Home Foto Human Dog: a Genova set fotografico per indagare la relazione cane e...

Human Dog: a Genova set fotografico per indagare la relazione cane e padrone

CONDIVIDI

silvia amodio2

Il museo di arte contemporanea di Villa Croce di Genova si trasforma in un set fotografico nell’ambito del progetto Human Dog dell’artista Silvia Amodio. Tra il 27 e il 28 novembre, i proprietari con i loro cani potranno aderire all’iniziativa e farsi fotografare con il loro compagno 4zampe. Successivamente nel mese di dicembre saranno esposti una ventina di scatti rappresentativi del pensiero dell’artista che lo scorso anno ha avviato questo progetto fotografico itinerante per raccontare l’antica e profonda relazione tra il cane e l’uomo.

Oggigiorno, il cane è diventato un membro della famiglia e così Amodio ha voluto documentare questa relazione con dei ritratti di famiglia e pur citando la tradizione classica, la fotografa si rivela come una scienziata che indaga la complessità del rapporto, collegato anche ad una ricerca antropologica, per concedere mostrare la semplicità della relazione e al contempo la sua complessità sociale.

Silvia Amodio ha sempre esplorato le relazioni dell’uomo con gli animali come ad esempio il progetto alle Hawaii sulle competenze linguistiche dei delfini in rapporto con il linguaggio umano.

Il progetto con il museo di arte contemporanea di Villa Croce è in collaborazione con Schesir, marchio leader nell’alimentazione per cani e gatti. La mostra avrà per oggetto i 20 scatti che l’artista riserverà negli spazi del museo ai primi 20 proprietari di cani che faranno richiesta.

Lo scatto viene proposto al pubblico ad un costo di 50 euro, inclusa la stampa.

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Paolo Scacchetti-Museo d’arte contemporanea di Villa Croce
Via Jacopo Ruffini 3 – 16128 Genova- telefono +39 010 580069 / 010 58577