti marziali e un pugile. Il suo primo costume era un mix di equipaggiamento di Hawkeye e Mockingbird. Da Secret Invasion della Marvel in poi, i due Occhio di Falco hanno convissuto e si sono uniti abbastanza frequentemente.

5. Black Canary

Dinah Laurel Lance, nota anche come Black Canary, è una meta-umana dei DC Comics che possiede la capacità di emettere un suono talmente potente da rompere qualsiasi cosa: il “Canary Cry”. Nei fumetti più recenti, Black Canary è stata in grado di usare questa capacità per planare urlando verso il basso, spinta dalla forza delle onde sonore che emette. È anche conosciuta per le sue abilità di combattimento corpo a corpo, essendo abile con l’Aikido, la boxe, il kung fu, il krav maga e altro ancora.

Black Canary è in realtà un’eroina ereditaria, poiché il mantello appartiene sia a Dinah Drake che a sua figlia Dinah Laurel Lance. Durante l’era Fletcher, Stewart, Tarr e Wu dei moderni fumetti di Black Canary, è stato registrato e pubblicato un album musicale originale con il nome del personaggio, dato che è stata conosciuta come cantante nei club e frontgirl di una band immaginaria: almeno questo è quello che risulta dal background di questo interessante personaggio. Le sue varie tute hanno spesso un motivo che ricorda gli uccelli.

6. Hawkman e Hawkgirl

Ci sono stati più eroi che hanno usato il mantello di Hawkman e Hawkgirl nei DC Comics. Tecnicamente, l’originale Hawkman è stato creato da All-American Publications nel 1940. L’archeologo umano Carter Hall e l’ufficiale di polizia Katar Hol Thanagarian sono le due versioni più comuni di Hawkman e Hwkgirl, sebbene ce ne siano state altre. Tutte le versioni di questi due supereroi uccelli usano l’ennesimo metallo integrato nella cintura, negli stivali e nelle ali del costume per volare. Il loro aspetto è caratteristico per le enormi ali e un elmetto simile alla testa di un uccello.

La maggior parte delle versioni di Hawkman lavorano a stretto contatto con alcune forme di Hawkgirl, anche se nel corso degli anni sono stati rappresentati da numerose persone diverse, tra cui Shiera Sanders Hall, Shayera Hol e Kendra Saunders. Hawkgirl ha anche le ali attaccate con un cinturino in metallo Nth, nonché un elmetto e una maschera simili a un uccello (sebbene i nativi Thanagariani abbiano ali naturali). I personaggi sono spesso associati all’antico Egitto, come reincarnazioni di Khufu e Chay-Ara, capaci di tornare sempre in vita, di generazione in generazione, per combattere assiduamente le forze del male.

7. Fenice

Questo essere galattico dai poteri incredibili è nota come la forza all’interno del corpo di una famosa supereroina, la dottoressa Jean Grey, membro anziano degli “insuperabili X-Men”. La versione malvagia della dottoressa Grey, Dark Phoenix, grazie alla sua capacità di ospitare la Forza della Fenice, può fare cose pazzesche, molto al di là della comprensione anche di mutanti fortissimi, come il saggio Professor X. La Forza della Fenice nei fumetti Marvel è un’entità cosmica simile a un uccello i cui poteri si manifestano sotto forma di una fenice infuocata, che incapsula il potere di tutta la vita, tutta la distruzione, la passione e la rinascita. Può manipolare le forze stesse della vita e dell’esistenza e non può mai essere veramente distrutta.

Mentre Jean è l’ospite più famoso della Phoenix Force, il suo potere è stato condiviso, esercitanto il suo terribile controllo, da altri supereroi, tra cui Rachel Summers, Quentin Quire e Phoenix Five, ossia le controparti dei super cattivi Emma Frost, Namor, Colossus, Cyclops e Magik.

8. Falcon

Nonostante recentemente nei fumetti Marvel il manto di Falcon sia stato dato a un umano mutato di nome Joaquin Torres, il primo Falcon della Marvel è stato Samuel Thomas Wilson (lo stesso personaggio della saga di film sugli Avengers), alleato di lunga data di Captain America creato da Stan Lee e Gene Colan. Sam Wilson è stato il primo supereroe afro-americano nei fumetti mainstream, noto per avere stretto un legame empatico con il suo animale Redwing (la connessione telepatica è stata confermata dal professor Xavier in “Captain America n. 174”).

Wilson poteva vedere attraverso gli occhi di Redwing e il suo costume originale presentava un’imbracatura ad ala che gli permetteva di volare. È anche un abile combattente, esperto nell’arte del Judo e del Karate, e sa bene come usare lo scudo di Captain America (per questa ragione è la sua spalla principale). Anche Adrian Toomes ha assunto una volta il mantello di Falcon, e un personaggio indipendente ma simile di nome Carl Burgess esisteva in Timely Comics, che in seguito divenne Marvel.

9. Robin

Robin è un alias che è stato trasmesso a diversi personaggi dei DC Comics, ma la sua controparte più famosa è sicuramente Dick Grayson, un personaggio fin dai suoi albori strettamente legato a Batman. Robin è una vera e propria spalla, un amico fedele e addirittura un membro della famiglia per l’eroe pipistrello: funge spesso, se non sempre, da fedele aiutante del Cavaliere Oscuro. Il costume di Robin contrasta con quello di Batman, fornendo una brillante distrazione ai criminali che vengono colti alla sprovvista da Bruce Wayne, che aspetta nell’ombra.

Dick Grayson ha vestito i panni anche di un altro eroe a tema di uccelli, mentre cresceva: stiamo parlando di Nightwing. Tuttavia, Robin è il sovrano del posatoio, quando si tratta di personaggi dei fumetti che hanno vestito il mantello di supereroi uccelli. Generazioni di Robin hanno lavorato a fianco di Batman, diventando una figura essenziale nella lotta al crimine di Gotham City. In contrasto con l’oscurità di Batman, Robin è il simbolo di un nuovo giorno, portando Bruce Wayne verso la luce, indipendentemente da chi indossa il mantello nero e giallo.

10. Howard il Papero

Va bene, questo non è affatto un supereroe come tutti gli altri in questa lista. Anzi, se proprio dobbiamo dirla tutta, non è affatto un supereroe e basta. Howard non ha poteri magici, non riesce a fare cose incredibili e non è neppure un esperto di qualche disciplina marziale (a detta sua sì, ma non è vero). Howard è un uomo alle soglie della mezza età, anche un po’ troppo rilassato fisicamente: non è un super figo e neppure un super macho. La pura verità è che non è neppure un uomo. Howard il Papero è, appunto, un papero

Per quale motivo un papero si trova nella nostra lista? Per chi conosce il personaggio dei fumetti della Marvel, il film ispirato a questo e prodotto nel 1986 o i postcredits delle saghe Marvel cinematografiche che l’hanno più volte visto in un cameo, questa figura è tutt’altro che nuova e sanno che sicuramente qualcosa con tutto questo c’entra. Ma come?

Beh, Howard nel suo piccolo, per quanto come papero non abbia poi nulla di eccezionale e per cui essere invidiato (per gli umani è eccezionale un papero cosciente, che parla e si muove come uno di noi, ma nel mondo dei paperi è più che normale), ha fatto anche lui la sua parte: Howard il Papero ha salvato il mondo dall’invasione dei Super Occulti Sovrani dell’Universo. Con la sua sagacia e la sua parlantina ci ha dimostrato che anche gli uccelli non super che possiedono le stesse capacità degli esseri umani più comuni possono, di tanto in tanto, compiere imprese eccezionali.

La storia di questo personaggio ci può infondere un minimo di speranza: non serve vivere nel mondo della fantasia per salvare il mondo dai pericoli che lo minacciano.

Supereroi uccelli: le incredibili capacità degli uccelli veri che i supereroi manco si sognano

Supereroi uccelli
Supereroi uccelli: alcuni volatili sono molto meglio dei personaggi dei fumetti (Foto Unsplash)

Ecco, quando pensi a uno dei supereroi uccelli quali sono le principali abilità che ti viene in mente che essi possano avere? Il volo, una bella voce, una vista incredibile: e se ti dicessimo che queste sono tutte delle banalità in confronto a quello che le varie specie volatili possono davvero realizzare? Non sai che gli animali sono tutti incredibili? Gli uccelli lo sono poi in modo particolare. Motivo per cui ecco che, dopo aver elencato tutti i migliori supereroi uccelli, ci dedichiamo a fare la lista delle più assurde e stupefacenti capacità che gli uccelli veri possiedono: getterebbero vergogna persino sul vigilante più forte tra quelli citati prima.

1. Il gufo è come Dardavil e Wolverine messi insieme

Cosa c’è di speciale nei gufi? Possono girare la testa a trecentosessanta gradi? Possono ingoiare topi interi?

Un ottimo esempio proprio lo troviamo proprio qui, perché a quanto pare i gufi non possono affatto deluderci, se i fumetti sono la nostra guida. Mentre esistono numerosi supereroi e criminali a tema “civetta”, quelle vere tendono ad essere come dei Batman all’ennesima potenza nella vita reale. Anche i supereroi di solito possiedono un potere piuttosto triste e inutile, come la capacità di Owlman di “causare confusione”.

Bene, tutto ciò che possiamo dire è che chi scrive i fumetti deve aprire una benedetta enciclopedia di tanto in tanto. Intendiamo, guarda la creatura con cui abbiamo a che fare qui: il gufo. Oltre ad avere la migliore visione notturna di tutti gli uccelli, i gufi hanno anche una parabola satellitare incorporata nella loro faccia. Il modello circolare di piume sul volto? Sì, si comporta come un piatto, focalizzando il suono e dando loro quello che potrebbe essere il miglior ascolto direzionale al mondo. E ancora più strano, questi modelli di piume possono anche, senza scherzare, essere regolati individualmente per aumentare la ricezione.

Quanto funziona bene? Mettiamola così: un gufo può sentire un topo calpestare un ramoscello da quasi trenta metri di distanza. I gufi hanno anche un incredibile senso di elevazione del suono, il che significa che possono rilevare l’altezza da cui viene emesso il suono, perché un foro per l’orecchio è posizionato più in alto dell’altro. Tutto questo per individuare la posizione esatta della preda del gufo, che in effetti funziona così bene che l’uccello può effettuare correzioni di rotta in volo per colpire la sua vittima.

E tieni a mente, stiamo parlando di un cacciatore notturno: è solito usare questo senso dell’udito finemente sintonizzato per abbattere prede che egli non riesce nemmeno a vedere. Quindi, in sostanza, stiamo guardando un Daredevil volante, ma con una manciata di lame di rasoio incorporate sulle sue zampe, alla Wolverine in pratica.

A peggiorare le cose per l’elemento criminale, i gufi hanno anche speciali piume seghettate che consentono loro di volare silenziosamente come un combattente invisibile. Inoltre, hanno il rapporto di carico alare più basso di qualsiasi uccello, il che significa che possono volare in maniera estremamente lenta, se necessario, o trasportare carichi di grandi dimensioni. Il supereroe gufo non avrebbe bisogno di zoomare come Superman o dondolarsi come Spider-Man: scivolerebbe lentamente, silenziosamente sul posto, ascoltando tutto e proiettando un’ombra minacciosa nel cielo notturno.

Capisci dunque perché chiunque abbia creato i personaggi dei fumetti a tema uccello fosse privo di fantasia. Esistono creature come i gufi che hanno già delle abilità straordinarie e quasi nessuna di queste è degnamente rappresentata nei comics.

2. L’arpia può schiacciarti e lo farà

L’aquila arpia è l’uccello più potente tra tutti i rapaci che ci vengono in mente al momento. Ha una presa schiacciante di duecentoquaranta chilogrammi per centimetro quadrato. Se questo è un numero insignificante per te, diciamo così: l’uomo medio ha una presa di circa ventisette chilogrammi. Il tipico orologio da morso di cane è di soli centoquarantacinque. I lupi che ti mordono possono masticarti solo a cento ottantuno chilogrammi per centimetro quadrato. Questo uccello li batte tutti.

Ma sicuramente, anche un uccello con una presa che può far vergognare le fauci di un cane selvaggio è ancora solo un uccello. C’è molto, molto altro da sapere su questa creatura volante davvero temibile per chiunque essa decida di far diventare la sua preda.

Ad esempio, ti interesserà sapere che i suoi artigli hanno le stesse dimensioni di quelli di un temibile orso grizzly.

L’aquila arpia applica la sua presa spaventosa e micidiale tramite artigli da dodici centimetri, che essa può affondare praticamente in tutto ciò che vuole. E non dimentichiamo che ha anche un becco affilato come un rasoio che farebbe vergognare uno spadaccino giapponese che vedendolo si ritirerebbe a una vita tranquilla per gestire un piccolo sake bar.

Per ritornare al punto del nostro discorso, l’aquila arpia ama mostrare il suo potere schiacciando i teschi delle scimmie, e quindi mangiandoli. Qualunque altro animale, di piccole o medie dimensioni ha motivo di temere questo rapace (anche quelli grandi, però).

Immagina se questo uccello fosse un supereroe, cosa accadrebbe. Sì, hai ragione: è inverosimile. Questa arpia sarebbe sicuramente un super cattivo, se traslata nei fumetti.

3. La menura è la migliore imitatrice del mondo

Il lyrebird (come lo chiamano in lingua inglese) è il più grande imitatore di suoni al mondo. Oltre a copiare le canzoni di altri uccelli, può mimare i suoni di allarmi per auto, attrezzature da costruzione, spari, cani che abbaiano, strumenti musicali e persino persone. E non stiamo parlando dei scimmiottamenti di un pappagallo che prova malamente a dire due o tre parole. Questo uccello può riprodurre il suono esatto della tua voce, come un registratore vivente. Può imitarti meglio di quanto un altro essere umano possa fare.

Questo perché la menura ha il set più avanzato di corde vocali al mondo, reso ancora più impressionante dal fatto che non ha labbra per aiutarsi a modellare il suono, che sia quello di un uccello che tutto il resto. Il lyrebird fa tutto con la gola.

Inoltre, la loro memoria per la registrazione e la memorizzazione di questi suoni è impeccabile. Ad esempio, nel 1969 una canzone di menura fu registrata e inviata a uno studioso di nome Norman Robinson. Dopo averlo filtrato, scoprì con sorpresa che questo uccello stava cantando due melodie popolari degli anni ’30, allo stesso tempo.

Scoprì in seguito che c’era una menura che imitava ogni altro uccello nella foresta; e poi, finalmente, una che imitava un gruppo di uomini che tagliavano la foresta. Sì, il motore della motosega alle 2:30 era in realtà il lyrebird.

Come mai non esiste già un personaggio di un fumetto basato su questa cosa? Le sue applicazioni pratiche in super poteri generali e / o buffonate malvagie sono ancora enormi. Immagina quanto sarebbe bello un detective, se potesse imitare la voce di un criminale e chiamare il suo complice per discutere delle recenti attività nefaste? Ideare un supereroe uccello con le stesse capacità di questo sarebbe, a parer nostro, una vera e propria genialata. Strano davvero che ancora non sia stata congegnata.

Inoltre, dài, il nome è proprio lì, gente: se fosse un personaggio buono, si chiamerebbe “Lira”; se fosse un super cattivo, si chiamerebbe “Liar” (ossia “bugiardo”, in inglese).

4. La sula possiede un airbag

La sula è un grazioso uccello marino dall’aspetto piuttosto buffo, che vive una vita simile ad altri uccelli marini. O lo sarebbe, se non fosse per il suo super potere segreto.

Vedi, la sula si differenzia dai suoi coetanei per le sue abitudini di caccia. Come molti altri uccelli marini che dipendono dai pesci per il loro sostentamento, ha la tendenza a volare in alto e piombare verso la sua preda. A differenza di altri uccelli marini, tuttavia, non si preoccupa di cose come la “sicurezza personale” o, per altro, la “velocità terminale”. Le sule possono (e lo fanno costantemente) colpire l’acqua a velocità incredibili,  fino a novanta miglia all’ora. Ciò è particolarmente impressionante se si tiene conto del fatto che la tensione superficiale dell’acqua garantisce che colpire il mare a quelle velocità non è diverso dal colpire a tutta birra la faccia contro un blocco di cemento.

La ragione impone che l’impatto dovrebbe trasformare l’uccello in una frittata di pancake pronta per essere servita a tavola, a causa del pesce che aveva cercato di catturare. Eppure, la sula riesce a rompere la superficie del mare e tutte quelle che sono le nostre rigide (ma a quanto pare insignificanti) leggi della fisica. Ciò lo ottiene, poiché possiede un cranio molto spesso, simile a un elmo, in grado di resistere all’impatto. E, proprio perché non puoi mai essere abbastanza invulnerabile quando giochi al kamikaze per vivere, l’uccello compensa ulteriormente con speciali airbag sul collo e sulle spalle. Questi possono essere gonfiati a volontà per assorbire gli impatti che ucciderebbero praticamente qualsiasi altro animale. In effetti, la sula tende a colpire l’acqua così velocemente che non sarà nemmeno necessario afferrare scrupolosamente il pesce con il becco: li stordisce solo all’impatto. Quindi, se ha ancora fame, ripete di nuovo l’intera operazione apparentemente suicida. E di nuovo ancora, per tutte le volte che lo vorrà fare.

Quindi sì, quello che abbiamo qui è il potenziale per un eroe che può prendere un pestaggio come nessun altro (Rocky Balboa le fa un baffo). Immaginalo mentre affronta un criminale in fuga da un tetto vicino, e poi sfonda un muro di mattoni, totalmente impassibile. Puoi dargli un pugno come vuoi. Ha un airbag facciale e un teschio come una roccia. La sula si fa beffe dei tuoi attacchi insignificanti.

5. Lo struzzo è un super – calciatore T-Rex

Supereroi uccelli
Supereroi uccelli: lo struzzo è davvero incredibile (Foto Unsplash)

Lo struzzo è una brutta creatura (secondo altre persone, noi no), ma fortunatamente combattere il crimine non è un affare per top model e miss universo. Questo uccello da centoquaranta chilogrammi (all’incirca) porta una grande mole e la capacità di correre a una velocità di quasi cento chilometri all’ora. Una cosa da far rimanere scioccati, vero? È un po’ veloce, certo, ma ci sono altri animali, vale a dire i ghepardi, che possono facilmente superarlo. Il fatto, però, è che i ghepardi non sono noti per la loro resistenza, e in effetti esauriscono le energie quasi istantaneamente. Lo struzzo, d’altra parte, può andare avanti per mezz’ora. Tuttavia, questo capacità non è l’unica caratteristiche che lo introduce in questo elenco. Ci sono molte altre cose da sapere sul suo conto.

Certo che la super velocità può rivelarsi assai utile, quando combatti il ​​crimine con un nome come “The Mighty Ostrich”, ma a volte devi saper affrontare il nemico, con il corpo a corpo, e combattere. Quindi parliamo dei suoi orribili artigli da uccello giganti e di come può spararli contro di te, in modo abbastanza forte da polverizzare i tuoi organi.

Da soli, gli artigli dei piedi dello struzzo, non così spessi come potresti pensare, lasciano a desiderare di fronte a quelli malvagi e paurosi come li possiede l’arpia (ne abbiamo già parlato). Ma gli struzzi possiedono anche due artigli per le dita all’estremità di ogni ala per che possono sorprendere i loro nemici con un attacco extra, e quegli artigli per i piedi potranno ferire con il potere terrificante del “Calcio di Struzzo”.

Puoi già avere un’idea di quanto siano potenti le gambe di questa cosa (cioè, pesa centoquaranta chilogrammi e può correre come il vento) e in che modo può utilizzare dette gambe per fare del male ai suoi avversari e a chiunque le rechi disturbo: riesce a piegare le sue ginocchia in avanti, trasformandole in martelli pneumatici per uccidere un leone impazzito con un solo calcio.

Quindi, come si traduce nel regno dei supereroi? Uno, guadagnando poteri di struzzo dovrai in primo luogo cucire sicuramente una stranissima uniforme da vigilante, e due, detti poteri ti danno la possibilità di calciare direttamente in avanti con una forza di novecento chilogrammi per centimetro quadrato. Per dirlo con parole semplici, un pugile professionista dei pesi massimi può colpire a circa trecentosessanta chilogrammi per centimetro quadrato. Quindi il favoloso calcio dello struzzo è l’equivalente di circa due Mike Tyson e mezzo che offrono il loro miglior pugno ad eliminazione diretta, nello stesso punto, nello stesso momento. Tranne che per un bel guantone da boxe morbido, l’intero impatto verrà consegnato con quegli artigli che, in fondo, sono più spessi dell’unghia di un essere umano. Ti eri dimenticato degli artigli, vero? Noi no.

Davvero, l’unico problema con i poteri dello struzzo è lo stupido nome / costume con cui ti incastrerai per la vita: ti prenderebbero tutti quanti in giro. Certo, chiunque oserà farlo, dovrà vedersela con te e, come si dice spesso, “ride bene chi ride ultimo”.

Potrebbe interessarti anche:

Simona Strani